Home » Progetti » Expo 2015, Milano accelera su ambiente e agricoltura:

Expo 2015, Milano accelera su ambiente e agricoltura

giugno 21, 2012 Progetti

Definizione di un piano straordinario per l’igiene del suolo, lo smaltimento dei rifiuti, la costruzione di nuovi percorsi di mobilità dolce, il miglioramento della qualità urbana della città con lo sviluppo delle vie fluviali (Darsena e Navigli) e rurale: sono le azioni ”ambientali” di “Milano Expo 2015 City Operations”, il cui master program è stato approvato all’unanimità venerdì 15 giugno dalla giunta comunale. Una visione sostenibile (finalmente?) dell’evento a cui si affiancano la creazione degli Orti Urbani e il recupero delle Cascine milanesi.

La valorizzazione agricola di piccole porzioni di territorio, la riqualificazione paesaggistico-ambientale degli spazi aperti del Comune di Milano e gli interventi di miglioramento fondiario, insieme al progetto di valorizzazione delle eccellenze agricole (il recupero delle Cascine, appunto, come punti di informazione, ospitalità e esposizione durante Expo) sono i punti cardine del programma voluto dalla nuova Amministrazione. Le cascine di Milano potranno, in questo modo, non solo consolidare una loro autonoma attività di coltivazione, ma divenire il terminale, verso il cuore della metropoli, delle molteplici forme che un’agricoltura di prossimità può oggi offrire: spazi per la vendita di prodotti ortofrutticoli; orti urbani e vivai; agenzie per l’inserimento nel mercato del lavoro rurale; luoghi di formazione e studio sull’agricoltura biologica e biodinamica; momenti di gioco e educazione alla biodiversità vegetale e animale per i bambini e gli alunni degli asili e delle scuole materne; spazi per una ristorazione di qualità che recuperi non solo le culture tradizionali dell’alimentazione.

L’atteso piano di riqualificazione della Darsena di Milano e dell’area contigua è invece il fiore all’occhiello del più generale progetto delle Vie d’Acqua, il complesso di interventi di valorizzazione paesaggistica e ambientale degli spazi aperti nella cintura Ovest della città, dei Navigli e della rete irrigua che Expo 2015 lascerà in eredità a Milano e alla Lombardia.

Undici azioni “obbligatorie” e sette “qualificanti e strategiche” saranno il piano d’azione anticipato dal sindaco Pisapia. Si tratta di uno strumento di pianificazione integrata che passerà subito (visti i ritardi) alla fase operativa in quanto strumento principale del coordinamento dei progetti e delle attività che Milano intende realizzare per offrire un’immagine della città coerente con la visione dell’amministrazione: attrattiva per i turisti, efficiente nei servizi, vicina ai cittadini e capace di porre le basi per massimizzare i benefici derivanti dall’eredità di Expo 2015. “Milano si prepara a Expo 2015 e il progetto City Operations testimonia l’impegno di tutta l’Amministrazione e mio personale come Sindaco – voglio ribadirlo con forza – per fare dell’Esposizione Universale un successo. Un successo che dovrà essere anche della città, non solo perché tornerà a rivestire una dimensione internazionale che la collocherà al livello delle grandi capitali del resto del mondo, a maggior ragione se saprà trasformarsi in centro di dibattito sui grandi temi cui è dedicata Expo 2015, ma anche perché sarà più attrattiva per chi ci vivrà e per quanti arriveranno per affari, studio o turismo. Ed è proprio questa una delle grandi eredità che Expo lascerà a Milano”, ha dichiarato il Sindaco Giuliano Pisapia. “I progetti per Milano ai quali stiamo lavorando con il Comune – ha aggiunto Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 SpA – sono interventi necessari non solo in vista dell’Expo, ma serviranno a migliorare la qualità di vita in città e a potenziare i servizi a disposizione del cittadino. Sono qualcosa che rimarrà oltre Expo”.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende