Home » Recensioni » Una “Economia dell’abbastanza” per uscire dalla crisi:

Una “Economia dell’abbastanza” per uscire dalla crisi

giugno 6, 2012 Recensioni

Potrebbe limitarsi a una questione di fiducia, ma non è solo l’unica chiave di lettura del successo editoriale di “Economia dell’abbastanza. Gestire l’economia come del futuro ci importasse qualcosa” scritto da Diane Coyle (prefazione all’edizione italiana di Enrico Giovannini, presidente Istat, pag. 368, 24 euro, Edizioni Ambiente), libro-manifesto che ha già scalato le classifiche Usa.

“Ho iniziato a scrivere il libro dopo che mi sono ritrovata a leggere articoli di giornale che raccontavano come le banche non avevano più fiducia e non si prestavano più i soldi tra loro”, racconta Diane Coyle. “Allora mi sono detta: se le banche non hanno più fiducia tra di loro come è possibile che io possa avere fiducia in loro? Allora ho preso col bancomat tutti i soldi che potevo perché temevo di non avere più liquidità per la famiglia. Quello che stava accadendo era una catastrofe straordinaria per tutte le economie occidentali”. Come siamo potuti arrivare a non poter fare più acquisti nei negozi? Si chiede l’autrice. “La causa non è solo finanziaria. Si tratta della sostenibilità, noi stiamo in un’economia non sostenibile e si rischia di collassare. Noi parliamo di insostenibilità ambientale perché non possiamo più continuare a fare ciò che siamo stati abituati a fare fino a ora, ma questo vale anche per il sistema finanziario. Abbiamo un’economia con forti legami tra le persone e le aziende e per questo che è importante la fiducia, ma quando si è in presenza di forti diseguaglianze come si può mantenere il livello di fiducia necessaria? Per questo la sostenibilità ha un senso molto più vasto”.

Da ora in poi dovremo dunque confrontarci con questa domanda: cosa lasceremo alle future generazioni? Quale differenza ci sarà tra quello che abbiamo ricevuto e quello che riceveranno loro? E la questione ambientale è solo una di queste questioni. “Non sappiamo cosa succederà della questione climatica, la questione finanziaria che intaccherà il sistema di previdenza, il sistema sanitario, il mercato del lavoro. Saranno i nostri figli a pagare per questo. Bisogna modificare il nostro sistema finanziario. Uno dei temi è la misurazione. Siamo abituati a misurare il flusso dell’economia: il PIL. E’ un sistema di misurazione importante perché riesce a catturare il tipo di innovazione che rende la nostra vita più confortevole, il miglioramento del livello di vita, della salute. Sono a favore dell’uso del PIL come indicatore, ma sono anche a favore della misura del capitale per sapere quanto capitale stiamo intaccando di anno in anno”.

Insomma il cambiamento più urgente e importante, sostiene l’autrice, è iniziare a pensare al futuro. Se per le crisi in atto (economica, finanziaria, ambientale) si volesse cercare un tratto d’origine in comune, lo si potrebbe con certezza identificare nell’incredibile disprezzo per il domani, che emerge in modo clamoroso soprattutto se si guarda a come viene gestita l’economia. Crearne una sostenibile, in cui tutti abbiano il necessario senza compromettere il futuro, non sarà facile. In “Economia dell’abbastanza”, la Coyle – che guida una società di consulenza specializzata in tecnologia e fenomeni della globalizzazione e ha conseguito un PhD in economia ad Harvardavvia una profonda riflessione su come si possa dare inizio a questo cambiamento e, soprattutto, su quali siano, concretamente, i primi passi da fare.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende