Home » Idee »Progetti » Dal telefono a gettoni alla Cabina Intelligente: a Torino il primo prototipo:

Dal telefono a gettoni alla Cabina Intelligente: a Torino il primo prototipo

aprile 3, 2012 Idee, Progetti

La cabina telefonica si evolve. E, manco a dirlo, diventa intelligente. Se l’installazione della prima cabina telefonica stradale se l’aggiudicò Milano, giusto 60 anni fa, il primato per la sua evoluzione “smart” è toccato invece a Torino. Ieri, 2 aprile, il Sindaco Piero Fassino ha inaugurato il primo prototipo italiano di Cabina Intelligente, attivato non a caso davanti alla sede del Politecnico di Torino, che collabora con il Comune nello sviluppo del Progetto Europeo “Smart Cities”.

Per ora in fase sperimentale, la cabina è stata realizzata da Telecom Italia in partnership con la startup Ubi Connected ed è un esempio di infrastruttura urbana riprogettata per coniugare funzioni tradizionali e nuove tecnologie, perfettamente in linea con la filosofia “smart”. «Perché buttare via, quando è possibile recuperare?”, ha domandata retoricamente David Nespoli, amministratore delegato di Ubi Connected, in conferenza stampa. “La nostra idea è di partire da oggetti urbani di uso comune (oggi la cabina, domani le fontanelle, le panchine, i cassonetti, le facciate degli edifici, i chioschi) per farne strumenti nuovi, in grado di cambiare, grazie alla tecnologia e al design, l’aspetto e il modo di vivere delle nostre città».

Alla possibilità di effettuare chiamate telefoniche (con la classica moneta, con tessera magnetica o carta di credito), si aggiunge quindi una serie di funzioni fruibili tramite il touchscreen: informazioni su servizi pubblici, mobilità, commercio, social network, turismo e tempo libero (c’è persino un’applicazione per creare percorsi di visita personalizzati). Chi ha con sé il proprio tablet o portatile, può inoltre sedersi tranquillamente sulla panchina accanto alla cabina e navigare in rete con l’accesso Wi-Fi gratuito e libero.

Ma la nuova postazione non sarebbe veramente smart se non pensasse anche alla sicurezza dei cittadini: sullo schermo interno si trova infatti un tasto SOS per le emergenze e in vari punti della cabina sono presenti telecamere di videosorveglianza collegabili con la sala di controllo della Polizia Municipale, così da creare una zona franca a cui ricorrere in caso di pericolo. Infine, sul piano dell’eco-sostenibilità, la Cabina Intelligente fa la sua parte grazie a un pannello fotovoltaico che contribuisce al suo fabbisogno energetico. È inoltre dotata di un sensore per rilevare il grado di inquinamento atmosferico e, sulla pedana esterna, di sei colonnine per la ricarica di bici e scooter elettrici, predisposte in collaborazione con il circuito di bike-sharing della città.

«Si tratta comunque di un progetto ancora in progress, aperto – ha sottolineato Daniela Conti, responsabile della Telefonia Pubblica per Telecom Italia – e in quest’ottica abbiamo avviato un contest rivolto a studenti universitari e sviluppatori per “riempire” di contenuti e servizi la cabina del futuro». Sul piano della progettazione dei contenuti anche il Politecnico di Torino ha fatto la sua parte – come ha spiegato il Rettore Marco Gilli – promuovendo un workshop con studenti italiani e cinesi sulla progettazione smart di un metro quadrato di spazio urbano (la superficie occupata da una cabina telefonica) e, inoltre, sviluppando per la nuova cabina una bacheca online e un portale della didattica dedicato agli iscritti dell’Ateneo, che saranno i primi veri sperimentatori del prototipo.

La fase di test, che durerà per tutto il 2012, già nelle prossime settimane sarà estesa ad altre città italiane e sarà fondamentale sia per definire la forma finale del progetto (funzioni, ubicazioni, usabilità, ecc.) che per stabilire gli investimenti in termini industriali. «Del resto una città veramente smart è tale solo se i cittadini vengono coinvolti direttamente nel suo graduale processo di trasformazione», ha aggiunto Enzo Lavolta, assessore all’Ambiente e all’Innovazione e presidente della Fondazione Torino Smart City, a cui aderisce, come partner, anche Telecom Italia.

«La Cabina Intelligente è parte integrante del progetto Torino Smart City, che è diventato una delle priorità nel governo della città – ha dichiarato Piero Fassino – Si tratta di una concezione opposta a quella ormai superata della città fordista, statica e rigida. La Smart City sarà una città flessibile e aperta, capace di cambiare in meglio le abitudini quotidiane dei suoi abitanti. E per costruirla vogliamo ridefinire le regole d’ingaggio tra pubblico e privato, creando una rete di enti, aziende, università e persone portatori di un’innovazione fondata sul principio della sostenibilità».

Giorgia Marino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

febbraio 1, 2018

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

Una nuova ricerca resa nota da Schneider Electric, leader mondiale dell’automazione e trasformazione digitale dell’energia, rivela che benché la gran parte delle grandi aziende si sentano pronte per affrontare un futuro decentralizzato, decarbonizzato e digitalizzato, molte, in realtà, non stanno ancora prendendo le necessarie misure per integrare e fare evolvere i loro programmi energetici e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende