Home » Progetti » “A scuola dagli alberi”, per un’alfabetizzazione sul mondo naturale:

“A scuola dagli alberi”, per un’alfabetizzazione sul mondo naturale

agosto 7, 2014 Progetti

Fai crescere il ramo su cui sei seduto” è il motto del progetto promosso da Anna Cassarino, lombarda di origini ma toscana di adozione e grande viaggiatrice per il mondo. E proprio scoprendo il mondo è riuscita a conoscere meglio la natura, la cultura di ecologia e umanità, l’universo sorprendente degli alberi, “gli esseri viventi più efficaci per il risanamento dell’ambiente e la bellezza del paesaggio”.

Si chiama “A scuola dagli alberi” ed è un progetto di sensibilizzazione e alfabetizzazione sul mondo naturale in tutte le sue forme – piante, animali, umanità – e su come questi elementi si mescolano, incastrano e condizionano reciprocamente.

“Questa idea è nata esattamente 12 anni fa, durante uno dei miei lunghi viaggi di ascolto e conoscenza”, ci racconta. Guatemala, Messico, Madagascar sono alcune delle mete che hanno avvicinato l’autrice alle nature e alle loro specificità. “Girando per questi Paesi ho capito che anche tra le popolazioni che vivono una grande simbiosi con la loro terra manca una visione d’insieme che forse una volta, quando la natura aveva molto più spazio, non era necessario avere. Adesso, di fronte ad un pianeta al collasso, è importante avere consapevolezza di quanto il piccolo influenzi il globale e della responsabilità di ogni nostra singola scelta”.

E il progetto era pensato proprio per quei Paesi lontani, che vivono nella e con la natura, ma che spesso non hanno gli strumenti e i mezzi per conoscere quello che sta capitando alle altre nature intorno. “In Madagascar l’approccio alla vita quotidiana, economica e contadina segue lo stesso sistema di sempre. Ma oggi non è possibile, non è sostenibile vivere come tanto tempo fa; le conseguenze di alcune scelte sono sotto gli occhi di tutti coloro che hanno la voglia e possibilità di informarsi e conoscere. È che purtroppo manca una cultura diffusa”. Soprattutto in quei Paesi dove il contatto con l’ambiente è più stretto, e dove voleva essere realizzato questo progetto di sensibilizzazione e promozione.

“A scuola dagli alberi” è nata innanzitutto come un’iniziativa culturale che integra la conoscenza generale con quella scientifica, e lo fa a diversi livelli e in diverse forme. Al ritorno in Italia, Anna ha acquistato un camper con cui ha girato e gira costantemente per studiare, elaborare e diffondere il materiale di sensibilizzazione che man mano aggiorna e crea. La sua precedente esperienza di designer e guida turistica a Firenze l’ha avvicinata alla pittura, alla scultura e alle arti che oggi compongono e arricchiscono le sue performance.

“Gli appuntamenti variano a seconda del luogo in cui mi trovo e del pubblico a cui mi rivolgo, ma l’obiettivo è sempre quello di dare una visione d’insieme, spesso partendo dal patrimonio naturalistico locale, e di promuovere l’importanza di una natura vissuta con rispetto e delle scelte consapevoli che tutti e tutte affrontiamo quotidianamente. Voglio spiegare perché anche le piante che scegliamo per il nostro giardino devono essere selezionate con criterio e non solo secondo un senso estetico o perché il verde urbano deve essere studiato in modo professionale e non casuale, visto che determina la qualità dell’aria e della terra o la quantità di acqua necessaria”.

A cavallo tra il mese di luglio e quello di agosto è intervenuta a Ecofuturo, Festival delle ecotecnologie e dell’autocostruzione, presso la Libera Università di Alcatraz, a Gubbio (PE), con un intervento sul ruolo degli alberi in città e sulle conseguenze della pessima gestione del territorio, e a inizio settembre parteciperà a Murabilia, la mostra mercato del giardinaggio di qualità che si svolge sulle mura urbane di Lucca. I suoi appuntamenti si distinguono per l’approfondimento dei temi che ha avuto modo di studiare nel corso degli anni e dei viaggi (“Come punto di partenza per attirare l’attenzione del pubblico ho deciso di far conoscere gli alberi monumentali di tutte le provincie che ho visitato”, si legge sul sito) e per il linguaggio lineare, semplice e artistico che utilizza. Narrazioni brevi e piacevoli, installazioni di supporto e un camper tutto colorato sono gli strumenti che ha scelto in coerenza con una vita professionale e personale armoniosa.

È molto difficile lavorare sulla cultura come donna in Italia. Il progetto è stato pensato per essere realizzato in Madagascar e negli altri paesi che mi hanno stimolata a farlo nascere, ma avevo bisogno innanzitutto di capire quali risultati potevo raggiungere qui. Ed è molto difficile”. “A scuola dagli alberi” è completamente autofinanziato ed è ancora grande il disinteresse anche degli addetti ai lavori. Ma diffondere una cultura completamente svincolata dal commercio, dal profitto e dallo sviluppo, si sa, è un obiettivo audace. Ci va molta pazienza, quella che il contatto con gli alberi e la natura sa trasmettere.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Commercio ecologico e solidale contro la crisi: Greeneria e Letsell lanciano il “franchising online” gratuito

marzo 26, 2020

Commercio ecologico e solidale contro la crisi: Greeneria e Letsell lanciano il “franchising online” gratuito

In tempi di restrizioni alla mobilità delle persone e chiusure di esercizi commerciali dovute all’emergenza coronavirus, l’e-commerce sembra essere l’unica modalità per non bloccare totalmente l’economia e le vendite, soprattutto di prodotti non alimentari. Da qui l’idea di due società piemontesi di lanciare il primo “franchising online” in Italia, per offrire a studenti, famiglie e commercianti una [...]

Premio “Mani Tese”: 10.000 euro per inchieste di giornalismo investigativo e sociale

marzo 25, 2020

Premio “Mani Tese”: 10.000 euro per inchieste di giornalismo investigativo e sociale

Dopo il successo della prima edizione torna il Premio Mani Tese per il giornalismo investigativo e sociale, di cui sono ufficialmente aperte le candidature. Il Premio Mani Tese intende sostenere la produzione di inchieste originali su tematiche concernenti gli impatti dell’attività di impresa sui diritti umani e sull’ambiente, in Italia o nei Paesi terzi in cui [...]

Giornata Mondiale del Riciclo: dati positivi per CONAI. “Ma occorre incentivare l’uso di materia riciclata”

marzo 18, 2020

Giornata Mondiale del Riciclo: dati positivi per CONAI. “Ma occorre incentivare l’uso di materia riciclata”

La Giornata Mondiale del Riciclo del 18 marzo 2020 si apre con una nota di ottimismo. «Secondo le prime stime CONAI, nel 2019 l’Italia ha avviato a riciclo il 71,2% dei rifiuti da imballaggio, una quantità superiore a 9 milioni e mezzo di tonnellate. Se pensiamo che la richiesta dell’Europa è quella di raggiungere il 65% entro [...]

500 elettrica, la prima volta di Fiat

marzo 4, 2020

500 elettrica, la prima volta di Fiat

E’ stata presentata oggi a Milano, in anteprima mondiale, la Nuova 500, la prima vettura di FCA nata full electric, che si preannuncia per il marchio Fiat del gruppo, una nuova rivoluzione, dopo quella che negli anni Sessanta ha reso la mobilità a motore alla portata di tutti. Adesso però, spiegano dal quartier generale Fiat, “It’s [...]

Bando CONAI per l’ecodesign: 500.000 euro in palio per le imprese

marzo 3, 2020

Bando CONAI per l’ecodesign: 500.000 euro in palio per le imprese

L’edizione 2020 del Bando CONAI per l’eco-design degli imballaggi è stata annunciata lo scorso 28 febbraio, con l’obiettivo di stimolare una sfida verso una maggiore sostenibilità ambientale. Le aziende italiane si dovranno infatti confrontare a colpi di miglioramento dei propri imballaggi, rivisti in chiave di economia circolare. Nel 2019 i casi virtuosi presentati e ammessi sono [...]

Inchiesta Altroconsumo: 2/3 dei prodotti acquistati online sui principali e-commerce non è sicuro

febbraio 24, 2020

Inchiesta Altroconsumo: 2/3 dei prodotti acquistati online sui principali e-commerce non è sicuro

Sono risultati impressionanti quelli dell’inchiesta condotta da Altroconsumo insieme ad altre organizzazioni di consumatori europee e pubblicati sul numero di marzo della propria rivista: la maggior parte dei prodotti per bambini, ma anche cosmetici, gioielli, dispositivi elettronici e abbigliamento acquistabili sulle principali piattaforme di e-commerce non è sicuro per la salute e/o non a norma di legge. L’analisi [...]

“Green Week”, a Trento la nuova edizione del Festival della Green Economy

febbraio 10, 2020

“Green Week”, a Trento la nuova edizione del Festival della Green Economy

Nel futuro si potrà viaggiare a emissioni zero? È possibile ridurre la chimica in agricoltura? Come gestire i grandi flussi del turismo mondiale? Il “sistema moda” può essere effettivamente sostenibile? Quale impatto avrà la sostenibilità sul mondo della finanza? L’architettura sta affrontando in maniera adeguata le questioni relative al risparmio energetico e all’utilizzo di nuovi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende