Home » Internazionali »Politiche » Prima settimana a Cancun: la gara a fare peggio:

Prima settimana a Cancun: la gara a fare peggio

dicembre 6, 2010 Internazionali, Politiche

Cancun, Courtesy of COP 16, Flickr.comLa prima settimana negoziale della Conferenza di Cancun sul Clima (COP 16) non ha visto sostanziali passi avanti nei negoziati: gli argomenti in campo sono ancora molti, dai finanziamenti ai Paesi in via di sviluppo, al futuro dei progetti Clean Development Mechanism del Protocollo di Kyoto, alla lotta alla deforestazione.

Non è stata assunta nessuna decisione di rilievo, forse perché fino ad ora a Cancun ci sono stati soltanto i team di negoziatori, i cosiddetti ”sherpa”, mentre i Ministri sono arrivati solamente negli ultimi giorni e inizieranno a partecipare alle sessioni negoziali da domani. I Ministri dovranno valutare e discutere i due nuovi testi negoziali frutto del lavoro dei gruppi (Ad Hoc Working Group on Further Commitments for Annex I Parties under the Kyoto Protocol e Ad Hoc Working Group on Long-term Cooperative Action under the Convention).

Nei primi giorni della conferenza, alcuni Stati si sono tristemente distinti per l’assoluta mancanza di cooperazione e volontà di portare a termine i negoziati: anche quest’anno infatti, come a Copenhagen, ogni giorno sono stati assegnati i Fossil of the Day Award ai Paesi che più si sono impegnati per ostacolare le negoziazioni. Il primo giorno il Canada (ormai lontanto dall’euforia dei Greenest Games di Vancouver) è riuscito nell’impresa storica di vincere il primo, il secondo e addirittura il terzo premio di questi Awards! Il paese nordamericano infatti, non solo non ha dato, durante l’ultimo anno, alcun contributo ai negoziati, ma non ha nemmeno preparato un piano di riduzione delle emissioni di CO2 (perchè rinunicare alle sabbie bituminose dell’Alberta?) e, come se ciò non bastasse, sta cancellando i piani per supportare le energie rinnovabili e altre misure di efficienza energetica.

Anche il Giappone ha ricevuto un Fossil Fuel Award, la cui motivazione recita così: “proprio quando c’è bisogno di spirito di leadership, lo Stato natale del Protocollo di Kyoto rilascia una dichiarazione distruttiva nella sessione plenaria dell’Ad Hoc Working Group on the Kyoto Protocol Cancun, ovvero che in nessuna circostanza il Giappone iscriverà il proprio obiettivo sotto [una nuova fase] del Protocollo di Kyoto”.

Un altro Award è stato poi assegnato agli Stati che hanno proposto di far rientrare i progetti Carbon Capture and Storage nel Clean Development Mechanism del Protocollo di Kyoto e alle proposte di trasportabilità delle vecchie quote del primo periodo Kyoto (fino al 2012) nel nuovo periodo, permettendo così ad alcune nazioni che hanno ricevuto un ammontare di crediti eccessivo nella prima fase Kyoto di usufruirne successivamente.

Nonostante le difficoltà i negoziati vanno avanti. Resta da sperare che da domani si cominci a fare sul serio. Possibile?

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende