Home » Internazionali »Politiche » La controffensiva ETS: cancellati i crediti di emissione di dubbio valore:

La controffensiva ETS: cancellati i crediti di emissione di dubbio valore

gennaio 25, 2011 Internazionali, Politiche

Courtesy of Ben Heine, Flickr.comIl 21 gennaio l’Europa ha compiuto un grande passo avanti per assicurare la credibilità dei meccanismi di flessibilità dell’Emission Trading System europeo: dal 1 maggio 2013 le aziende incluse nella direttiva ETS non potranno più utilizzare i crediti derivanti da progetti di riduzione di gas serra che distruggono trifluorometano (HFC-23) protossido d’azoto (N2O).

Nell’attuale sistema ETS, infatti, le aziende con obblighi di riduzione delle emissioni che non riescono a raggiungere i limiti stabiliti, hanno oggi la facoltà di coprire parte del loro debito finanziando progetti di riduzione delle emissioni di gas serra all’estero, denominati Joint Implementation (quelli localizzati in Paesi industrializzati) e Clean Development Mechanism (quelli localizzati in Paesi emergenti). Tra i gas serra che possono ottenere questi incentivi, ci sono appunto  l’HFC-23 e l’N2O.

L’HFC-23 è un gas serra molto potente, derivato dalla produzione di condizionatori e frigoriferi, con un global warming potential (effetto sui cambiamenti climatici) pari a 11.700 volte la CO2: questo vuol dire che per ogni tonnellata di HFC 23 abbattuta, vengono riconosciuti 11.700 crediti di CO2, per un controvalore di circa 120-175.000 Euro.

HFC-23 è un sottoprodotto di un gas, l’HCFC-22, che è doppiamente dannoso, in quanto contribuisce sia all’effetto serra, che al buco dell’ozono: per questo l’HFCF-22 è stato già proibito dal Protocollo di Montreal, il trattato per la protezione della fascia di ozono. Anche l’N2O è un gas serra molto dannoso, con un global warming potential di 310 volte la CO2 ed è generato dalle industrie che producono nylon.

Il finanziamento dei progetti riguardanti la distruzione dei gas HFC-23 e N2O provoca tuttavia degli incentivi distorti rispetto agli scopi del Protocollo di Kyoto: le aziende sono infatti incentivate a continuare a produrre o perfino aumentare la produzione di questi gas, per poi ridurli per ottenere i crediti di CO2; l’effetto si ripercuote anche sugli HCFC-22. Inoltre, il meccanismo attualmente in vigore permette a un piccolo gruppo di progetti localizzati per l’80% in Cina di ottenere un numero elevatissimo di crediti a basso costo, provocando uno spostamento di risorse da quelli che dovrebbero essere i progetti finanziati tramite il Clean Development Mechanism: progetti di energia rinnovabile ed efficienza energetica, che aiutino lo sviluppo sostenibile del territorio.

Connie Hedegaard, Commissario Europeo per il Clima e promotrice dei cambiamenti apportati all’ETS si è detta molto soddisfatta per l’adozione del nuovo regolamento a soli 5 mesi dalla sua proposta iniziale, che prevedeva, in realtà, la restrizione dei crediti già dal 1 gennaio 2013. Alcuni Paesi, tra cui Italia, Germania, Gran Bretagna e Polonia, hanno spinto per posticiparla al maggio 2013.

Secondo le analisi effettuate da un gruppo di esperti la posticipazione della data permetterà quindi alle aziende europee di utilizzare 30-50 milioni di crediti in più, corrispondenti a 30-40 milioni di tonnellate di CO2. Un risultato che non era auspicabile se si tiene conto che i crediti da progetti HFC-23 e N2O hanno assorbito finora oltre il 90% delle risorse finanziarie delle aziende italiane destinate a finanziare progetti di Clean Development Mechanism. La palla passa dunque al Parlamento Europeo, che ha tre mesi per commentare la proposta, dopodiché verrà formalmente adottata dalla Commissione Europea.

Secondo la Hedegaard – che ha definito alcuni di questi crediti “di dubbio valore” e contro gli interessi dell’Europa – si tratta comunque di un’importante operazione di pulizia del mercato da crediti di basso valore ambientale, con ampie ripercussioni nel mercato internazionale del carbonio che dovrà essere ”basato su una maggiore qualità e distribuzione dei crediti.”

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende