Home » Aziende »Pratiche »Prodotti »Prodotti » L’inchiesta di Greenews sulla sostenibilità dell’editoria italiana:

L’inchiesta di Greenews sulla sostenibilità dell’editoria italiana

maggio 9, 2012 Aziende, Pratiche, Prodotti, Prodotti

In vista dell’apertura, domani, del Salone Internazionale del Libro, a Torino, pubblichiamo la seconda parte dell’inchiesta realizzata dalla nostra collaboratrice Daniela Falchero, sulla sostenibilità ambientale del mondo editoriale italiano. La prima parte è disponibile nella sezione Greenews di LaStampa.it.

Se per le editrici il rispetto per l’ambiente si traduce soprattutto con l’attenzione a una produzione sostenibile, in molti casi gli editori intervistati hanno dichiarato anche la formalizzazione di buone pratiche ambientali a livello aziendale. Il che si traduce in molteplici attività, dalla più scontata, come la raccolta differenziata della carta – pratica condivisa da tutte le case – alle più sofisticate, che coinvolgono non solo i comportamenti dei dipendenti, ma anche, per esempio, la scelta delle apparecchiature e la fornitura dei contratti di energia. Come racconta Michele Di Stefano di Lupetti “In una prima fase siamo partiti da semplici operazioni quali evitare il più possibile la stampa cartacea di e-mail e l’uso di carta riciclata per bozze e comunicazioni interne. Da questo siamo poi passati, per i nuovi acquisti, a componenti hardware a basso consumo energetico”. Claudia Peruccio di EDT ci segnala che negli uffici, oltre ad aderire al Progetto Cartesio, “siamo sensibili anche al risparmio energetico. Ciò significa principalmente pratiche di buona condotta: non accendere le luci durante il giorno, usare un’illuminazione a basso consumo, avere macchine impostate con risparmio energetico automatico, usare l’aria condizionata soltanto nelle ore più calde privilegiando nel resto della giornata l’aerazione naturale. Per una migliore gestione delle risorse energetiche abbiamo installato pannelli fotovoltaici”. Anche per RCS Libri è importante la sensibilizzazione dei dipendenti. Roberto Serino racconta infatti che “a livello di pratiche interne aziendali sono stati implementati vari protocolli: impianti elettrici sofisticati, sensibilizzazione ai dipendenti sull’utilizzo dell’illuminazione, della climatizzazione, delle stampanti”. Anna Bruno Ventre di Edizioni Ambiente evidenzia che “oltre ad essere particolarmente attenti alle raccolte differenziate dei rifiuti che produciamo, abbiamo deciso di attivare contratti di fornitura di energia verde”. Laura Lisci racconta che in Zanichelli “da tempo si attuano comportamenti di buona condotta aziendale come la raccolta differenziata dei rifiuti (carta cartoni e plastica, da imballaggi e non, alluminio, supporti elettronici) o l’attento smaltimento e recupero dei materiali di consumo esausti (toner) e delle attrezzature in dismissione (arredi, lampade, elettronici). Lo smaltimento differenziato dei rifiuti è parte integrante del contratto aziendale dal 2007. Dall’ottobre del 2011 l’azienda in accordo con la rappresentanza dei lavoratori ha concordato un’ancora più capillare diffusione della raccolta nelle varie aree della sede. In più, l’azienda si è dotata di distributori automatici di bevande che somministrano caffè, tè e altre bevande calde e fredde del commercio equosolidale”. Fra gli intervistati, interessante segnalare che ci sono casi in cui non si pensa solo all’attività interna all’azienda, ma anche fuori. Marco Cassini di Minimum Fax, infatti, ci spiega che “oltre alla differenziazione dei rifiuti, all’uso responsabile delle risorse energetiche, all’uso di cartucce rigenerate per fotocopiatrice e stampanti, da qualche anno abbiamo deciso di regalare l’abbonamento annuale alla rete di trasporti pubblici a quei dipendenti che si impegnano a lasciare la macchina a casa e venire al lavoro coi mezzi pubblici almeno tre volte a settimana”. Un’iniziativa che va di pari passo con quella di Marcos y Marcos: Claudia Tarolo e Marco Zapparoli sottolineano che “tutte le nostre consegne in città avvengono con un servizio di corrieri in bicicletta, Urban Bike Messengers. Un’idea che sosteniamo fin dalla sua nascita”.

Alcuni editori hanno scelto dunque di allargare il proprio raggio di azione e si sono messi in gioco anche su altre modalità ecofriendly. Anna Bruno Ventre di Edizioni Ambiente, per esempio, aggiunge: “abbiamo cercato di intraprendere – quando ancora non lo faceva quasi nessuno – la via della smaterializzazione, mettendo a punto servizi specialistici online rivolti alle aziende. Da questo punto di vista, sottovalutato in quanto a impatto ambientale, noi abbiamo ben tre redazioni specializzate che al 70% si dedicano ai siti e al digitale. Intendiamo procedere molto su questa strada, smaterializzando quanto possibile i volumi che produciamo e offrendoli in tutti i formati informatici disponibili”. Minimum Fax ha optato invece per l’esplorazione di altri settori: “lo scorso anno abbiamo lanciato l’iniziativa Re-Book, un concorso di design per creare oggetti utilizzando come materia prima libri altrimenti destinati al macero. Abbiamo collaborato con il Comieco alla realizzazione di un concorso letterario basato sul concetto di riuso, sia in termini di materiali produttivi sia di contenuti letterari, attraverso l’idea delle ‘cover’ di classici della narrativa”. Alla EDT hanno scelto di avviare dei progetti di compensazione: “dove è possibile usiamo carta riciclata, come ad esempio  nella stampa del nostro piccolo successo per ragazzi Il pianeta lo salvo io, dove anche le emissioni di anidride carbonica prodotte dalla pubblicazione di questo titolo sono state compensate con nove alberi messi a dimora nel tratto torinese del Parco Fluviale del Po”. Marcos y Marcos crede nella comunicazione green differenziata per sensibilizzare i propri lettori. Non solo libri ma anche attività correlate: “Abbiamo fondato un’associazione che si chiama Letteratura Rinnovabile e si occupa di sostenere libro, lettura, riuso dei classici e di tutte le fonti letterarie nel modo più eco-compatibile possibile. Abbiamo progettato e lanciato la prima Agenda Rinnovabile, un’agenda perpetua, valida in qualsiasi anno, interamente stampata su carta fabbricata con alghe depurate e appositamente trattate. Abbiamo inoltre recentemente sostenuto il Comune di Milano e il suo progetto Bikewrite, che invitava i cittadini a formulare frasi rivolte agli automobilisti per sensibilizzarli al rispetto dei ciclisti. A nostro avviso, la bicicletta è uno degli strumenti che possono rendere le città più sostenibili, un simbolo di vita nuova, molto più verde, a impatto ambientale zero”.

Last but not least, per chi si fosse posto la domanda, anche Greenews.info stampa i suoi unici due strumenti cartacei – che integrano un’attività quotidiana interamente online – su carta 100% riciclata e certificata FSC ed Ecolabel di Arjowiggins, gruppo cartario francese leader in Europa nella produzione a basso impatto ambientale, che ha recentemente aderito anche al programma Climate Savers del WWF. Le edizioni 2012 dell’Agenda Greenews e del numero monografico del 2° Workshop IMAGE, in fase di produzione, sono inoltre certificate 100% Energia Pulita dal Gruppo Multiutility e il numero monografico verrà stampato dalla Gamedit di Curno, in Provincia di Bergamo, “la prima litografia a basso impatto ambientale”, che ha sviluppato Eco Offset, un modello industriale per stampare con una serie di “varianti ecologiche”, certificato da TÜV Italia.

Daniela Falchero

La nuova classifica “Salvaforeste” di Greenpeace verrà presentata il 10 maggio alle ore 13.00 presso il Salone Internazionale del libro di Torino.

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende