Home » Eventi »Nazionali »Politiche »Prodotti »Prodotti » Zeroemission Rome: l’efficienza per combattere la crisi:

Zeroemission Rome: l’efficienza per combattere la crisi

settembre 6, 2012 Eventi, Nazionali, Politiche, Prodotti, Prodotti

Si è aperta ieri nella Capitale, Zeroemission Rome, la fiera dedicata a energie rinnovabili, sostenibilità ambientale, clima ed emission trading organizzata da Artenergy Publishing presso la Fiera di Roma. Degli oltre 650 espositori del 2011, quest’anno si sono registrati solo 400. C’è chi pensa che la motivazione della diminuzione degli espositori sia semplicemente da ascrivere al fatto che la fiera è stata anticipata alla prima settimana di settembre, a ridosso delle vacanze estive. Ma tra la maggioranza degli operatori aleggia invece pessimismo e aria di crisi.

Le aziende del settore fotovoltaico in particolare non hanno accolto con favore le novità introdotte dal Quinto Conto Energia, entrato in vigore il 27 agosto: Alessandro Cremonesi, presidente del Comitato Industrie Fotovoltaiche Italiane, è intervenuto nel convegno di apertura di Zeroemission per sottolineare la situazione di estrema difficoltà dell’industria italiana del solare. I due punti più critici del nuovo regime incentivante sono l’obbligo di iscrizione nei registri per gli impianti di potenza superiore a 12 kW e il tetto di spesa: si stima infatti che l’ulteriore budget di 700 milioni di Euro attualmente disponibile per i nuovi impianti sarà esaurito in meno di un anno, molto prima quindi del periodo di cinque semestri che dovrebbero essere coperti dal Conto.

“Dal momento che il settore non si trova in una condizione di grid parity e non riuscirà a raggiungere la piena autonomia economico-produttiva nel periodo di un anno, c’è il rischio reale che tutto il settore si fermi una volta raggiunto il limite di budget” Cremonesi sottolinea che il settore fotovoltaico, nonostante la crisi, ha generato nel 2011 un volume di affari di alcune decine di miliardi di Euro: “stiamo parlando di un settore che in Italia occupa tra diretti e indotto almeno 120.000 posti di lavoro.

L’altra sfida introdotta dal Quinto Conto Energia, ovvero la diminuzione delle tariffe incentivanti, richiede una rapida diminuzione dei costi, per cui la parola d’ordine per tutti è efficienza: aumento dei rendimenti, diminuzione dei costi dei pannelli, dei componenti e di installazione. Ingeteam, azienda di origine spagnola produttrice di inverter ha presentato a Zeroemission la sua ricetta per affrontare le novità legislative: una nuova famiglia di inverter che rispondono ai requisiti richiesti dalla nuova normativa CEI 0-21, garanzia estesa a dieci anni e internazionalizzazione: “lo sviluppo del fotovoltaico è oggi entrato a pieno titolo nell’agenda di numerosi Paesi fino ad ora estranei alle nuove fonti di energia e il mercato italiano non può più essere il nostro unico obiettivo”, conferma Stefano Domenicali, general manager di Ingeteam Italia.

Panasonic Solar, produttore di moduli fotovoltaici, punta invece a introdurre soluzioni energetiche di più ampio respiro, passando dall’installazione di un impianto fotovoltaico alla definizione di un sistema energetico, nell’attesa di nuovi moduli più efficienti in arrivo il prossimo anno. Christian Comes, direttore delle vendite per la zona Europa, guarda alla formazione come parte della soluzione: “la formazione degli installatori è fondamentale: sono loro che determinano il successo dell’installazione. Perciò svolgiamo regolarmente delle attività di formazione.” Per Comes il mercato italiano è un po’ difficile, perché instabile, ma comunque molto importante perchè la combinazione di prezzi dell’energia cari e alta irradiazione farà sì – secondo il manager Panasonic – che, nonostante tutto, proprio l’Italia sarà uno dei primi Paesi a raggiungere la grid parity.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende