Home » Recensioni » “Cibo vero”: storie di passione per la terra all’origine del cibo:

“Cibo vero”: storie di passione per la terra all’origine del cibo

giugno 27, 2012 Recensioni

Per fare cibo vero ci vuole agricoltura vera. E per fare agricoltura vera sono necessarie le persone, persone vere”. “L’unico modo di raccontare che cosa significa cibo vero, è quello di raccontare le persone vere, o meglio: lasciare che loro si raccontino”. Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, lo scrive nella postfazione, quando i racconti degli agricoltori ci sono passati davanti uno per uno. Ma queste frasi in realtà sono perfette per introdurre, meglio di qualunque altro commento, il libroCibo vero. Storie di passione per la terra, promosso dal marchio di biologico Alce Nero e edito da Giunti, che sarà presentato oggi a Milano.

Il volume a cura di Rita Brugnara, corredato da belle foto e video (di Alberto Callari e Paolo Panzera) da guardare on line, è il risultato di un viaggio nell’Italia agricola più autentica, iniziato a giugno 2011 in Basilicata e concluso nel cuore delle Dolomiti a fine novembre. Una raccolta di storie di agricoltori biologici legati in modo profondo alla terra che coltivano, a cui li unisce non solo il lavoro, ma elementi più profondi: l’anima, l’identità, i sentimenti, l’amore.

Persone vere come Paolo Steccanella, che a Legnago (Verona) produce frutta, cereali e ortaggi. Dopo aver lavorato nell’industria, nel 1980 è rientrato nell’azienda paterna: “Tutto il tempo libero lo passavo nei campi e allora ho deciso che tanto valeva lasciare l’altro lavoro: questo mi piace di più”. O come Nicola Cecere, titolare di un allevamento di bufale a Cancello e Arnone (Caserta). Una terra conquistata, voluta, desiderata: “Mio padre non avrebbe mai voluto che io venissi a vivere in questo territorio, mi voleva mandare via. Io invece voglio stare qui e desidero che mio figlio viva in questo luogo”.

Sono in tutti i casi agricoltori che hanno per la terra un amore forte. “La terra per me è un dono”, dice Francesco Denora, produttore di cereali di Altamura (Bari). “E’ un patrimonio culturale da ricevere, da custodire, da riconsegnare. E’ un’eredità”, spiega Arturo Santini, a capo di un’azienda frutticola di Cesena. E un sentimento simile unisce gli uomini agli animali. “Con le api ho un rapporto stretto: sono un tutt’uno con loro; è importante per me sentirle dentro di me”, racconta Serena Alunni, apicoltrice a Isola del Piano (Urbino). “Essere tutto il giorno accanto agli animali ti dà tanto. Tutto quello che ti manca dall’esterno te lo danno gli animali, te lo dà la terra”, spiega Roberta Tedeschi, che lavora nell’allevamento di famiglia.

Un rispetto quasi religioso, da cui per tutti è venuta quasi naturale, come una conseguenza necessaria, la scelta del biologico. Una scelta che, dice Gaetano Zenti, produttore di ortaggi di Isola della Scala (Verona), “si conquista stando vicino, lavorando, affrontando anche qualche sconfitta. Ma nel tempo si vede che porta benefici anche a me che lavoro, che sono tranquillo, che mi approccio alla terra con serenità, con osservazione, senza l’ansia di dover fare in continuazione”.

L’agricoltore, e ancor più l’agricoltore biologico, è un lavoro che si fa sempre per passione. I margini, infatti, per le aziende sono scarsi e non si diventa ricchi coltivando la terra. Maria Desiante, giovane titolare della masseria di famiglia a Gravina di Puglia (Bari) lo spiega con una metafora: “Devi essere ammalato di terra. Diversamente non ce la fai ad andare avanti”. Ed è grazie a questi “intellettuali della terra”, come li chiama Petrini, che si può “ridare senso all’atto di nutrirsi. Un atto che può essere agricolo, ecologico, paesaggistico e di giustizia sociale se solo lo vogliamo, se solo condividiamo un po’ del loro sapere e facciamo le giuste scelte al momento della spesa”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Cambiano come Montmartre”, artisti del riuso

settembre 15, 2018

“Cambiano come Montmartre”, artisti del riuso

Per il trentunesimo anno consecutivo, domenica 16 settembre torna a Cambiano, in provincia di Torino, la manifestazione “Cambiano come Montmartre“, un evento per stimolare la creatività dei cittadini con una serie di iniziative che quest’anno ruoteranno intorno al tema “Riuso, Riciclo Creativo e Sostenibilità”. Gli artisti, le associazioni del territorio, le scuole e i diversi attori [...]

Repower presenta la nuova barca “full electric” al Salone Nautico di Genova

settembre 4, 2018

Repower presenta la nuova barca “full electric” al Salone Nautico di Genova

Repower presenterà alla 58° edizione del Salone Nautico di Genova, dal 20 al 25 settembre prossimi, la sua nuova creazione, una delle prime barche nate “full electric”, ricaricabile anche attraverso sistemi di ricarica veloce del mondo e-cars. Con RepowerE, evoluzione cabinata della Reboat, una imbarcazione aperta attiva dal 2016 sul Lago di Garda, l’azienda svizzera – [...]

“Urbanpromo Green”: a Venezia la seconda edizione del convegno sull’urbanistica sostenibile

agosto 30, 2018

“Urbanpromo Green”: a Venezia la seconda edizione del convegno sull’urbanistica sostenibile

Due giorni incentrati sulle innovazioni che le politiche di sostenibilità generano nella pianificazione urbanistica e territoriale, nella progettazione urbana e architettonica, nelle tecniche costruttive e nella erogazione dei servizi urbani. Per il secondo anno consecutivo, il 20 e 21 settembre, si terrà a Palazzo Badoer, sede della Scuola di Dottorato dell’Università Iuav di Venezia, Urbanpromo [...]

Il valore dei fiumi: un report del WWF evidenzia i benefici nascosti

agosto 27, 2018

Il valore dei fiumi: un report del WWF evidenzia i benefici nascosti

In un periodo in cui inondazioni e siccità devastano comunità e paesi in tutto il mondo, il nuovo rapporto del WWF internazionale “Valuing Rivers” sottolinea la capacità che hanno i fiumi, quando sono in buono stato di salute, di mitigare i disastri naturali: benefici che potremmo perdere se si continua a sottovalutare e trascurare il vero valore dei [...]

Le considerazioni dei geologi ad un anno dal terremoto: “alla fine la prevenzione rimane una chimera”

agosto 24, 2018

Le considerazioni dei geologi ad un anno dal terremoto: “alla fine la prevenzione rimane una chimera”

Oggi ricorre il secondo anniversario di quel 24 agosto 2016, quando un terribile terremoto colpì un’ampia fascia appenninica dell’Italia centrale portando con sé lutti e distruzione. A due anni di distanza il Consiglio Nazionale dei Geologi ha fatto quindi il punto, ricordando innanzitutto chi non c’è più e a chi ha perduto tutto – dai propri [...]

GSE: premio da 3.000 euro per tesi di laurea sulla bio-economia circolare

agosto 22, 2018

GSE: premio da 3.000 euro per tesi di laurea sulla bio-economia circolare

GSE, il Gestore Servizi Energetici conferma il suo impegno nell’iniziativa “Premi di Laurea” del Comitato Leonardo, giunta quest’anno alla XXI edizione, mettendo in palio una borsa di studio del valore di 3.000 euro per la migliore tesi di laurea in grado di presentare lo “Sviluppo di sistemi energetici in ambito agro-alimentare per promuovere nuovi modelli di bio-economia [...]

“Blue Heart”, il film di Patagonia contro l’idroelettrico selvaggio da oggi in streaming

agosto 21, 2018

“Blue Heart”, il film di Patagonia contro l’idroelettrico selvaggio da oggi in streaming

Il film documentario di Patagonia, “Blue Heart” – disponibile a partire da oggi, 21 agosto 2018, in tutto il mondo, su piattaforme di streaming come iTunes, Amazon Video, Google Play e Sony PlayStation – racconta della lotta per proteggere gli ultimi fiumi incontaminati d’Europa e concentra l’attenzione internazionale sul potenziale disastro ambientale che potrebbe colpire l’Europa [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende