Home » Rubriche »Very Important Planet » Andrea Satta (Têtes de Bois): quando la musica incontra i pedali:

Andrea Satta (Têtes de Bois): quando la musica incontra i pedali

ottobre 4, 2013 Rubriche, Very Important Planet

La bicicletta e la musica sono due passioni che lo accompagnano da sempre. Come si legge nella sua biografia “sin da piccolo appassionato di musica, Andrea viene selezionato per partecipare allo Zecchino d’Oro, ma la sobrietà familiare fa naufragare il progetto. Ripiega dunque sulla passione per il ciclismo, ascoltando il Giro d’Italia alla radio e riproponendo la corsa in casa con dei pezzettini di carta – personalizzati con i colori delle squadre – che sposta soffiandoci sopra”.

Lui è Andrea Satta, voce del gruppo gruppo musicale Têtes de Bois. È anche l’ideatore del Palco a pedali, eco-spettacolo sulla bicicletta alimentato a pedali. 128 spettatori volontari, che con le loro biciclette agganciate a uno speciale cavalletto collegato a una dinamo, pedalano per tutta la durata dello spettacolo. In questo modo i ciclisti-spettatori producono l’energia elettrica per illuminare il palco e far suonare i Têtes de Bois.

D) Ultimamente ci sono stati altri esperimenti simili al vostro Palco a Pedali. Non siete “gelosi” dell’invenzione?

R) Siamo molto contenti. Quando qualcuno inventa una cosa che ha un forte potere di suggestione e un valore simbolico come il Palco a Pedali, sono del parere che non bisogna essere custodi gelosi della propria creatività o invenzione. Più artisti lo fanno e meglio è. È un valore che va condiviso. Se i Têtes de Bois hanno inventato il Palco a Pedali, e se qualcuno lo ha già riprodotto o se altri lo rifaranno, a noi sembra una cosa bellissima. Il nostro esperimento in ogni caso rimane il primo e il più grande. 128 persone in bicicletta producono energia per uno spettacolo per mille spettatori. È un grosso spettacolo che si può fare con la propria bicicletta portata da casa e fissata su un cavalletto. E’ una cosa popolare: vai in una piazza e quella piazza funziona a pedali. Ma al di là del fatto che siamo stati coloro che hanno inventato questo avvenimento, penso e vorrei che tutti gli artisti volenterosi di migliorare questo progetto lo facessero in totale libertà. È un’idea che porta con sé un grande messaggio ambientale. Più condivisa è, meglio è…

D) Oggi la bici vive un vero e proprio boom. La vostra sensibilità verso le due ruote l’avete manifestata in tempi non sospetti con Goodbike

R) Siamo stati molto felici di aver fatto un disco tutto dedicato alla bici. E’ stato molto amato e apprezzato. Al Premio Tenco si posizionò al secondo posto. La bicicletta è semplice, alleggerisce il pensiero e fa veicolare i messaggi. Goodbike è un viaggio sui tempi della bici che sono unici: la velocità nuova che ti fa respirare lo spazio che hai intorno, sensazione che in macchina non puoi vivere perché vai troppo veloce e che a piedi non puoi sentire perché vai troppo piano. La bici ha descritto cento anni di storia e non solo. Attraverso il cinema, la pittura e la canzone. Attraverso i ricordi e la vita di tutti. Prima e anche adesso. Fino a pochissimi anni fa la bicicletta era relegata ad articolo regalo per i bambini o cimelio d’altri tempi, era diffusa in poche regioni d’Italia oppure era vista in una dimensione solamente sportiva e competitiva. Fortunatamente oggi la bicicletta vive una nuova stagione di successo. Al punto che è diventata quasi fin troppo di moda tanto che la pubblicità ha iniziato ad utilizzare la due ruote anche per reclamizzare prodotti molto diversi (come ad esempio i servizi bancari).

D) Sabato 5 ottobre portate il vostro spettacolo alla Maker Faire Rome. Come si colloca il Palco a Pedali all’interno della “fiera degli artigiani del XXI secolo”?

R) Il Maker Faire di Roma si propone come festival dell’innovazione. È un avvenimento che vuole premiare la creatività e l’innovazione anche quando l’innovazione, come nel nostro caso, ha una componente di riuso e riutilizzo. Il Palco a Pedali da certi punti di vista è novità. Ma non lo è assolutamente per altri versi: è un po’ come la bicicletta del nonno che tornando dall’orto accendeva la sua dinamo pedalando. Partendo da questo pensiero ci siamo chiesti: quante lampadine posso accendere? E se riuscissimo a produrre un po’ di Watt potremmo utilizzare l’energia per suonare?  Abbiamo studiato e abbiamo verificato che si poteva fare. La creatività, quindi, non nasce da una “rivelazione divina” bensì da una esperienza precedente di qualcun’altro che creativamente può essere rielaborata e poi trasformata in una cosa nuova. Il Maker Faire Rome premia il concetto della trasformazione e del riuso degli oggetti. Quindi il nostro progetto in questa cornice è perfetto.

D) Questa tua sensibilità verso la bici come la traduci nella vita quotidiana?

R) Uso la bici il più possibile e cerco di parlare di questo argomento in ogni occasione. Oltre a fare il musicista e il cantante dei Têtes de Bois sono un pediatra che lavora e combatte regolarmente contro il grande nemico dell’infanzia moderna: la sedentarietà e l’obesità nei bambini. Per cui vedo nella bicicletta un mezzo da prendere come risposta a queste due questioni sotto forma di gioco e non solo di competizione.

Giuseppe Iasparra

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende