Home » Recensioni » Il quaderno degli alberi antichi e leggendari:

Il quaderno degli alberi antichi e leggendari

luglio 12, 2011 Recensioni

Quando ti avvii lungo questo cammino, impari dagli alberi un segreto che non puoi più tenere per te: che la vita è ricca di persone e di esperienze che talvolta ‘non riusciamo a vedere’, solo perché non siamo più abituati a farlo”. Un viaggio alla ricerca di alberi storici, che prima dell’uomo hanno messo le radici su terre su cui ancora siedono e svettano. Un cammino, quello intrapreso da Paola Fantin, autrice del piccolo e squisito libro “Il quaderno degli Alberi antichi e leggendari. Sulle tracce dei Patriarchi Verdi” (Kellermann Editore), che diventa un “viaggio dentro di me. Per arrivare a scoprire che non esiste un ‘me’, ma un ‘noi’ dove nessuno è separato, ma unito al Tutto”.

Bellissima, appassionante e appassionata, l’introduzione al manuale che racconta e raccoglie le schede di 33 alberi scoperti in tutta Italia. Una ricerca nata da qualche studio, grazie alle indicazioni di pochi libri, ma che ha preso forma soprattutto grazie alla pazienza dell’autrice, alla sua predisposizione e disponibilità. “Eppure non è facile trovarli. A volte penso che essi di celino volutamente dagli sguardi di quanti non avrebbero nulla da dir loro, se non vacue parole. A chi, invece, si mette in viaggio per incontrarli come vecchi amici, essi si presentano quasi per caso, quali compagni di viaggio inattesi che incontri lungo il tuo cammino e che ti affiancano per un po’, prima di lasciarti proseguire da solo”.

Conoscere alberi, aprirsi a loro, e scoprire tutto il mondo che si cela dietro questi grandi cittadini della Terra, chi li custodisce e protegge e chi invece li usa come oggetti, senza dar loro il rispetto che meritano. “Andando ‘per alberi’, infine, ho imparato a ‘vedere’ gli altri. Perché ognuno di noi, prima o poi nella sua vita – di grande e piccino-, diventa un albero: isolato, chiuso in sé, impenetrabile, indecifrabile, ma soprattutto senza voce”. Quando nessuno ci sente o capisce, allora siamo alberi. Un viaggio andato oltre le migliori aspettative, probabilmente.

Il libro divide gli alberi per zone (Marca Trevigiana, Nordest e Nordovest) a cui si aggiungono alberi magici nel capitolo “Alberi per sognare”: sotto le fronde dell’Olivo della Strega a Magliano (Grosseto) si dice che una strega tenesse strani e misteriosi riti per poi trasformarsi in gatto nero; il Castagno Osteria del Bugeon a Badi (Bologna) si chiama così perché all’interno del tronco, lungo la circonferenza, era stata ricavata un’osteria che ospitava fino a dieci persone.

Le illustrazioni di Roberto Da Re Giustiniani completano in modo meraviglioso le parole dell’autrice, contestualizzano e aggiungono dettagli grafici al viaggio, danno forma a mappe e paesi, presentano gli alberi così come fotografie di amici incontrati durante il percorso.

Il libro – che sembra, come veste grafica, un grazioso quadernetto delle scuole elementari di un tempo - si conclude con il capitolo “…e tu di che albero sei?”, una sorta di oroscopo in cui ad ogni periodo o data corrisponde un albero. Chi nasce dall’11 al 20 aprile o dal 15 al 23 ottobre assomiglia all’Acero, è una persona rispettosa della cosa comune, piena di immaginazione e originalità; il 22 dicembre è la data del Faggio, di chi ama piacere, persona economica e buon leader. Dal 21 al 30 aprile, dal 24 ottobre all’11 novembre l’abero è il Noce, quello della passione, di chi è implacabile, non comune, che con ingegno strategico non accetta compromessi.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende