Home » Progetti » “A scuola dagli alberi”, per un’alfabetizzazione sul mondo naturale:

“A scuola dagli alberi”, per un’alfabetizzazione sul mondo naturale

agosto 7, 2014 Progetti

Fai crescere il ramo su cui sei seduto” è il motto del progetto promosso da Anna Cassarino, lombarda di origini ma toscana di adozione e grande viaggiatrice per il mondo. E proprio scoprendo il mondo è riuscita a conoscere meglio la natura, la cultura di ecologia e umanità, l’universo sorprendente degli alberi, “gli esseri viventi più efficaci per il risanamento dell’ambiente e la bellezza del paesaggio”.

Si chiama “A scuola dagli alberi” ed è un progetto di sensibilizzazione e alfabetizzazione sul mondo naturale in tutte le sue forme – piante, animali, umanità – e su come questi elementi si mescolano, incastrano e condizionano reciprocamente.

“Questa idea è nata esattamente 12 anni fa, durante uno dei miei lunghi viaggi di ascolto e conoscenza”, ci racconta. Guatemala, Messico, Madagascar sono alcune delle mete che hanno avvicinato l’autrice alle nature e alle loro specificità. “Girando per questi Paesi ho capito che anche tra le popolazioni che vivono una grande simbiosi con la loro terra manca una visione d’insieme che forse una volta, quando la natura aveva molto più spazio, non era necessario avere. Adesso, di fronte ad un pianeta al collasso, è importante avere consapevolezza di quanto il piccolo influenzi il globale e della responsabilità di ogni nostra singola scelta”.

E il progetto era pensato proprio per quei Paesi lontani, che vivono nella e con la natura, ma che spesso non hanno gli strumenti e i mezzi per conoscere quello che sta capitando alle altre nature intorno. “In Madagascar l’approccio alla vita quotidiana, economica e contadina segue lo stesso sistema di sempre. Ma oggi non è possibile, non è sostenibile vivere come tanto tempo fa; le conseguenze di alcune scelte sono sotto gli occhi di tutti coloro che hanno la voglia e possibilità di informarsi e conoscere. È che purtroppo manca una cultura diffusa”. Soprattutto in quei Paesi dove il contatto con l’ambiente è più stretto, e dove voleva essere realizzato questo progetto di sensibilizzazione e promozione.

“A scuola dagli alberi” è nata innanzitutto come un’iniziativa culturale che integra la conoscenza generale con quella scientifica, e lo fa a diversi livelli e in diverse forme. Al ritorno in Italia, Anna ha acquistato un camper con cui ha girato e gira costantemente per studiare, elaborare e diffondere il materiale di sensibilizzazione che man mano aggiorna e crea. La sua precedente esperienza di designer e guida turistica a Firenze l’ha avvicinata alla pittura, alla scultura e alle arti che oggi compongono e arricchiscono le sue performance.

“Gli appuntamenti variano a seconda del luogo in cui mi trovo e del pubblico a cui mi rivolgo, ma l’obiettivo è sempre quello di dare una visione d’insieme, spesso partendo dal patrimonio naturalistico locale, e di promuovere l’importanza di una natura vissuta con rispetto e delle scelte consapevoli che tutti e tutte affrontiamo quotidianamente. Voglio spiegare perché anche le piante che scegliamo per il nostro giardino devono essere selezionate con criterio e non solo secondo un senso estetico o perché il verde urbano deve essere studiato in modo professionale e non casuale, visto che determina la qualità dell’aria e della terra o la quantità di acqua necessaria”.

A cavallo tra il mese di luglio e quello di agosto è intervenuta a Ecofuturo, Festival delle ecotecnologie e dell’autocostruzione, presso la Libera Università di Alcatraz, a Gubbio (PE), con un intervento sul ruolo degli alberi in città e sulle conseguenze della pessima gestione del territorio, e a inizio settembre parteciperà a Murabilia, la mostra mercato del giardinaggio di qualità che si svolge sulle mura urbane di Lucca. I suoi appuntamenti si distinguono per l’approfondimento dei temi che ha avuto modo di studiare nel corso degli anni e dei viaggi (“Come punto di partenza per attirare l’attenzione del pubblico ho deciso di far conoscere gli alberi monumentali di tutte le provincie che ho visitato”, si legge sul sito) e per il linguaggio lineare, semplice e artistico che utilizza. Narrazioni brevi e piacevoli, installazioni di supporto e un camper tutto colorato sono gli strumenti che ha scelto in coerenza con una vita professionale e personale armoniosa.

È molto difficile lavorare sulla cultura come donna in Italia. Il progetto è stato pensato per essere realizzato in Madagascar e negli altri paesi che mi hanno stimolata a farlo nascere, ma avevo bisogno innanzitutto di capire quali risultati potevo raggiungere qui. Ed è molto difficile”. “A scuola dagli alberi” è completamente autofinanziato ed è ancora grande il disinteresse anche degli addetti ai lavori. Ma diffondere una cultura completamente svincolata dal commercio, dal profitto e dallo sviluppo, si sa, è un obiettivo audace. Ci va molta pazienza, quella che il contatto con gli alberi e la natura sa trasmettere.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende