Home » Internazionali »Politiche » Italia e Germania: prove di intesa sull’ambiente:

Italia e Germania: prove di intesa sull’ambiente

gennaio 14, 2011 Internazionali, Politiche

Stefania Prestigiacomo e Norbert RottgenFra Germania e Italia esiste un’ampia convergenza di posizioni e di interessi sui temi ambientali”. Lo ha dichiarato il Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo al termine dell’incontro del 12 gennaio tra il Ministro dell’Ambiente italiano e quello tedesco Norbert Roettgen, a Berlino.

I due ministri hanno una visione comune su alcune delle priorità della politica ambientale europea; ma in realtà, nonostante le dichiarazioni, sembrano ancora molti i punti di distanza tra la il programma ambientale tedesco e quello italiano.

I due paesi concordano sulla valutazione della Conferenza di Cancun sui cambiamenti climatici dello scorso dicembre, considerata positiva per il passo avanti nei negoziati e per le basi poste al raggiungimento di un accordo globale per il clima nel round negoziale del 2011, a Durban. In quella sede, l’Europa dovrà avere un ruolo importante per giungere a un trattato globale. La posizione all’interno dell’Europa è in realtà un pò diversa: mentre la Germania, insieme a Danimarca, Francia, Gran Beretagna e altri Stati membri, chiede, da più di un anno, il passaggio a un impegno di riduzione delle emissioni di CO2 dal 20% al 30% entro il 2020, l’Italia tende a frenare, chiedendo una valutazione dei costi per singolo Stato, come ribadito ancora una volta dal Ministro Prestigiacomo durante l’incontro di Berlino.

Entrambi gli Stati sottolineano l’impegno allo sviluppo delle energie rinnovabili, che dovranno rappresentare una parte sempre più importante del mix energetico nazionale ed europeo, come peraltro già deciso tramite direttiva europea 20-20-20, che obbliga l’Europa a raggiungere il 20% di energia prodotta da fonte rinnovabile entro il 2020. La Germania e l’Italia hanno obiettivi simili al 2020 (18& per la Germania, 17% per l’Italia); ma la Germania si sta impegnando a superare il target assegnato, mentre l’Italia viaggia al momento con un ritardo che difficilmente riuscirà a recuperare.

Sul piano europeo, un altro aspetto di convergenza tra i Ministri riguarda la volontà di dare continuità al Sesto Programma Europeo di Azione Ambientale,  il piano decennale dell’Unione Europea per uno sviluppo ambientalmente sostenibile, che scadrà a luglio 2010. “Riteniamo opportuno – ha spiegato la Prestigiacomo – che la Commissione Europea operi in ambito ambientale all’interno di un Piano Strategico i cui principali elementi sono stati indicati nel Consiglio Ambiente del 20 dicembre 2010 . Si dovrà puntare in particolare su una maggiore integrazione dell’ambiente nelle politiche di settore, sullo sviluppo dell’economia verde e disarticolando il binomio crescita economica-degrado ambientale; puntare sulla promozione di eco-innovazione, ricerca, competitività, porre maggiore attenzione all’ambiente urbano e alla lotta all’inquinamento”.

Sulla governance ambientale mondiale, i Ministri Prestigiacomo e Roettgen trovano un altro punto di comune: entrambi appoggiano la proposta di trasformare l’UNEP, il Programma Ambientale delle Nazioni Unite, in un’agenzia vera e propria. Dichiarano che lavoreranno insieme in questa direzione in vista della prossima riunione dell’UNEP in febbraio a Nairobi.

In chiusura del vertice bilaterale è stato infine affrontato lo spinoso argomento dello smaltimento dei rifiuti, in particolare le problematiche legate al collegamento fra il sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi, il SISTRI, avviato in Italia da poco, e il sistema vigente in Germania: la Germania infatti importa e smaltisce circa un milione e 400 mila tonnellate di rifiuti pericolosi l’anno, dei quali 300 mila tonnellate provenienti dalla Campania.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

maggio 13, 2019

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

Per la comunità scientifica italiana, in particolare quella che studia i Poli, si tratta di un grande risultato, che aprirà la strada a nuovi studi. L’OGS, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – grazie ad un finanziamento di 12 milioni di euro ricevuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – ha acquistato dalla norvegese Rieber [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende