Home » Recensioni » I parchi metropolitani:

I parchi metropolitani

settembre 6, 2010 Recensioni

Parchi metropolitani, Courtesy of Edizioni ETSLa collana “Le aree naturali protette“, della casa editrice ETS, diretta da Renzo Moschini, ha, fino ad oggi, dedicato una serie di volumi alla situazione generale dei parchi, a particolari esperienze regionali e ad aspetti e comparti specifici come le aree protette fluviali. Un osservatorio attento e non indulgente sulla realtà complessa, talvolta sfuggente e non di rado ignorata o sottovalutata dei parchi e delle aree protette italiane.

Il neonato volume dedicato ai parchi iperurbani e metropolitani aggiunge un tassello importante. Parchi metropolitani (€ 24,00) è il titolo di un lungo lavoro messo a punto dai due curatori: Ippolito Ostellino, direttore del Parco del Po Torinese, e Andrea Cavaliere, giovane architetto paesaggista.

La progressiva estensione delle aree protette anche ai contesti di pianura e alle aree con maggiore impatto antropico è un dato ormai consolidato, che introduce le nostre realtà locali in un sistema di parchi con caratteri fortemente urbani. E’ uno scenario in evoluzione, che da alcuni anni fa emergere una continua ricerca di soluzioni innovative per la gestione di questi complessi territori. I parchi urbani e le aree naturali protette, presenti attorno e all’interno delle aree metropolitane, rappresentano oggi un nuovo fronte strategico nello sviluppo di politiche di sostenibilità locale e nell’impegno per la conservazione della biodiversità e per la tutela del paesaggio.

A partire da questo assunto – e attraverso la trattazione delle diverse problematiche investono il rapporto tra aree protette e urbanizzazione – il volume mette in luce le significative esperienze di numerosi parchi metropolitani italiani, impegnati nella gestione e nella valorizzazione delle loro risorse territoriali e raccoglie una serie di schede sulle best practices, intese come azioni e iniziative, nate nelle aree protette metropolitane, che possiedono però caratteristiche tali da poterle declinare in altri contesti gestionali.

“Il sogno è rappresentato dal tentativo di realizzare un progetto di valorizzazione storica, ambientale, paesaggistica e sociale che deve riuscire a connettere città, popolazione e natura attraverso reti ecologico-sociali consapevoli che la battaglia per la conservazione della biodiversità e per un pianeta migliore non sarà vinta lottando soltanto nel cuore della foresta amazzonica, ma anche nei multiformi tessuti di metropoli come Roma, New York, Londra o Rio de Janeiro, dove si forma una coscienza civile e ambientale e dove si possono modificare i comportamenti che provocano il mutamnto ambientale globale”.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende