Home » Rubriche »Very Important Planet » Antonija Pacek: “il mare mi porta energia creativa e chiarezza meditativa”:

Antonija Pacek: “il mare mi porta energia creativa e chiarezza meditativa”

gennaio 18, 2019 Rubriche, Very Important Planet

La risposta femminile a Ludovico Einaudi”. Così è stata definita, dalla critica musicale italiana, Antonija Pacek, la compositrice cresciuta in Croazia, dove inizia a scrivere musica a soli sei anni. Poi la laurea a Cambridge e il lavoro a Vienna, dove si occupa di psicologia. Una vera figlia dell’Europa. Antonija, dopo gli album Soul Colours (2014) e Life Stories (2017), è uscita a dicembre con la sua ultima fatica, che racconta in musica una delle bellezze del suo Paese: il mare. Tanta natura in queste tredici composizioni originali, disponibili sulle principali piattaforme di streaming e download digitali, in attesa della tournée 2019, che toccherà Italia, Austria, Croazia ed Emirati Arabi. Ecco cosa ha condiviso con noi…

D) Antonija, ci parli del tuo ultimo album? Senti che si è aperta una fase nuova rispetto a quelli precedenti?

R) Le sfide a cui la vita ci sottopone ogni giorno, l’influenza duratura di una grande perdita, le delusioni dell’amicizia e il senso del perdono, un senso di fiducia nelle proprie azioni e pensieri, un film triste, ma anche momenti felici , sono alcuni dei temi principali che hanno ispirato il mio nuovo album “Il Mare. È un’ottima domanda che cosa c’è di nuovo in questo album rispetto ai miei due album precedenti: alcuni dicono che la mia musica si è evoluta nel tempo, ed è vero che questo album è stato più ispirato dalla natura rispetto agli altri due…

D) L’album è dedicato al Mare ma uno dei brani è intitolato Magic Forest. I boschi e l’acqua (due grandi elementi naturali) influenzano le tue composizioni?

R) Vicino alla casa estiva della mia famiglia, che si trova in riva al mare, c’è una grande e bella foresta. L’intera isola è circondata da un mare blu intenso e limpido. Per almeno due mesi, durante l’anno, il mio sguardo si sofferma su questi paesaggi incredibili e sulla natura. Soprattutto il mare mi porta una chiarezza meditativa e un’energia creativa. Essere collegata alla natura mi ispira e grazie a questa sensazione ho scritto molte delle mie canzoni.

D) La Croazia è infatti una meta turistica conosciuta innanzitutto per la sue bellezze naturali…

R) Sì, la Croazia è immersa in una natura incontaminata, in particolare alcune destinazioni vicine al Mare Adriatico. L’acqua è molto limpida e non è inquinata vicino alle isole. Questo è molto attraente per quei turisti che cercano luoghi tranquilli e per chi ama esplorare la natura. A dire il vero, però, l’ambiente e la musica “autentica” della Croazia hanno influenzato limitatamente la mia espressione musicale. Ho vissuto molto più a lungo a Vienna che in Croazia…

D) Ormai sei una musicista nota a livello internazionale, ma svolgi anche un lavoro molto impegnativo: ti occupi di sviluppo umano e psicologia. Come riesci a conciliare queste due sfere?

R) Mi piace insegnare psicologia e l’ho fatto negli ultimi 22 anni, ma quando compongo mi sento come se fossi “trasportata” e così mi sento spesso durante i concerti. La musica e la composizione mi sembrano terapeutiche. Spero che il mio pubblico possa anche sentire una sorta di terapia risvegliando alcune delle loro emozioni che potrebbero emergere mentre ascoltano le mie melodie. Mi risulta infatti – mi è stato riferito proprio dal mio pubblico – che alcuni avrebbero tenuto la mano del loro compagno o di un amico nei miei concerti, e che i loro pensieri sarebbero fluttuati come in un altro mondo… Alcuni amici mi hanno confessato inoltre di aver lavorato, mentre ascoltavano le mie melodie, su progetti ancora non finiti del tutto per ispirarsi… Alcuni vengono da me per ringraziarmi per le emozioni che hanno provato durante il concerto, o mi abbracciano per ringraziarmi, anche se non li ho mai visti prima. Questo è davvero inimmaginabile e rende quei momenti preziosi e inestimabili. Ecco quindi la migliore connessione tra la mia attività di psicologa e di compositrice: le emozioni presenti nella mia musica sembrano essere terapeutiche per i miei ascoltatori …

D) Quale diagnosi faresti invece al Pianeta? Quali sono i problemi ambientali principali che dovrebbe risolvere?

R) Il riscaldamento globale e lo scioglimento dei ghiacciai su entrambi i poli della Terra, ma anche la plastica che galleggia nel mare e poi viene spinta a riva sulle spiagge, la deforestazione, le fuoriuscite di petrolio in mare. Sono tutti, sicuramente, grandi pericoli per la natura!

D) E tu come cerchi di contribuire a migliorare questa situazione?

R) Nella mia quotidianità divido tutta la spazzatura della famiglia e insegno ai miei figli a fare altrettanto. Se vedo spazzatura per le strade o vicino a qualche spiaggia, la raccolgo e la butto nei cestini. Guido inoltre un’auto ibrida per inquinare meno…

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende