Home » Recensioni » La green economy nella lente di Yann Arthus-Bertrand:

La green economy nella lente di Yann Arthus-Bertrand

aprile 29, 2013 Recensioni

Il 4 aprile scorso – in occasione del Paris Forum 2013, organizzato da Agence Française de Développement (AFD), UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente) e Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (UNIDO) – è stato presentato dalla Fondazione Good Planet il cortoGreen Economy. Durante il meeting, infatti,  i leader mondiali e i principali attori internazionali si sono confrontati sulla necessità di passare da un processo di produzione incentrato sul lavoro e sulle risorse a un modello di produttività orientato a una maggiore efficienza. È infatti ormai opinione condivisa che lo sviluppo sostenibile, caratterizzato da un minor spreco di risorse e da una maggiore attenzione all’ambiente, sia il modello attraverso il quale perseguire un nuovo assetto economico. L’argomento è stato approfondito analizzando  tre temi in particolare: la Green economy per una crescita verde: dal lavoro alla produttività delle risorse; la regolamentazione del quadro politico-finanziario per perseguire il concetto di “sviluppo sostenibile”e la definizione di un modello industriale ecosostenibile per rafforzare l’economia.

La Fondazione Good Planet – associazione ecologista internazionale fondata nel 2005 dal fotografo Yann Arthus-Bertrand – ha quindi scelto questa occasione per lanciare la sua ultima produzione video. Realizzato con le fotografie aeree dello stesso Arthus-Bertrand, il film illustra infatti i cambiamenti positivi che la green economy potrebbe apportare al modello occidentale di economia e produzione una volta applicata su scala internazionale.

Lo spettatore parte per un viaggio intorno al mondo visto dall’alto, godendo di un punto di osservazione privilegiato che da un lato gli regala una visione nitida sulla bellezza della natura e del pianeta, dall’altro gli evidenzia le debolezze di un sistema sociale ed economico che sta portando al collasso l’eco-sistema. Con un linguaggio chiaro illustrato da immagini che sanno emozionare il video tocca tutti i temi importanti della green economy. Dall’energia rinnovabile all’inquinamento, dal riciclo al risparmio energetico, fino al sogno condiviso di una più equa distribuzione della ricchezza e di un sistema economico produttivo in armonia con l’ambiente. Qualche risultato si è già ottenuto, ma resta ancora molto da fare, come ci ricorda la voce narrante a chiusura del video: “costruire un mondo più rispettoso dell’eco-sistema e soprattutto dell’uomo non è soltanto auspicabile, è anche possibile”.

Yann Arthus-Bertrand non è nuovo a questo tipo di produzioni. Giornalista e fotografo specializzato in immagini aeree – suo è il progetto Earth from above – ha scelto di impiegare il suo talento a servizio dell’ambiente. Da qui la sua decisione di fondare Good Planet e di realizzare, fra le tante attività che segue, una serie di film mirati a sensibilizzare il pubblico sui temi green. Nel 2007, in collaborazione con Luc Besson, è uscito il lungometraggio Home. Nel 2012 ha presentato a Rio+20 il film Planet Ocean girato insieme a Michael Pitiot. Il cortometraggio Green economy rappresenta solo uno dei tanti tasselli che Arthus-Bertrand ha realizzato mediante la sua attività di ambientalista. Ed è già partito con il prossimo: quest’anno ha iniziato le riprese per il suo nuovo lavoro, Human, previsto in uscita per il 2015.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Spinetti (AIGAE) sulla Riforma dei Parchi: “un vero attentato alla figura delle guide”

maggio 30, 2017

Spinetti (AIGAE) sulla Riforma dei Parchi: “un vero attentato alla figura delle guide”

“In Italia invece di valorizzare le figure che tutelano il territorio, si pensa ad affossarle. Alla Camera si sta consumando un vero attentato alla sopravvivenza dei Parchi, delle Aree Naturali, del Turismo Ambientale. I toni trionfalistici di alcuni deputati del PD non li comprendiamo dal momento in cui non ci sarà nulla da festeggiare qualora [...]

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende