Home » Progetti » Nuova vita ai binari abbandonati:

Nuova vita ai binari abbandonati

dicembre 22, 2010 Progetti

ferrovie, Courtesy of Osvaldo_zoom, Flickr.comIn Italia vi sono oltre 5.000 km di ferrovie dimesse e inutilizzate, 1.500 km di strade arginali di fiumi e canali chiuse al pubblico, 800 km di vecchie carrozzabili abbandonate, 950 km di sentieri costieri inagibili, 2.500 km di vie storiche inutilizzate. Per un totale di 10.750 km di rete viaria da recuperare. Quale il futuro di questo patrimonio?

L’Associazione italiana Greenways, fin dal 1998, promuove il progetto Ferrovie Abbandonate, un tentativo di conservare la memoria dei tracciati ferroviari italiani non più utilizzati. Da quell’esperienza è nata poi la confederazione di associazioni Co.Mo.Do, realtà che si occupano di mobilità alternativa, tempo libero e attività outdoor, con l’idea di promuovere il recupero di tutte le infrastrutture dimesse (ferrovie, strade arginali, percorsi storici ecc.) per realizzare una vera e propria rete nazionale di mobilità dolce e un turismo di mezzi e forme ecocompatibili.

Creare percorsi pedonali e per utenti a mobilità ridotta, percorsi ciclabili o per il turismo equestre: tutte soluzioni che non pregiudicano, in futuro, l’eventuale ripristino del servizio ferroviario, ma che per il momento preservano il territorio dall’abbandono o da usi impropri. La confederazione ha presentato, anni fa, in Senato un disegno di Legge nazionale (n. 1170 del 15.11.2006) proprio per il recupero delle infrastrutture territoriali in disuso, grazie al quale sono stati stanziati ben due milioni di euro per la trasformazione di alcuni tracciati ferroviari in piste ciclabili.

Ripensare tutti questi percorsi, riprogettarli in modo rispettoso per l’ambiente proponendo soluzioni accessibili e sostenibili non è ovviamente immediato: talvolta la convivenza fra utenti diversi (ciclisti e pedoni, cavalieri e ciclisti) non è pacifica e bisogna ricorrere a un vero e proprio ‘galateo’ per la mobilità dolce, in modo che ognuno possa utilizzare al meglio la rete a sua disposizione. È necessario incentivare sentieri ‘orizzontali’ in pianura e lungo le coste, attorno ai paesi e fra una città e l’altra, aperti a un pubblico vasto di fruitori – terza età, scolaresche e portatori di handicap.

Alfonsa Sabatino

ferrovie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende