Home » Recensioni » Toghe Verdi: storia di battaglie e sentenze in difesa del Belpaese:

Toghe Verdi: storia di battaglie e sentenze in difesa del Belpaese

novembre 14, 2011 Recensioni

Un ritmo incalzante, che scandisce la voglia di sapere, di provocare, di scoprire e raccontare, accompagna la voce di Stefania Divertito, napoletana, giornalista d’inchiesta specializzata in tematiche ambientali, responsabile della cronaca nazionale del quotidiano Metro e autrice di Toghe verdi. Storie di avvocati e battaglie civili (pag. 176, 14.00 euro, Edizioni Ambiente).

Un viaggio compiuto in tanti e lunghissimi weekend di lavoro, a dispensare domande inopportune e poco gradite, tempo libero impegnato a fare ricerca per costruire pagine di appassionante (e passionale) giornalismo di inchiesta, che al di là del mestiere lascia trasparire un filo di coinvolgimento. E tanta rabbia. Nel libro si trovano infatti le inchieste sui disastri di mezza Italia; anzi, dell’Italia intera.

Storie di giornalisti e magistrati che raccontano di bicchieri d’acqua sporca e malata, cercando di svelare chi quell’acqua l’ha inquinata – talvolta per sempre. “Sempre. È una parola difficile da comprendere davvero. Sempre, vuol dire che quella terra sarà sterile per i miei figli, i figli dei miei figli e tutti gli altri che verranno ancora”, sottolinea l’autrice nel lungo prologo iniziale, che cerca di trasmettere e spiegare il dolore e il rancore di una professionista, ma soprattutto di una cittadina, donna e mamma.

I bicchieri d’acqua in questione sono quelli di San Giovanni a Teduccio, nella periferia inquinata e mortale della sua bella Napoli; è l’acqua di “Sarroch, Cagliari, dove il petrolchimico Saras lascia una scia di scarichi e di malati”; poi c’è l’acqua di Vaglia, nel Mugello, che con la TAV si è fatta veleno. E ancora la discarica di Malagrotta a Roma o gli scarichi industriali di Porto Tolle a Rovigo e le Acciaierie Valsugane.

Dalla Calabria al torinese risuona la stessa provocazione “Ne beva pure, è acqua di…”: acqua di morte, di tumori, di processi, di ingiustizia e di sentenze ancora pendenti. Di paura e di silenzi.

Il libro di Stefania Divertito è un viaggio che racconta e che cerca cause, motivi e fonti; che raccoglie voci e che, soprattutto, chiede ed esige risposte. Un’inchiesta di inchieste, con tanto di dati e bibliografia dei documenti ufficiali consultati.

Ad aprire e chiudere il libro due voci impegnate, in diverso modo, sulle questioni ambientali. È il conterraneo Erri De Luca a introdurre Toghe verdi, terminando con un monito che è una domanda senza risposta e, in questi giorni (ancora freschi delle disgrazie di Genova, della Cinque Terre e anche di Napoli), suona tristemente attuale: “Stefania Divertito fruga nella discarica della memoria pubblica e l’aggiorna. Fa restauro di coscienza civile della nostra sbracata identità di popolo. Reagiremo, alla lunga succederà, ma dopo quale altra sciagura ancora?

Chiude il libro la postfazione con le domande al procuratore Raffaele Guariniello, che ha dato lettura di una delle sentenze più forti della storia ambientale d’Italia - quella contro i magnati della Eternit, “che hanno seminato morte a Casale Monferrato e nel resto del Paese” – e che ha seguito la tragica inchiesta sulla morte dei sette operai della ThyssenKrupp, arrivando a condannare i dirigenti e l’amministratore delegato dell’azienda per omicidio volontario.

Storie di vite incrociate, lungo le strade dei crimini ambientali, ma anche di eroismo civile di chi, quotidianamente, cerca di prevenire – prima ancora che curare – queste tragedie.   

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende