Home » Rubriche »Very Important Planet » Antonija Pacek: “il mare mi porta energia creativa e chiarezza meditativa”:

Antonija Pacek: “il mare mi porta energia creativa e chiarezza meditativa”

gennaio 18, 2019 Rubriche, Very Important Planet

La risposta femminile a Ludovico Einaudi”. Così è stata definita, dalla critica musicale italiana, Antonija Pacek, la compositrice cresciuta in Croazia, dove inizia a scrivere musica a soli sei anni. Poi la laurea a Cambridge e il lavoro a Vienna, dove si occupa di psicologia. Una vera figlia dell’Europa. Antonija, dopo gli album Soul Colours (2014) e Life Stories (2017), è uscita a dicembre con la sua ultima fatica, che racconta in musica una delle bellezze del suo Paese: il mare. Tanta natura in queste tredici composizioni originali, disponibili sulle principali piattaforme di streaming e download digitali, in attesa della tournée 2019, che toccherà Italia, Austria, Croazia ed Emirati Arabi. Ecco cosa ha condiviso con noi…

D) Antonija, ci parli del tuo ultimo album? Senti che si è aperta una fase nuova rispetto a quelli precedenti?

R) Le sfide a cui la vita ci sottopone ogni giorno, l’influenza duratura di una grande perdita, le delusioni dell’amicizia e il senso del perdono, un senso di fiducia nelle proprie azioni e pensieri, un film triste, ma anche momenti felici , sono alcuni dei temi principali che hanno ispirato il mio nuovo album “Il Mare. È un’ottima domanda che cosa c’è di nuovo in questo album rispetto ai miei due album precedenti: alcuni dicono che la mia musica si è evoluta nel tempo, ed è vero che questo album è stato più ispirato dalla natura rispetto agli altri due…

D) L’album è dedicato al Mare ma uno dei brani è intitolato Magic Forest. I boschi e l’acqua (due grandi elementi naturali) influenzano le tue composizioni?

R) Vicino alla casa estiva della mia famiglia, che si trova in riva al mare, c’è una grande e bella foresta. L’intera isola è circondata da un mare blu intenso e limpido. Per almeno due mesi, durante l’anno, il mio sguardo si sofferma su questi paesaggi incredibili e sulla natura. Soprattutto il mare mi porta una chiarezza meditativa e un’energia creativa. Essere collegata alla natura mi ispira e grazie a questa sensazione ho scritto molte delle mie canzoni.

D) La Croazia è infatti una meta turistica conosciuta innanzitutto per la sue bellezze naturali…

R) Sì, la Croazia è immersa in una natura incontaminata, in particolare alcune destinazioni vicine al Mare Adriatico. L’acqua è molto limpida e non è inquinata vicino alle isole. Questo è molto attraente per quei turisti che cercano luoghi tranquilli e per chi ama esplorare la natura. A dire il vero, però, l’ambiente e la musica “autentica” della Croazia hanno influenzato limitatamente la mia espressione musicale. Ho vissuto molto più a lungo a Vienna che in Croazia…

D) Ormai sei una musicista nota a livello internazionale, ma svolgi anche un lavoro molto impegnativo: ti occupi di sviluppo umano e psicologia. Come riesci a conciliare queste due sfere?

R) Mi piace insegnare psicologia e l’ho fatto negli ultimi 22 anni, ma quando compongo mi sento come se fossi “trasportata” e così mi sento spesso durante i concerti. La musica e la composizione mi sembrano terapeutiche. Spero che il mio pubblico possa anche sentire una sorta di terapia risvegliando alcune delle loro emozioni che potrebbero emergere mentre ascoltano le mie melodie. Mi risulta infatti – mi è stato riferito proprio dal mio pubblico – che alcuni avrebbero tenuto la mano del loro compagno o di un amico nei miei concerti, e che i loro pensieri sarebbero fluttuati come in un altro mondo… Alcuni amici mi hanno confessato inoltre di aver lavorato, mentre ascoltavano le mie melodie, su progetti ancora non finiti del tutto per ispirarsi… Alcuni vengono da me per ringraziarmi per le emozioni che hanno provato durante il concerto, o mi abbracciano per ringraziarmi, anche se non li ho mai visti prima. Questo è davvero inimmaginabile e rende quei momenti preziosi e inestimabili. Ecco quindi la migliore connessione tra la mia attività di psicologa e di compositrice: le emozioni presenti nella mia musica sembrano essere terapeutiche per i miei ascoltatori …

D) Quale diagnosi faresti invece al Pianeta? Quali sono i problemi ambientali principali che dovrebbe risolvere?

R) Il riscaldamento globale e lo scioglimento dei ghiacciai su entrambi i poli della Terra, ma anche la plastica che galleggia nel mare e poi viene spinta a riva sulle spiagge, la deforestazione, le fuoriuscite di petrolio in mare. Sono tutti, sicuramente, grandi pericoli per la natura!

D) E tu come cerchi di contribuire a migliorare questa situazione?

R) Nella mia quotidianità divido tutta la spazzatura della famiglia e insegno ai miei figli a fare altrettanto. Se vedo spazzatura per le strade o vicino a qualche spiaggia, la raccolgo e la butto nei cestini. Guido inoltre un’auto ibrida per inquinare meno…

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

aprile 15, 2019

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

Il neozelandese Mitch Evans, del team Panasonic Jaguar, si è aggiudicato sabato 13 aprile il Gran Premio di Roma, settima tappa del campionato mondiale ABB FIA Formula E, “la formula 1 delle auto elettriche”. Al secondo posto Andrè Lotterer su DS Techeetah e al terzo Stoffel Vandoorne del team HWA Racelab. Secondo le stime degli organizzatori la gara è stata seguita [...]

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

marzo 29, 2019

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

Dall’11 al 13 aprile la città di Catania si prepara a ospitare ECOMED, la prima “green expo” siciliana dedicata ai temi della green economy e dell’economia circolare, riletti in prospettiva mediterranea (e non solo nazionale). Per tre giorni il più grande centro fieristico ai piedi dell’Etna – le suggestive “Ciminiere” – sarà la casa di [...]

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

marzo 8, 2019

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

Dell Technologies, tra i maggiori produttori mondiali di soluzioni tecnologiche, ha lanciato nei giorni scorsi un appello ai Governi europei e all’intero settore IT per stimolare un maggiore impegno congiunto verso la sostenibilità, con particolare attenzione all’ambito del public procurement dei servizi IT. Si calcola infatti che, nell’Unione Europea, la spesa pubblica si aggiri intorno a [...]

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

marzo 7, 2019

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

“L’Italia produce ogni anno oltre 4.720 miliardi di bottiglie di acqua minerale in PET e ne rilascia oltre 132.000 tonnellate nelle acque costiere, che in termini di CO2 prodotta corrispondono a 472.000 tonnellate emesse per la loro produzione e 925.000 tonnellate emesse per il loro trasporto, per un totale di 1.397.000 tonnellate di CO2 emesse!”. [...]

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

marzo 1, 2019

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

Da area industriale a enorme quartiere dell’innovazione: NOI Techpark è il nuovo polo culturale e tecnologico di Bolzano nato per ospitare aziende, start up, centri di ricerca e università.  Nature Of Innovation: è questo il significato dell’acronimo NOI Techpark. Un’opera di rigenerazione urbana che già nel nome rivela la sua natura inclusiva, destinata a trasformare [...]

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

marzo 1, 2019

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

Il prossimo 12 aprile 2019 a Firenze, il Museo Salvatore Ferragamo inaugura “Sustainable Thinking“, un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito “ecofashion”. Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende