Home » Prodotti »Prodotti »Progetti »Servizi » Alce Nero lancia i primi flagship store:

Alce Nero lancia i primi flagship store

settembre 17, 2010 Prodotti, Prodotti, Progetti, Servizi

Il nuovo flagship store di Alce Nero a Cesena, Courtesy of Alce NeroCibo Cucina Caffè Bio. Non è uno scioglilingua, ma il nuovo format che Alce Nero, marchio cult del biologico, inaugura domani con l’apertura, a Cesena, del primo store monomarca: negozio dove comprare i prodotti della cooperativa, ma anche ristorante e caffetteria, secondo il concept del “biologico come scelta quotidiana“, sia negli acquisti, che per un pasto fuori casa, dalla colazione all’aperitivo. Con un’attenzione particolare alla sostenibilità: ai clienti sarà servita rigorosamente acqua comunale (ulteriormente filtrata dai residui) e i carrelli della spesa saranno di plastica riciclata, realizzati da La Sphera, azienda italo-francese già fornitrice di Eataly. Tutti i prodotti, i menù e le principali informazioni a scaffale saranno inoltre disponibili anche in Braille, l’alfabeto per i non vedenti. I due punti vendita – Cesena e Bologna, che aprirà i battenti a fine ottobre – stanno per questo ottenendo la certificazione “Spreco Zero”, il nuovissimo marchio di Last Minute Market, che garantisce l’adesione ai principi del recupero e di un uso intelligente e condiviso delle risorse.

Abbiamo parlato con Nicoletta Maffini, responsabile marketing, del futuro di questa nuova formula e delle strategie del gruppo che, sull’onda dell’espansione del biologico, ha chiuso l’esercizio luglio 2009-giugno 2010 con 36 milioni di euro di fatturato (+20%).

D) Quali sono le ragioni del successo di Alce Nero?

R) Alce Nero e Mielizia sono una società di produttori. Questo è ciò che ci caratterizza: noi produciamo e distribuiamo direttamente i nostri prodotti, in Italia e nel mondo. Per quanto riguarda l’estero il paese in cui siamo più forti è il Giappone, dove Alce Nero è diffuso da circa 15 anni. Abbiamo una linea di prodotti bio tutti italiani e una linea di fair trade, sempre realizzata da produttori soci, ma all’estero: caffè, the, riso basmati, cioccolata ecc. L’80% dei nostri prodotti è realizzato da soci o comunque con materie prime fornite dai soci.

D) Come nasce l’idea di aprire dei punti vendita monomarca?

R) E’legata alla nostra missione, che è quella di valorizzare i territori e i prodotti che, sul territorio, vengono coltivati dai nostri soci. La formula “Cibo Cucina Caffè Bio” esprime bene la nostra offerta: cibo & bio sono i nostri prodotti, cucina & caffè i servizi – tenendo conto che il caffè è uno dei nostri prodotti di punta sull’equo e solidale. La gamma è comunque molto ampia perchè abbiamo oggi circa 250 referenze nostre, tra le filiere più importanti: pasta, riso, olio, miele ecc. Questo nuovo format consente di degustare un caffè o una brioches farcita al momento con la confettura che si prefersice, oppure fermarsi, fare la spesa e mangiare il proprio pasto in un ambiente confortevole, certificato contro gli sprechi, grazie al lavoro svolto insieme al prof. Segrè dell’Università di Bologna. Tutto l’arredo, curato da Costa Group di La Spezia, è inoltre realizzato con materiali naturali. Riproporremo quest’ambientazione nel nostro stand al Biofach di Norimberga, per far toccare con mano cosa Alce Nero sta facendo in Italia, ma anche perchè riteniamo di aver trovato, in questa formula, la giusta dimensione in cui identificarci. 

D) Obiettivi futuri di sviluppo della “catena”?

R) In Italia direi Roma e Milano, nel 2011. La cosa più importante adesso è però concentrarsi su queste due prime aperture (Cesena e Bologna) per capire di cosa c’è bisogno. Anche perchè, come sosteniamo sia noi che le ricerche di mercato, il consumatore italiano è molto diverso da città a città. Già tra Cesena e Bologna, che sono vicine, ci sono delle grandi differenze, che vanno rispettate. Ci sono poi differenze di alimentazione: i nostri locali avranno una proposta vegetariana, ma anche carne e salumi biologici. In Emilia Romagna non poteva mancare una proposta di questo tipo. Ci deve essere, a mio parere, una grande flessibilità, anche nelle piccole cose, come gli orari di apertura, che rispecchiano le abitudini locali. Ci saranno poi un menu Libera Terra - grazie all’adesione dei nostri soci alla cooperativa che gestisce i beni confiscati alla mafia – e un Menu Bambini, con dei giochi per imparare a conoscere la natura e la biodiversità. Su Bologna si sta infine pensando di attivare anche la consegna dei prodotti a casa, con un mezzo ecologico.

Benedetta Musso

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende