Home » Progetti » Expo 2015, Milano accelera su ambiente e agricoltura:

Expo 2015, Milano accelera su ambiente e agricoltura

giugno 21, 2012 Progetti

Definizione di un piano straordinario per l’igiene del suolo, lo smaltimento dei rifiuti, la costruzione di nuovi percorsi di mobilità dolce, il miglioramento della qualità urbana della città con lo sviluppo delle vie fluviali (Darsena e Navigli) e rurale: sono le azioni ”ambientali” di “Milano Expo 2015 City Operations”, il cui master program è stato approvato all’unanimità venerdì 15 giugno dalla giunta comunale. Una visione sostenibile (finalmente?) dell’evento a cui si affiancano la creazione degli Orti Urbani e il recupero delle Cascine milanesi.

La valorizzazione agricola di piccole porzioni di territorio, la riqualificazione paesaggistico-ambientale degli spazi aperti del Comune di Milano e gli interventi di miglioramento fondiario, insieme al progetto di valorizzazione delle eccellenze agricole (il recupero delle Cascine, appunto, come punti di informazione, ospitalità e esposizione durante Expo) sono i punti cardine del programma voluto dalla nuova Amministrazione. Le cascine di Milano potranno, in questo modo, non solo consolidare una loro autonoma attività di coltivazione, ma divenire il terminale, verso il cuore della metropoli, delle molteplici forme che un’agricoltura di prossimità può oggi offrire: spazi per la vendita di prodotti ortofrutticoli; orti urbani e vivai; agenzie per l’inserimento nel mercato del lavoro rurale; luoghi di formazione e studio sull’agricoltura biologica e biodinamica; momenti di gioco e educazione alla biodiversità vegetale e animale per i bambini e gli alunni degli asili e delle scuole materne; spazi per una ristorazione di qualità che recuperi non solo le culture tradizionali dell’alimentazione.

L’atteso piano di riqualificazione della Darsena di Milano e dell’area contigua è invece il fiore all’occhiello del più generale progetto delle Vie d’Acqua, il complesso di interventi di valorizzazione paesaggistica e ambientale degli spazi aperti nella cintura Ovest della città, dei Navigli e della rete irrigua che Expo 2015 lascerà in eredità a Milano e alla Lombardia.

Undici azioni “obbligatorie” e sette “qualificanti e strategiche” saranno il piano d’azione anticipato dal sindaco Pisapia. Si tratta di uno strumento di pianificazione integrata che passerà subito (visti i ritardi) alla fase operativa in quanto strumento principale del coordinamento dei progetti e delle attività che Milano intende realizzare per offrire un’immagine della città coerente con la visione dell’amministrazione: attrattiva per i turisti, efficiente nei servizi, vicina ai cittadini e capace di porre le basi per massimizzare i benefici derivanti dall’eredità di Expo 2015. “Milano si prepara a Expo 2015 e il progetto City Operations testimonia l’impegno di tutta l’Amministrazione e mio personale come Sindaco – voglio ribadirlo con forza – per fare dell’Esposizione Universale un successo. Un successo che dovrà essere anche della città, non solo perché tornerà a rivestire una dimensione internazionale che la collocherà al livello delle grandi capitali del resto del mondo, a maggior ragione se saprà trasformarsi in centro di dibattito sui grandi temi cui è dedicata Expo 2015, ma anche perché sarà più attrattiva per chi ci vivrà e per quanti arriveranno per affari, studio o turismo. Ed è proprio questa una delle grandi eredità che Expo lascerà a Milano”, ha dichiarato il Sindaco Giuliano Pisapia. “I progetti per Milano ai quali stiamo lavorando con il Comune – ha aggiunto Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 SpA – sono interventi necessari non solo in vista dell’Expo, ma serviranno a migliorare la qualità di vita in città e a potenziare i servizi a disposizione del cittadino. Sono qualcosa che rimarrà oltre Expo”.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

dicembre 19, 2018

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

La Camera dei Deputati ha approvato a grande maggioranza, nei giorni scorsi, il testo unificato delle proposte di legge “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, che prevede l’introduzione di un logo nazionale e il riconoscimento del ruolo ambientale dell’agricoltura biologica, oltre a quello economico-sociale [...]

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

dicembre 19, 2018

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

Reborn Ideas è la nuova start up marchigiana nata con l’obiettivo di aggregare e vendere prodotti “ecochic”, 100% Made in Italy, ispirati all’upcycling, al recycling, o realizzati con nuovi materiali ecosostenibili, grazie alla riscoperta della sapiente manualità artigianale italiana. L’upcycling, in particolare, è il processo di conversione di materie prime di scarto o prodotti dismessi [...]

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende