Home » Recensioni » Una “Economia dell’abbastanza” per uscire dalla crisi:

Una “Economia dell’abbastanza” per uscire dalla crisi

giugno 6, 2012 Recensioni

Potrebbe limitarsi a una questione di fiducia, ma non è solo l’unica chiave di lettura del successo editoriale di “Economia dell’abbastanza. Gestire l’economia come del futuro ci importasse qualcosa” scritto da Diane Coyle (prefazione all’edizione italiana di Enrico Giovannini, presidente Istat, pag. 368, 24 euro, Edizioni Ambiente), libro-manifesto che ha già scalato le classifiche Usa.

“Ho iniziato a scrivere il libro dopo che mi sono ritrovata a leggere articoli di giornale che raccontavano come le banche non avevano più fiducia e non si prestavano più i soldi tra loro”, racconta Diane Coyle. “Allora mi sono detta: se le banche non hanno più fiducia tra di loro come è possibile che io possa avere fiducia in loro? Allora ho preso col bancomat tutti i soldi che potevo perché temevo di non avere più liquidità per la famiglia. Quello che stava accadendo era una catastrofe straordinaria per tutte le economie occidentali”. Come siamo potuti arrivare a non poter fare più acquisti nei negozi? Si chiede l’autrice. “La causa non è solo finanziaria. Si tratta della sostenibilità, noi stiamo in un’economia non sostenibile e si rischia di collassare. Noi parliamo di insostenibilità ambientale perché non possiamo più continuare a fare ciò che siamo stati abituati a fare fino a ora, ma questo vale anche per il sistema finanziario. Abbiamo un’economia con forti legami tra le persone e le aziende e per questo che è importante la fiducia, ma quando si è in presenza di forti diseguaglianze come si può mantenere il livello di fiducia necessaria? Per questo la sostenibilità ha un senso molto più vasto”.

Da ora in poi dovremo dunque confrontarci con questa domanda: cosa lasceremo alle future generazioni? Quale differenza ci sarà tra quello che abbiamo ricevuto e quello che riceveranno loro? E la questione ambientale è solo una di queste questioni. “Non sappiamo cosa succederà della questione climatica, la questione finanziaria che intaccherà il sistema di previdenza, il sistema sanitario, il mercato del lavoro. Saranno i nostri figli a pagare per questo. Bisogna modificare il nostro sistema finanziario. Uno dei temi è la misurazione. Siamo abituati a misurare il flusso dell’economia: il PIL. E’ un sistema di misurazione importante perché riesce a catturare il tipo di innovazione che rende la nostra vita più confortevole, il miglioramento del livello di vita, della salute. Sono a favore dell’uso del PIL come indicatore, ma sono anche a favore della misura del capitale per sapere quanto capitale stiamo intaccando di anno in anno”.

Insomma il cambiamento più urgente e importante, sostiene l’autrice, è iniziare a pensare al futuro. Se per le crisi in atto (economica, finanziaria, ambientale) si volesse cercare un tratto d’origine in comune, lo si potrebbe con certezza identificare nell’incredibile disprezzo per il domani, che emerge in modo clamoroso soprattutto se si guarda a come viene gestita l’economia. Crearne una sostenibile, in cui tutti abbiano il necessario senza compromettere il futuro, non sarà facile. In “Economia dell’abbastanza”, la Coyle – che guida una società di consulenza specializzata in tecnologia e fenomeni della globalizzazione e ha conseguito un PhD in economia ad Harvardavvia una profonda riflessione su come si possa dare inizio a questo cambiamento e, soprattutto, su quali siano, concretamente, i primi passi da fare.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

marzo 28, 2017

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

Sfruttare al massimo l’energia generata da fonti rinnovabili, superando i limiti che le caratterizzano, quali discontinuità e picchi di sovrapproduzione. È questo l’intento di INGRID, il progetto europeo di ricerca finanziato nell’ambito del 7° Programma Quadro che offre una soluzione tecnologica che consente lo stoccaggio in forma di idrogeno allo stato solido, attraverso dei dischi [...]

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende