Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Corchiano, il Comune “a 5 stelle”:

Corchiano, il Comune “a 5 stelle”

maggio 11, 2011 Campioni d'Italia, Rubriche

Tutto è iniziato nel 2009, quando sindaco e amministrazione comunale hanno deciso di scommettere su un’idea: la raccolta differenziata porta a porta è possibile. Il nuovo corso è cominciato così. Dopo, sono fiorite pian piano tante altre idee per una vita più sostenibile, dalla Casa dell’acqua all’obiettivo dei Cento tetti fotovoltaici.

Siamo a Corchiano, il paese in provincia di Viterbo che nel 2010 ha vinto il premio assoluto Comuni a cinque stelle, per i buoni risultati ottenuti nei cinque ambiti presi in considerazione dal concorso: gestione del territorio, impronta ecologica della “macchina comunale”, rifiuti, mobilità sostenibile, nuovi stili di vita.

Qui, racconta il sindaco Bengasi Battisti, di professione chirurgo d’urgenza, «un paio di anni fa, da un giorno all’altro, nelle strade del paese sono scomparsi i cassonetti. Ci aspettavamo di trovare l’immondizia per strada, e invece il giorno dopo tutto è andato bene». Il segreto del successo? «Abbiamo coinvolto i cittadini dal basso. L’idea del porta a porta è nata nel 2006, durante uno dei corsi per i giovani che teniamo ogni estate. Da lì, è iniziato un periodo in cui abbiamo incontrato persone e esperienze. E poi abbiamo avviato un programma di formazione per i cittadini, sempre aiutati dai ragazzi del paese, che negli ultimi giorni hanno addirittura presidiato i cassonetti per informare tutti sulla novità, e prima ancora hanno ideato lo slogan del Porta a porta: “L’orgoglio di un paese pulito”». I risultati sono stati strabilianti: «Partendo da una percentuale di raccolta differenziata quasi inesistente, siamo arrivati oggi all’85%».

Il coinvolgimento dà i suoi frutti. I cittadini (3.800 in tutto) tornano così a voler bene al loro piccolo borgo, si sentono partecipi dei buoni risultati e iniziano a proporre altre buone pratiche. «Nel 2009, sono stati i cittadini a proporre di costruire la Casa dell’acqua. In sei mesi, ne abbiamo distribuita tantissima: 500.000 litri. La fontana è diventata un luogo di incontro e di consapevolezza che l’acqua è un bene pubblico». Poi è venuto il recupero dell’olio di frittura da trasformare in carburante per lo scuolabus: «Grazie al coinvolgimento, emergono anche saperi locali. Un cittadino sapeva dell’esistenza di questo centro di raccolta dell’olio nella zona e ci ha proposto l’iniziativa. Ad oggi, 300 famiglie hanno richiesto la tanica per raccogliere l’olio, che costa cinque euro».

Per sostenere il cammino verso un nuovo stile di vita, il Comune ha messo in piedi la Bottega delle buone pratiche, un luogo dove appunto si trova tutto ciò che serve per una vita più sostenibile, dai kit per la raccolta differenziata ai contenitori per l’olio fritto. Nei negozi del centro storico, «uniti tutti dal progetto del centro commerciale naturale, si vendono prodotti a chilometro zero e detersivi alla spina. Una scelta che è venuta dai commercianti stessi». E anche i vigili urbani, un bel giorno, si sono lasciati contaminare dal nuovo corso e hanno deciso di usare la bicicletta: «Tra poco avranno anche due cavalli, che useranno per controllare il parco sotto al paese, recuperato alcuni anni fa». La valle sotto a Corchiano era stata trasformata in discarica, oggi è un Monumento naturale. All’interno del parco, sono stati realizzati anche degli orti urbani affidati ai cittadini: «Abbiamo creato una specie di banca del seme, dove tutti hanno l’obbligo di riportare i semi degli ortaggi. Così salvaguardiamo la biodiversità».

Per chi vuole passare all’energia solare, è ancora in corso il progetto dei Cento tetti fotovoltaici, affiancato da un gruppo d’acquisto di pannelli fotovoltaici, promosso dal Comune in collaborazione con l’Università di Viterbo: «Siamo già a 40 tetti. L’altro giorno ho visto che anche il nostro frantoio sta passando all’energia solare». E i nuovi edifici? «A Corchiano si può costruire, a patto che si rispettino tutti i criteri dell’efficienza energetica». Tante idee continuano a venire dai giovani, riuniti nel “Consiglio Comunale dei Ragazzi”. Sono loro ad aver ideato, per esempio, le multe al contrario: «Il vigile contesta una buona pratica e consegna al ragazzo degli eco-euro, una moneta che abbiamo coniato noi per promuovere azioni locali sostenibili, e che può essere utilizzata alla Bottega delle buone pratiche o per acquistare prodotti equo solidali».

Il modello Corchiano è riuscito a contaminare anche altri paesi vicini: «C’è un interesse soprattutto da parte dei singoli cittadini, che spingono i loro amministratori ad attuare progetti come i nostri. La Casa dell’acqua ha invaso la provincia, il Porta a porta è presente in almeno 20 comuni. Siamo riusciti a dimostrare che quello che si dice a parole può veramente diventare prassi».

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende