Home » Idee »Prodotti » La cosmesi naturale è cosa antica:

La cosmesi naturale è cosa antica

settembre 9, 2010 Idee, Prodotti

Courtesy of Marcus Respontour (Creative Commons)Nell’epoca in cui spuntano come funghi centri benessere, impazzano i trattamenti miracolosi e nascono discipline che promettono il sogno dell’eterna giovinezza, ci sono alcuni prodotti semplici, naturali e millenari che meritano di essere riportati all’attenzione dei consumatori.

E’ questo lo spirito che muove gli organizzatori del Sana 2010, il Salone Internazionale del Naturale che, giunto alla sua 22esima edizione, apre oggi a Bologna, fino a domenica 12 settembre.

Molti gli stand dedicati alla cosmesi naturale e ai prodotti di bellezza ecologici ed ecocompatibili. Spicca il ritorno di un grande classico come il Sapone di Aleppo (Almalaky Royal), un sapone per l’igiene personale, basato unicamente su grassi di origine vegetale, nato nella città di Aleppo in Siria, dove la lavorazione artigianale segue una tradizione che risale all’antichità, perpetuata generazione dopo generazione.

Le prime notizie di questo sapone si possono trovare addirittura nell’Antico Testamento e risalgono al 2.500 a.C. Da quel momento, ogni anno, a novembre, quando gli olii di oliva vengono prodotti, si ripete lo stesso rituale nei caravanserragli dei vecchi suk di Aleppo. L’olio d’oliva, viene trattato con acqua e bicarbonato di sodio, lentamente, in un calderone di pietra, utilizzando lo stesso sistema di saponificazione usato nell’antichità. Durante la cottura viene poi aggiunto l’olio d’alloro, ingrediente prezioso e importantissimo la cui concentrazione, nel sapone, ne determina il potere curativo: nella concentrazione che va dal 4% all’8% è impiegato per patologie della pelle lievi, come antisettico per la pelle grassa, per l’igiene intima e come emolliente; in concentrazioni superiori, fino a 16%, è indicato invece per patologie più importanti come eczemi, psoriasi, allergie, dermatiti e micosi.

Terminata la cottura, i saponi, ancora di colore verde, vengono messi in impalcature a forma di torre, dove vengono lasciate all’aria fresca per un lungo periodo a maturare. Il sapone secco si indurirà in un lasso di tempo pari a 9 o 10 mesi e verrà successivamente tagliato, rigorosamente a mano, nella sua nota forma “cubica”.

Queste stesse proprietà ecologiche si ritrovano in un altro prodotto millenario, conosciuto già dalle donne dell’antico Egitto, così come da quelle indiane per colorare i capelli e disegnare la pelle con simboli decorativi o religiosi: l’hennè.

L’ hennè si presenta sotto forma di polvere, ottenuta dall’ essiccazione e dallo sminuzzamento delle foglie della Lawsonia inermis, una pianta sempreverde originaria delle regioni calde subtropicali, dell’Africa del nord e centro orientale, dell’Asia minore, dell’Iran e dell’India occidentale, apprezzata per le sue qualità antisettiche. L’henné, infatti, non ha solo il merito di conferire lucidità alla chioma e di tingerla: è anche sebo-normalizzante ed è un ottimo antiforfora. Il suo uso costante rende quindi i capelli più corposi e lucidi, ma a differenza delle normali tinture, può essere tranquillamente usato durante la gravidanza, poiché non contiene ammoniaca ed è completamente naturale.

Curiosità: se si aggiunge all’acqua calda, con cui si impasta la mistura da applicare sui capelli, del té nero o del karkadè o del caffè, è possibile regolare il colore che si desidera e ottenere una gamma che va dal rosso più intenso al bruno. Se invece si aggiunge un cucchiaio di aceto o di yogurt o di limone, mescolando bene fino ad ottenere la consistenza di una crema densa, si fisserà meglio il colore.

Dalla saggezza e dalla cura del corpo mediorientale arriva un altro prodotto, come direbbero i vegani, cruelty-free ovvero non testato sugli animali e composto di elementi totalmente naturali: il khol, valido sostituto delle matite colorate tanto utilizzate da chi ama sottolineare quotidianamente il proprio sguardo. Si tratta infatti di una polvere composta da carbone, olii vegetali, cenere prodotta dalla combustione di frutta a guscio o semi e altre resine speciali che, a seconda degli ingredienti, può essere nero o grigio.

Le prime tracce di uso di kohl risalgono all’età del bronzo (a partire dal XXXVI secolo a.C.), quando veniva utilizzato come protezione dalle infezioni dell’occhio. Virtù che è rimasta inalterata nel tempo e che fanno di questo antico prodotto un vero toccasana per gli occhi: oltre ad abbellirli, li protegge da fattori esterni come la polvere, i raggi del sole, il fumo.

Ultima dell’elenco ma prima nell’ordine di importanza igienica è, infine, la pulizia dei denti. Anche qui la natura ci viene in aiuto e suggerisce un valido sostituto a dentifricio e spazzolino nella “natural brush”, la radice dell’albero Araak (Salvadora Persica) che cresce in tutto il Medio Oriente, ed è anche nota con il nome di sewak (letteralmente: “massaggio”). Già gli antichi Egizi e Babilonesi ne conoscevano le benefiche virtù su denti e gengive e la consideravano ”lo spazzolino da denti per eccellenza” perché pulisce ed elimina i residui di cibo grazie alle sue fibre di cellulosa abbondanti e resistenti, che ben si adattano alla conformazione della dentatura. Nella tradizione di utilizzo millenario, confermata dalle più recenti ricerche scientifiche, la sewak è sempre stata considerata il miglior strumento per mantenere alti livelli di igiene in bocca, prevenire la formazione della carie e della placca, rendere i denti più banchi, rinforzare lo smalto. Con un regolare utilizzo è possibile inoltre rimuovere le macchie di fumo, di caffè e degli agenti inquinanti derivanti da cattiva alimentazione. Se utilizzata ogni giorno, è bene tuttavia tagliare e rinnovare la punta, poiché le sostanze attive svaniscono con l’utilizzo e la parte utilizzata può impolverarsi o sporcarsi.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende