Home » Nazionali »Politiche » Parchi naturali: la persecuzione continua:

Parchi naturali: la persecuzione continua

luglio 26, 2010 Nazionali, Politiche

I giudici della Corte CostituzionaleSembra grottesco, ma proprio nell’Anno Internazionale della Biodiversità, direttori e presidenti dei parchi italiani, invece di potersi concentrare sui progetti di tutela e valorizzazione dell’ambiente naturale, devono indossare i panni del contabile e dell’avvocato per parare i colpi “istituzionali” che arrivano da ogni parte.

Abbiamo parlato venerdì, con il direttore del Gran Paradiso, del taglio dei trasferimenti ministeriali ai parchi nazionali, previsto dalla finanziaria. Ma anche i parchi regionali sembrano avere i loro bei problemi. 

La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 193 del 4 giugno 2010, ha infatti accolto il ricorso della Presidenza del Consiglio contro la legge regionale 19/2009 della Regione Piemonte, il Testo Unico sulla Tutela delle Aree Naturali e della Biodiversità, che istituiva e disciplinava le Zone di Salvaguardia, ovvero quelle aree di connessione, tra le aree protette, necessarie a garantire continuità territoriale ai progetti avviati dagli enti di gestione.

Il Parco del Po Torinese, ci spiega il direttore Ippolito Ostellino, ha ora presentato all’assessorato competente della Regione Piemonte, una proposta per il mantenimento di queste aree – per scongiurare il mero adeguamento alla sentenza di incostituzionalità attraverso un nuovo status giuridico, compatibile con la normativa nazionale, ma che consenta di conservarne inalterate le funzioni fondamentali.

Potrebbe sembrare una questione di lana caprina, inaccessibile e priva di ricadute pratiche per il cittadino, ma non è così

A differenza di tutti gli altri casi regionali, fa infatti notare il Presidente dell’Ente Parco, Piergiorgio Bevione, nella mozione inviata all’Assessore William Casoni, il progetto di tutela e valorizzazione della fascia fluviale del Po si basa sulla costruzione di un sistema integrato, omogeneo e continuo di territori che ricomprende tutta l’area piemontese del fiume, pur modulandone il livello di protezione fra le Riserve Naturali e, appunto, le Zone di Salvaguardia, che rappresentano il tessuto connettivo di collegamento del fiume con le realtà circostanti, costituendo un vero e proprio corridoio territoriale ed ambientale, sul modello dei migliori esempi europei.

La trasformazione delle Zone di Salvaguardia, bocciate dalla Corte, in Aree Contigue – una categoria analoga contemplata dalla normativa nazionale - consentirebbe di salvare i progetti e le convenzioni in corso, senza sconvolgere e danneggiare il lavoro portato avanti dal Parco negli ultimi anni: dal progetto Corona Verde, al Contratto di Fiume del Torrente Sangone, ai progetti di valorizzazione e marketing territoriale avviati con il marchio turistico Po Confluenze Nord Ovest, alla riqualificazione dei laghi interessati dalle attività estrattive prevista, insieme all’Unione Industriale, dal protocollo Po dei Laghi, al rilancio e alla promozione turistica di opere come il Canale Cavour, punto di partenza di una possibile pista ciclabile tra Chivasso e Milano. Ma soprattutto consentirebbe di mantenere la validitià delle convenzioni con le cave, le società estrattive, che oggi sono – dopo i trasferimenti regionali – la principale forma di finanziamento degli enti di gestione delle aree protette.

“Se il governo si affiderà concretamente a noi per strategie pluriennali”, hanno affermato con orgoglio i dirigenti dei parchi nel sit-in di venerdì scorso a Roma, “le aree protette sapranno dimostrare, in maniera più efficace, l’enorme beneficio in termini di conservazione e sviluppo socio-economico sostenibile”. I Parchi non sono più, nella visione dei nuovi direttori – molto spesso manager qualificati e intraprendenti (e non ecologisti intransigenti e bombaroli) - delle aree da preservare incontaminate sotto una campana di vetro, ma delle eccezionali risorse turistiche ed economiche per il territorio. Per cortesia, lasciateli lavorare!

Andrea Gandiglio

Si veda anche, per completezza di informazione: “Manovra: Federparchi si complimenta con Prestigiacomo sui finanziamenti ai parchi“, Parks.it, 28 luglio 2010

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende