Home » Rubriche »Very Important Planet » Antonija Pacek: “il mare mi porta energia creativa e chiarezza meditativa”:

Antonija Pacek: “il mare mi porta energia creativa e chiarezza meditativa”

gennaio 18, 2019 Rubriche, Very Important Planet

La risposta femminile a Ludovico Einaudi”. Così è stata definita, dalla critica musicale italiana, Antonija Pacek, la compositrice cresciuta in Croazia, dove inizia a scrivere musica a soli sei anni. Poi la laurea a Cambridge e il lavoro a Vienna, dove si occupa di psicologia. Una vera figlia dell’Europa. Antonija, dopo gli album Soul Colours (2014) e Life Stories (2017), è uscita a dicembre con la sua ultima fatica, che racconta in musica una delle bellezze del suo Paese: il mare. Tanta natura in queste tredici composizioni originali, disponibili sulle principali piattaforme di streaming e download digitali, in attesa della tournée 2019, che toccherà Italia, Austria, Croazia ed Emirati Arabi. Ecco cosa ha condiviso con noi…

D) Antonija, ci parli del tuo ultimo album? Senti che si è aperta una fase nuova rispetto a quelli precedenti?

R) Le sfide a cui la vita ci sottopone ogni giorno, l’influenza duratura di una grande perdita, le delusioni dell’amicizia e il senso del perdono, un senso di fiducia nelle proprie azioni e pensieri, un film triste, ma anche momenti felici , sono alcuni dei temi principali che hanno ispirato il mio nuovo album “Il Mare. È un’ottima domanda che cosa c’è di nuovo in questo album rispetto ai miei due album precedenti: alcuni dicono che la mia musica si è evoluta nel tempo, ed è vero che questo album è stato più ispirato dalla natura rispetto agli altri due…

D) L’album è dedicato al Mare ma uno dei brani è intitolato Magic Forest. I boschi e l’acqua (due grandi elementi naturali) influenzano le tue composizioni?

R) Vicino alla casa estiva della mia famiglia, che si trova in riva al mare, c’è una grande e bella foresta. L’intera isola è circondata da un mare blu intenso e limpido. Per almeno due mesi, durante l’anno, il mio sguardo si sofferma su questi paesaggi incredibili e sulla natura. Soprattutto il mare mi porta una chiarezza meditativa e un’energia creativa. Essere collegata alla natura mi ispira e grazie a questa sensazione ho scritto molte delle mie canzoni.

D) La Croazia è infatti una meta turistica conosciuta innanzitutto per la sue bellezze naturali…

R) Sì, la Croazia è immersa in una natura incontaminata, in particolare alcune destinazioni vicine al Mare Adriatico. L’acqua è molto limpida e non è inquinata vicino alle isole. Questo è molto attraente per quei turisti che cercano luoghi tranquilli e per chi ama esplorare la natura. A dire il vero, però, l’ambiente e la musica “autentica” della Croazia hanno influenzato limitatamente la mia espressione musicale. Ho vissuto molto più a lungo a Vienna che in Croazia…

D) Ormai sei una musicista nota a livello internazionale, ma svolgi anche un lavoro molto impegnativo: ti occupi di sviluppo umano e psicologia. Come riesci a conciliare queste due sfere?

R) Mi piace insegnare psicologia e l’ho fatto negli ultimi 22 anni, ma quando compongo mi sento come se fossi “trasportata” e così mi sento spesso durante i concerti. La musica e la composizione mi sembrano terapeutiche. Spero che il mio pubblico possa anche sentire una sorta di terapia risvegliando alcune delle loro emozioni che potrebbero emergere mentre ascoltano le mie melodie. Mi risulta infatti – mi è stato riferito proprio dal mio pubblico – che alcuni avrebbero tenuto la mano del loro compagno o di un amico nei miei concerti, e che i loro pensieri sarebbero fluttuati come in un altro mondo… Alcuni amici mi hanno confessato inoltre di aver lavorato, mentre ascoltavano le mie melodie, su progetti ancora non finiti del tutto per ispirarsi… Alcuni vengono da me per ringraziarmi per le emozioni che hanno provato durante il concerto, o mi abbracciano per ringraziarmi, anche se non li ho mai visti prima. Questo è davvero inimmaginabile e rende quei momenti preziosi e inestimabili. Ecco quindi la migliore connessione tra la mia attività di psicologa e di compositrice: le emozioni presenti nella mia musica sembrano essere terapeutiche per i miei ascoltatori …

D) Quale diagnosi faresti invece al Pianeta? Quali sono i problemi ambientali principali che dovrebbe risolvere?

R) Il riscaldamento globale e lo scioglimento dei ghiacciai su entrambi i poli della Terra, ma anche la plastica che galleggia nel mare e poi viene spinta a riva sulle spiagge, la deforestazione, le fuoriuscite di petrolio in mare. Sono tutti, sicuramente, grandi pericoli per la natura!

D) E tu come cerchi di contribuire a migliorare questa situazione?

R) Nella mia quotidianità divido tutta la spazzatura della famiglia e insegno ai miei figli a fare altrettanto. Se vedo spazzatura per le strade o vicino a qualche spiaggia, la raccolgo e la butto nei cestini. Guido inoltre un’auto ibrida per inquinare meno…

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

dicembre 13, 2019

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

Con 261 voti a favore, 178 contrari e 5 astenuti, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva, il 10 dicembre, il disegno di legge di conversione (A.C. 2267) del D.L. 111/2019 (cosiddetto “Decreto Clima“) nel testo già approvato, con modifiche, dal Senato (A.S. 1547). Il provvedimento, composto originariamente di 9 articoli, a seguito delle modifiche [...]

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

dicembre 10, 2019

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

Mercoledì 4 dicembre, al Museo Nazionale della Montagna ”Duca degli Abruzzi” di Torino, ha preso il via il progetto Urban Forest, un’iniziativa che costituisce il nucleo centrale della mostra “Tree Time”, a cura di Daniela Berta e Andrea Lerda. Il bosco che circonda il Museo è infatti un vero e proprio bosco urbano nel centro della [...]

Accordo Essity-Assocarta: i fanghi di cartiera diventano solette per le scarpe

dicembre 10, 2019

Accordo Essity-Assocarta: i fanghi di cartiera diventano solette per le scarpe

La multinazionale svedese Essity – leader mondiale nei settori dell’igiene e della salute con brand come TENA, Nuvenia e Tempo – ha annuncia ieri un nuovo progetto di economia circolare che vede coinvolto lo stabilimento produttivo di Porcari (LU), in Toscana. Grazie ad un processo di riutilizzo degli scarti di cartiera, originariamente destinati alla discarica, [...]

Ford e McDonald’s: componenti per le automobili dagli scarti dei chicchi di caffè

dicembre 9, 2019

Ford e McDonald’s: componenti per le automobili dagli scarti dei chicchi di caffè

Ford Motor Company e McDonald’s USA hanno annunciato che presto daranno avvio ad un processo di trasformazione degli scarti dei chicchi di caffè, in componenti per le automobili, come l’alloggiamento dei fari. Ogni anno, durante la lavorazione di milioni di chicchi di caffè, l’involucro si stacca naturalmente durante il processo di tostatura. Oggi è tecnologicamente [...]

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

dicembre 5, 2019

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

Un racconto per immagini su un mondo surriscaldato dalle emissioni nocive,  invaso dalla plastica e dalla sporcizia, dove l’habitat naturale di animali e piante viene bruciato ed annientato.  Una storia che prende il nome di “De Ruina Terrae. L’impatto dell’uomo sulla natura” e che sarà possibile ripercorrere dal 5 (inaugurazione alle ore 19,00) al 7 [...]

Green Jobs: in libreria la nuova guida di Tessa Gelisio e Marco Gisotti

dicembre 5, 2019

Green Jobs: in libreria la nuova guida di Tessa Gelisio e Marco Gisotti

Quali sono le 100 professioni più richieste, oggi, in Italia? La risposta è nella nuovissima guida “100 green jobs per trovare lavoro”, firmata da Tessa Gelisio e Marco Gisotti – già autori nel 2008 della “Guida ai Green Jobs” – per Edizioni Ambiente (384 pagg. 18 euro), disponibile nelle librerie fisiche e digitali dal 21 novembre 2019: un vademecum per [...]

Ricerca AXA: cambiamento climatico prima preoccupazione per tre italiani su quattro

novembre 26, 2019

Ricerca AXA: cambiamento climatico prima preoccupazione per tre italiani su quattro

Il cambiamento climatico irrompe al primo posto in cima alla lista dei temi prioritari per gli italiani. È “il problema” per tre italiani su quattro, che pensano che abbia un impatto diretto sulla propria salute e che si tratti di una sfida collettiva con impatti sulla loro vita, a livello personale. Sono alcune delle principali evidenze [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende