Home » Aziende »Eventi »Pratiche » Trapani: quando l’efficienza energetica passa da una turbina:

Trapani: quando l’efficienza energetica passa da una turbina

dicembre 15, 2011 Aziende, Eventi, Pratiche

L’impegno alla riduzione dell’impatto ambientale si manifesta nei modi più diversi e passa anche attraverso le turbine. E’ per ridurre le emissioni prodotte dalle centrali elettriche e per migliorare l’efficienza degli impianti che General Electric - multinazionale da 150 miliardi di dollari di fatturato nel 2010, 3 dei quali solo in Italia – si appresta a realizzare un importante progetto di ammodernamento della centrale di Trapani, di proprietà di E.ON Produzione. Un impianto fondamentale, perchè svolge un ruolo determinante nella stabilizzazione della rete elettrica tra la Regione Sicilia e il resto d’Italia.

Il progetto, che sarà avviato nel terzo trimestre del 2012 e concluso, secondo le previsioni, entro il 2013 è stato annunciato oggi durante un convegno a Milano dal titolo ‘Efficienza energetica: nuove strategie e progetti per un’innovazione sostenibile‘, a cui sono intervenuti rappresentanti di GE ed E.ON, insieme al Vicepresidente e Assessore all’Industria della Regione Lombardia, Andrea Gibelli, che ha partecipato all’incontro in occasione della sua 42esima tappa di ‘Assessorato Itinerante’. A fare gli onori di casa, Sandro De Poli, presidente e amministratore delegato di GE in Italia e Miguel Antoñanzas, presidente e amministratore delegato di E.ON Italia.

La collaborazione tra GE ed E.ON è iniziata, alcuni anni fa, proprio in Lombardia, con la realizzazione di una centrale a Tavezzano (MI). Oggi, dopo quell’esperienza, GE ed E.ON hanno deciso di lavorare insieme in Sicilia: oltre 60 milioni di euro per una sfida impegnativa. Una volta portato a termine, infatti, il progetto farà della centrale di Trapani un punto di riferimento e collegamento per la continuità della rete elettrica regionale, promuovendo anche opportunità di sviluppo industriale locale.

In pratica, le due vecchie turbine a gas “9B”, ormai trentennali, saranno ammodernate con i modelli GE 9E dotati di tecnologia Dry Low NOx (DLN), una sigla oscura che significa miglioramento delle performance operative e contributo all’abbassamento del livello di inquinamento nella zona. Le soluzioni DLN consentono infatti alle turbine a gas di funzionare a livelli di potenza inferiore durante i periodi di bassa richiesta energetica, consumando meno combustibile e aiutando a ridurre i costi operativi degli impianti. Questa tecnologia si basa su decenni di innovazione nelle tecnologie di combustione, con oltre 700 combustori DLN di GE che hanno totalizzato più di 23 milioni di ore operative su circa 800 unità installate in tutto il mondo.

“La ricerca e l’innovazione in ambito energetico sono considerate dalla Regione Lombardia essenziali – ha affermato Gibelli durante il convegno – per integrare uno sviluppo sostenibile a un miglioramento della competitività del sistema produttivo lombardo. Non a caso, infatti, il settore “Energia, fonti rinnovabili e assimilate” è stato inserito tra i 10 settori strategici individuati in accordo col Ministero dell’Istruzione per il bando di ricerca industriale e innovazione sperimentale. Contemporaneamente, la Regione sta dando seguito alla terza fase del Progetto Trend: un’azione d’accompagnamento alle piccole e medie imprese per individuare, incentivare e sostenere interventi volti al risparmio energetico e alla produzione di energia tramite il ricorso a fonti energetiche alternative”.

Gibelli ha anche enfatizzato l’importanza, per le utilities, di operare in conformità con i sempre più stringenti requisiti ambientali regionali, affermando: “L’Italia non può continuare a rimandare le proprie responsabilità. In questo senso vanno gli Aster, accordi regionali di sviluppo, ideati dalla Regione per responsabilizzare la filiera e dare un tempo certo sull’apertura dell’impianto. Inoltre, in vista dell’Expo 2015 vogliamo dimostrare a tutto il mondo che la Lombardia è costituita da una serie di territori specializzati, che garantiscono la qualità della vita dentro un modello fatto da grandi soggetti ma anche da PMI locali”.

“La Lombardia - gli fa eco De Poli – è una delle regioni pilota nel mondo nel settore degli impianti a bassa emissione. Oggi, l’esigenza è quella di sviluppare il settore energetico e di inquinare meno. Per questo, GE ha lanciato progetti specifici, come Ecoimagination e Healthymagination, per progetti efficienti ma che siano anche attenti al controllo dei costi”. E ha sottolineato: “Per noi l’Italia è un mercato che è espressione delle più grandi realtà economiche del mondo, nonostante la crisi”.

Entrando nello specifico del progetto di Trapani, Antoñanzas ha spiegato: “Questo progetto consentirà il rinnovo delle due unità alimentate a gas, sostituendo alcuni componenti primari delle turbine della centrale di Trapani. Una volta completati i lavori, la nostra struttura beneficerà di capacità superiori, di maggiore efficienza e di minor impatto sull’ambiente. In questo momento, le nostre centrali italiane sono le più virtuose del paese e dell’intera Europa”. Numeri alla mano, l’upgrade effettuato da GE permetterà di aumentare dai rispettivi 85 e 89 megawatt di potenza attuali ai 107,8 megawatt per singola unità, con una temperatura di fiamma superiore, nuove caratteristiche di tenuta, nuovi alloggiamenti per lo statore del compressore e nuovi rotori, generatori e un innovativo sistema di combustione. A regime ci si attende dunque che la centrale di Trapani permetta un sostanziale abbattimento dell’anidride carbonica, pur con un aumento della potenza. Senza contare il ritorno economico che gli interventi di efficientamento energetico generano attraverso l’indotto.

Agnese Pellegrini

 

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

aprile 29, 2020

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

Le offerte “verdi” dell’energia elettrica (quelle cioè provenienti da fonti rinnovabili) non possono più essere considerate “alternative”, perché ormai rappresentano la maggior parte di tutte le tariffe disponibili sul mercato. Per il gas, invece, c’è ancora tanta strada da fare. Sono, in sintesi, i risultati dell’analisi che Selectra – azienda che mette a confronto le tariffe [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende