Home » Internazionali »Politiche » G20 di Seul, non solo finanza: gli impegni dei Leader su energia e clima:

G20 di Seul, non solo finanza: gli impegni dei Leader su energia e clima

novembre 12, 2010 Internazionali, Politiche

La foto inaugurale del G20 di Seol, Courtesy of SeoulSummit.krAnche se nel G20 di Seul, conclusosi poche ore fa, i temi principali sono stati quelli della finanza e del ruolo dei Paesi Emergenti, energia e clima rimangono materie centrali del dibattito politico mondiale. I leader del G20, nei comunicati conclusivi del summit, rilasciano dichiarazioni forti che contengono promesse impegnative: dall’eliminazione dei sussidi alle fonti fossili allo sviluppo di tecnologie pulite.

Nel comunicato finale, il G20 Communiquè, si legge l’impegno a continuare il lavoro di razionalizzazione e di eliminazione graduale (phase-out) di sussidi inefficienti alle fonti fossili nel medio termine, impegno già dichiarato nello scorso G20 di Pittsburgh. Sulla realizzazione di questo progetto, i Ministri delle Finanze e dell’Energia dei Paesi membri dovranno riportare i risultati raggiunti nel corso del summit del 2011, in Francia.

Intanto, Earth Track e Oil Change International hanno già realizzato un report sulla questione intitolato “G20 Fossil Fuel Phase Out”, che accoglie positivamente le dichiarazioni dei leader, lanciando tuttavia una critica: nessuno Stato firmatario della Dichiarazione di Pittsburgh ha finora iniziato una sostanziale riforma dei sussidi in risposta a questo impegno. Metà degli Stati, tra cui l’Italia, si sono infatti limitati a riportare alcune politiche già in programma prima di Pittsburgh, senza modifiche alla tempistica di attuazione.

Inoltre, i dati sul tema risultano incompleti: dei 20 membri del G8, ben 8 dichiarano di non avere sussidi da eliminare, mentre 2 (Gran Bretagna e Giappone), non forniscono alcuna informazione. Indonesia, Russia e Messico, invece, non specificano delle azioni da attuare, riportando solo un riferimento generico ai sussidi alle fonti fossili. Sulla base dei pochi dati a disposizione, il report evidenzia come l’eliminazione dei sussidi porterebbe a una riduzione dei gas serra globali almeno del 10% al 2050 rispetto allo scenario business as usual.

Ancora nel comunicato di Seul, si legge l’impegno a diminuire la volatilità dei prezzi delle materie prime e dei combustibili fossili, su cui interviene anche Silvio Berlusconi, proponendo di vietare le speculazioni finanziarie sulle materie prime energetiche: «Vorrei soltanto ricordare – ha dichiarato il Premier - che nel picco della crisi del 2009 il prezzo del petrolio andò a 150 dollari, qualche tempo dopo riscese a 30 dollari per poi, in occasione di una diminuzione della domanda di quasi il 2% risalire a 70 dollari. Il prezzo del barile che ha interessato tutte le nostre economie era governato soltanto dalla speculazione finanziaria. Ritengo, quindi, che sia estremamente necessario e urgente che i 20 paesi procedano a norme che vietino queste speculazioni finanziarie, per esempio vietando gli acquisti futures oppure imponendo che per acquistare il petrolio a consegna futura si impongano dei versamenti che vanno dal 50% in su. E’ un problema grave per il petrolio ed è gravissimo per le materie prime alimentari».

I leader del G20 hanno confermto infine l‘impegno a combattere i cambiamenti climatici. Nel documento Leaders’ Seoul Summit Document, si legge una dichiarazione di fiducia nello sviluppo ambientalmente sostenibile e una ulteriore promessa al cambiamento: “Siamo impegnati a supportare politiche di crescita green che promuovano una crescita globale ambientalmente sostenibile, che porti alla creazione di posti di lavoro, assicurando al tempo stesso l’accesso all’energia per i poveri. Riconosciamo che la crescita ambientalmente sostenibile, e il connesso sviluppo sostenibile, è una strategia di sviluppo di qualità”. I leaders si impegnano dunque a incentivare le tecnologie pulite e l’efficienza energetica, trasporti sostenibili e città più attente all’ambiente, mobilitando finanziamenti, stabilendo standard chiari e coerenti, sviluppando politiche energetiche a lungo termine, supportando le aziende e la ricerca e sviluppo. Parole che sembrano quasi mutuate dal comunicato stampa di un’associazione ambientalista!

Riguardo al prossimo vertice dell’UNFCCC, che si aprirà a Cancun il 29 novembre, i leader assicurano:  “Non risparmieremo nessuno sforzo per raggiungere il successo di Cancun.”

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Officina Futuro”, il concorso di idee per il Parco Tecnologico dei rifiuti radioattivi

settembre 1, 2015

“Officina Futuro”, il concorso di idee per il Parco Tecnologico dei rifiuti radioattivi

Sogin lancia “Officina Futuro”, il concorso di idee rivolto a professionisti e studenti delle facoltà tecniche che mira a raccogliere le migliori proposte di concept architettonico del futuro Parco Tecnologico che sorgerà all’interno del Deposito Nazionale a Roma, l’infrastruttura di superficie dove saranno sistemati i rifiuti radioattivi provenienti dalle attività di medicina nucleare, industriali e [...]

Ford con l’Università di Udine: un fondo di ricerca per lo studio di nuovi catalizzatori

settembre 1, 2015

Ford con l’Università di Udine: un fondo di ricerca per lo studio di nuovi catalizzatori

Ford ha selezionato l’Università di Udine, Dipartimento di Fisica, Chimica e Ambiente, per partecipare allo University Research Program, un’iniziativa dell’Ovale Blu che consente ad atenei di tutto il mondo, i cui progetti di ricerca si distinguono per innovazione, di accedere a contributi a sostegno delle proprie attività. Lo University Research Program viene condotto da Ford a [...]

Greenpeace: “i pesticidi neonicotinoidi devono essere messi al bando”

agosto 28, 2015

Greenpeace: “i pesticidi neonicotinoidi devono essere messi al bando”

Un nuovo studio pubblicato dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA) dimostra che l’applicazione spray di tre pesticidi neonicotinoidi è associata a effetti nocivi sulle api. Secondo Greenpeace questo fatto non potrà che far aumentare la pressione sulla Commissione Europea affinché estenda l’attuale messa al bando di queste sostanze a tutti gli impieghi e a [...]

Rilegno, il recupero di imballaggi cresce del 63%

agosto 28, 2015

Rilegno, il recupero di imballaggi cresce del 63%

Rilegno, il Consorzio nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi di legno in Italia, comunica che i numeri della filiera sono in crescita : oltre 4.800 Comuni convenzionati, e quasi 400 piattaforme nel 2014. Il sostegno dato dal Consorzio alle raccolte differenziate si attesta a 2 milioni di euro mentre quello per [...]

Green Drop Award: i protagonisti più “verdi” del Festival del Cinema di Venezia

agosto 27, 2015

Green Drop Award: i protagonisti più “verdi” del Festival del Cinema di Venezia

  Da Hollywood a Venezia, sono tanti gli attori e i registi che sembrano avere a cuore il pianeta e l’ambiente. Per questo motivo gli organizzatori del Green Drop Award - premio collaterale della Mostra del Cinema di Venezia, organizzato da Green Cross Italia, che viene assegnato al film che meglio interpreta la sostenibilità ambientale, tra [...]

Torna EcoFuturo, il festival delle ecotecnologie e dell’autocostruzione

agosto 27, 2015

Torna EcoFuturo, il festival delle ecotecnologie e dell’autocostruzione

Dopo il successo della prima edizione, torna EcoFuturo, il Festival delle EcoTecnologie e dell’Autocostruzione che si svolgerà dall’1 al 6 settembre prossimi ad Alcatraz, l’associazione culturale di Jacopo Fo, nella splendida cornice delle colline umbre a metà strada fra Gubbio e Perugia. “L’idea di questo Festival –spiega Michele Dotti, uno degli organizzatori – nasce da [...]

Nuove professioni per il territorio. Ad Urbino il corso per “Narratore del Gusto e della Cultura”

agosto 25, 2015

Nuove professioni per il territorio. Ad Urbino il corso per “Narratore del Gusto e della Cultura”

Sono aperte le iscrizioni al corso universitario per Narratore del Gusto e della Cultura, Comunicatore del benessere, Selezionatore delle tipicità italiane. Li istituisce il Corso di Alta Formazione dell’Università di Urbino. “Il nostro Paese è ricco di prodotti agroalimentari ed enogastronomici di alta qualità che sono indissolubilmente legati alla Terra. Questa figura dovrà valorizzare le 5 [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende

VIDEO DEL GIORNO