Home » Recensioni » Come sarà LaMiaAria?:

Come sarà LaMiaAria?

aprile 12, 2010 Recensioni

Courtesy of rete piacenzaLaMiaAria è un sito. E questo di per sè non fa notizia. Ma è il primo sito dedicato alla qualità dell’aria che respiriamo. E questo lo rende molto più interessante.

L’obiettivo è quello di informare adeguatamente i cittadini e i turisti sullo status di uno dei beni fondamentali per la nostra sopravvivenza e per una buona qualità della vita: l’aria che ci circonda. La sfida è dunque di rendere semplice e accessibile un tema troppo spesso appannaggio dei soli esperti. La presentazione del sito recita: “Forti di una esperienza consolidata nazionale e internazionale sul tema, abbiamo potuto toccare con mano che molto spesso gli studi e le iniziative sulla qualità dell’aria rimangono esclusi dalla conoscenza del grande pubblico”.

Certo, anche per colpa nostra, perché, come ha ironicamente sottolineato Lewis Weinstock della US EPA (l’Agenzia Federale Americana per l’Ambiente) nel corso della Conferenza Nazionale sulla Qualità dell’Aria tenutasi a Dallas dal 2 al 5 marzo: “gli specialisti della qualità dell’aria non amano il mondo reale, preferiscono parlare di microgrammi su metro cubo e parti per milione.”

Con lamiaaria.it si vuol colmare questo vuoto mettendo in rete uno strumento informativo ricco di contenuti e scientificamente avanzato che, all’insegna della chiarezza, permetta a tutti di avere piena consapevolezza dello stato dell’aria nella propria città e di programmare, di conseguenza, i propri comportamenti.

“Lamiaaria.it”, sottolineano i gestori del sito, ”vuole essere uno strumento al servizio delle famiglie, delle mamme dubbiose se portare a spasso i propri bimbi nei parchi e nelle strade delle città, dei cittadini delle grandi aree metropolitane come delle piccole comunità territoriali, delle quali troppo spesso non si parla ma che purtroppo non sempre sono esenti da problemi di inquinamento dell’aria.”

Per fare ciò il sito mette a disposizione di tutti gli utenti e a portata di un click:

• le previsioni della qualità dell’aria giorno per giorno per tutti i comuni d’Italia,
• le previsioni in Europa,
• un ricco e aggiornato notiziario tematico sull’inquinamento atmosferico in Italia e nel mondo,
• gli approfondimenti e le risposte a cura di esperti del settore,
• i dati delle reti di monitoraggio ambientale istituzionali,
• la sezione Educaria nella quale la tematica si fa gioco per incuriosire i più piccoli.

Le singole sezioni sono costantemente aggiornate e estremamente semplici da consultare: si possono conoscere le previsioni della qualità dell’aria per regione o per singolo comune e si può addirittura selezionare un indice specifico se, invece dell’Indice generale, si vuol vedere la previsione per un singolo inquinante (Monossido di carbonio CO, Biossido di azoto NO2, Ozono O3, Polveri sottili PM10 o Biossido di zolfo SO2). E’ dunque possibile conoscere in tempo reale a previsione la qualità dell’aria per la notte, la mattina, il pomeriggio e la sera del medesimo giorno e dei 4 giorni successivi.

Nella pagina delle News sono riportate le notizie relative alla qualità dell’aria e, più in generale, all’inquinamento atmosferico, che riguardano sia il nostro Paese che il resto del mondo.

Ma la sezione più utile a chi si approccia per la prima volta a queste tematiche è sicuramente quella delle rubriche: ne L’esperto risponde è possibile inviare una domanda a Mario Cirillo, ingegnere e ricercatore che risponderà ai dubbi relativi all’inquinamento atmosferico; in Cosa fa la mia Amministrazione vengono pubblicate notizie e informazioni su quanto portato avanti dalle amministrazioni locali; Cosa si fa in Europa è la sezione che approfondisce le azioni intraprese nell’Unione Europea per la qualità dell’aria (proposte, progetti, direttive e tutto ciò che viene deciso a Bruxelles sul tema aria). Sulla stessa linea Cosa si fa nel mondo, sezione che aiuta a confrontare le diverse iniziative in giro per il mondo per garantire al cittadino la qualità dell’aria.

Last but not least, la rubrica Cosa posso fare io nella quale vengono suggerite le buone pratiche da mettere in atto per migliorare l’aria che respiriamo o per ridurre gli effetti sulla salute dell’inquinamento dell’aria che ci circonda. Moltissime le informazioni sui comportamenti più efficaci, i suggerimenti per stare all’aria aperta in piena tranquillità e indicazioni per contattare gli Enti competenti in materia. A breve sarà disponibile anche la sezione LaMiaAria 2.0 aperta al contributo dei lettori secondo le modalità ormai consuete del social network. Infine, affinchè le Istituzioni possano avvicinarsi ai cittadini, è a disposizione delle Amministrazioni e degli Enti la Bacheca delle Istituzioni un luogo dove rendere pubbliche le iniziative intraprese per il miglioramento della qualità dell’aria.

Scrivono gli ideatori del sito: “La nostra ambizione è di riuscire a soddisfare il diritto di tutti di conoscere cosa respiriamo, giorno per giorno, per noi stessi e per i nostri cari”.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende