Home » Internazionali »Politiche » Il volto green del nuovo Piano Quinquennale cinese:

Il volto green del nuovo Piano Quinquennale cinese

aprile 7, 2011 Internazionali, Politiche

Lo scorso Ottobre la Commissione Centrale del Partito Comunista cinese ha approvato i principi guida del dodicesimo Piano Quinquennale per l’Economia Nazionale e lo Sviluppo Sociale della Repubblica Popolare Cinese.

Il Piano 2011-2015 è stato ratificato il 15 marzo. Ma la vera notizia  riguarda i cambiamenti che il documento porterà nell’economia cinese, soprattutto nel settore dell‘efficienza energetica e della protezione ambientale, definiti come centrali nella strategia di crescita economica del Paese.

Il Piano infatti, oltre a prevedere uno spostamento di interesse economico dal settore manifatturiero a quello dei servizi, promette dei nuovi target per l’uso delle energie rinnovabili, la promozione di una politica volta all’efficienza energetica, nonché investimenti nei settori chiave dell’economia, incluso quello della protezione ambientale.

L’obiettivo di Pechino è, in sostanza, quello di diventare un leader globale nel settore della green economy. Di conseguenza, temi quali la sicurezza energetica ed alimentare, così come la questione del cambiamento climatico, diventano di primaria importanza nella nuova programmazione economica dei prossimi cinque anni.

In realtà, notevoli progressi sono stati già raggiunti con l’undicesimo Piano quinquennale, il quale prevede un aumento dell’utilizzo delle energie rinnovabili del 15% entro il 2020, la riduzione del 20% dell’intensità energetica e del 10% dell’inquinamento. E tali politiche hanno trovato riscontro nella realtà: l’obiettivo di ridurre l’inquinamento del 10% è stato già raggiunto, e nel 2010, secondo le stime della Bloomberg New Energy Finance, gli investimenti cinesi nel settore delle energie rinnovabili sono ammontati a 51,1 miliardi di dollari.

Con il raggiungimento di questi target, la Cina insieme all’Europa, rappresenta il più ampio mercato, a livello globale, per le energie rinnovabili. Inoltre, la Cina è attualmente il più grande produttore di pannelli solari e turbine eoliche. Nel 2010 le installazioni eoliche nel Paese hanno raggiunto il 62%, con la produzione totale di 42,000 MW di energia eolica.

Il nuovo Piano Quinquennale, si presenta ancora più rigoroso ed ambizioso rispetto al precedente. Lungo il periodo 2011-2015, il Governo prevede un investimento di circa 330 miliardi di dollari nel settore della protezione ambientale. Una larga percentuale di tale investimento sarà destinata al controllo dell’inquinamento, con una crescita annuale, dell’industria relativa alla protezione dell’ambiente, tra il 15% e il 20%. Ovviamente, la riduzione della percentuale di inquinamento è legata alla diminuzione dell’utilizzo di carbone, la quale è fissata tra il 40% e il 45% entro il 2020. Per contro, le misure designate per aumentare la produzione di energia da combustibili non-fossili,  prevedono un aumento dell’uso di quest’ultimi del 15% sempre entro il 2020. In questo caso, il Nuovo Piano sull’Energia, l’Industria e lo Sviluppo, incita il Governo ad investire dai 220 ai 330 miliardi di dollari nel settore delle energie rinnovabili nell’arco di dieci anni. In aggiunta a questi obiettivi di carattere generale, la Cina si impegna nella promozione dell’efficienza energetica e nella riduzione dell’utilizzo di carbone nelle produzioni dell’industria pesante e nei settori dei trasporti e delle costruzioni.

Un ulteriore aspetto significativo, relativamente alla protezione ambientale del territorio cinese, è quelloche  riguarda l’inquinamento delle acque. Anche da questo punto di vista, il Piano Quinquennale, prevede delle misure precise. Ciò di cui necessita la Cina è infatti una politica effettiva ed  efficiente per la gestione delle acque. Il Piano prevede dunque che gli investimenti nella costruzione di infrastrutture e nella gestione delle acque saranno duplicati nel giro di dieci anni. Particolare attenzione sarà dedicata soprattutto alla gestione delle falde acquifere nelle aree rurali.

Queste le novià fondamentali del dodicesimo Piano Quinquennale cinese che, come sostiene il Commissario Europeo per il Cambiamento Climatico, Connie Hedegaard, “dimostra il potenziale economico delle azioni e delle politiche legate alla salvaguardia del clima e dell’ambiente“. “La Cina – sostiene la Hedegaard – mettendo al centro del proprio sviluppo economico, l’efficienza energetica e la riduzione dell’inquinamento, ha rafforzato il suo vantaggio competitivo in settori quali quello dei veicoli elettrici, delle energie rinnovabili e di tutte le tecnologie a basso consumo di combustibili fossili”. L’Europa, a questo punto, farebbe bene a velocizzare una seria riflessione sulla propria aspirazione a diventare leader della green economy e sulle opportunità che rischia di perdere.

Donatella Scatamacchia

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Progetto EVE: 325 colonnine di ricarica elettrica per la Toscana

febbraio 27, 2017

Progetto EVE: 325 colonnine di ricarica elettrica per la Toscana

EVE – Electric Vehicle Energy è un progetto che nasce dalla collaborazione tra tre grandi realtà toscane, come Enegan, trader di luce e gas che opera a livello nazionale, il Polo Tecnologico di Navacchio (Pisa) – realtà composta da 60 imprese hi-tech – e Dielectrik, che lavora alla progettazione e alla produzione di prototipi di generi [...]

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

febbraio 24, 2017

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

In Italia oltre la metà del patrimonio di edilizia residenziale pubblica, circa 500.000 alloggi, è classificato ad elevato consumo energetico (classi E, F e G): per questo motivo le famiglie che vi abitano spendono oltre il 10% del loro reddito per elettricità e gas, a causa della bassa efficienza e di uno dei costi energetici [...]

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

febbraio 23, 2017

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

Just eat, azienda leader nel mercato dei servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio, ha dato il via ieri, nella sede istituzionale di Palazzo Marino a Milano, alla prima consegna di Ristorante Solidale, il progetto di food delivery solidale patrocinato dal Comune di Milano e sviluppato in collaborazione con Caritas Ambrosiana, l’organismo pastorale della Diocesi di [...]

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

febbraio 23, 2017

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

Tecnologie e progetti innovativi a forte impatto sociale o ambientale. Queste le soluzioni social venture per un’economia sostenibile, presentate in occasione della nona edizione italiana della Global Social Venture Competition (GSVC), premio internazionale ideato dall’Università di Berkeley (Usa) per favorire e sviluppare le idee imprenditoriali destinate a questo settore. L’evento, ospitato presso il Centro Convegni [...]

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

febbraio 23, 2017

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

Bicincittà, il più esteso network di bike sharing italiano (con oltre 110 comuni serviti) aderisce anche quest’anno alla campagna M’Illumino di Meno di Caterpillar-RAI Radio 2, in programma per venerdì 24 febbraio. BicinCittà, per questa edizione, ha  pensato  ad  un’originale  iniziativa  collaterale per sostenere in maniera più efficace la campagna: l’abbonamento sospeso. Così come a Napoli è [...]

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

febbraio 21, 2017

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

L’«alba di una nuova rivoluzione agricola»  è  lo slogan scelto dalla terza edizione di Biogas Italy, l’evento annuale del CIB, Consorzio Italiano Biogas, che si terrà a Roma il prossimo 24 febbraio allo Spazio Nazionale Eventi del Rome Life Hotel. L’evento, promosso in collaborazione con Ecomondo Key Energy, ospiterà gli “Stati Generali del Biogas e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende