Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Ecolumière: i led diventano intelligenti, senza bisogno della domotica:

Ecolumière: i led diventano intelligenti, senza bisogno della domotica

novembre 13, 2013 Campioni d'Italia, Rubriche

Uno dei discorsi più ripetuti nei convegni sulle città intelligenti riguarda i cittadini: “Perché le città diventino smart, bisogna che prima di tutto lo siano i loro abitanti”. Non basta avere un telefonino di ultima generazione, o fare la raccolta differenziata: quello che deve cambiare per davvero è il modo di guardare le cose. La storia di Ecolumière, start-up torinese vincitrice del Premio nazionale per l’Innovazione del network degli incubatori italiani PniCube grazie ai suoi led intelligenti e ad alta efficienza, dimostra come i cambiamenti più preziosi derivino spesso da un approccio più “smart” al lavoro, in questo caso in ambito accademico e imprenditoriale.

Partiamo dall’inizio. Flavio Ghirardi, imprenditore che commercializza lampade a led attraverso la sua società Neodelis, riceve spesso dai suoi clienti una richiesta precisa: avere lampade di questo tipo ma più personalizzabili, senza dover affrontare alti costi di opere domotiche per rifare gli impianti elettrici. Che fare? Ghirardi ci pensa un po’, e poi decide di affidarsi al Politecnico di Torino: con un accordo di ricerca, entra in laboratorio insieme a due ricercatori che fino a quel momento avevano fatto altro. “Io mi occupo di interfacce uomo-macchina, mentre il mio collega Maurizio Martina studia i sistemi di codifica per la comunicazione”, spiega oggi uno dei due ricercatori, Massimo Ruo Roch, che oltre al collega ha lavorato insieme allo stesso Ghirardi, laureato in fisica: “Il fatto di provenire anche lui dall’ambito universitario ha fatto sì che capisse benissimo l’importanza della ricerca”.

Dopo un anno e mezzo di esperimenti, la soluzione viene messa a punto, con risultati ottimi e altamente innovativi: lampade led in grado di regolare automaticamente l’intensità dell’emissione luminosa in funzione della luce naturale o artificiale e alla presenza o meno di persone nella stanza. Il tutto avviene senza bisogno di una centralina di controllo, come sarebbe invece necessario un un sistema domotico: “La centralina è distribuita nelle lampade stesse, dotate di sensori e in comunicazione le une con le altre grazie a un protocollo ottico brevettato”.

Una soluzione che garantisce un risparmio del 30-50% rispetto alle lampade led tradizionali, già molto più efficienti, in grado di garantire un risparmio del 25% in più rispetto a quelle a basso consumo che hanno sostituito le vecchie lampadine a incandescenza. Un grosso beneficio a fronte di un costo aggiuntivo del 10%: “Si rientra dell’investimento in sei mesi, e da quel momento si inizia a risparmiare molto sui costi di illuminazione”, spiega Ruo Roch. L’azienda oggi è ospitata nell’incubatore del Politecnico di Torino I3P e sta avviando la produzione: “In questo momento stiamo cercando partner industriali per produrre i led in Italia. Abbiamo contatti con due aziende piemontesi e contiamo di iniziare la commercializzazione tra dicembre e gennaio”.

Il prodotto è per adesso indirizzato soprattutto agli esercizi pubblici: hotel, ospedali, uffici, aziende. Quando siamo a casa, siamo di solito portati a fare maggiore attenzione, ma in questi luoghi è diverso e spesso le luci rimangono accese inutilmente. La concorrenza nel settore dell’illuminazione led è forte, ma “nessuno – chiarisce Ruo Roch – fa quello che facciamo noi. Nessun’altra azienda è riuscita  a inserire l’intelligenza dentro i led”.

I numeri e le previsioni fanno ben sperare: “L’Europa è il secondo mercato mondiale dei led, e l’Italia, che insieme a Francia e Germania è tra i Paesi  più attivi, occupa in questo ambito il 17%. Si stima che nel 2016 il 45% degli investimenti europei complessivi nel settore dell’illuminazione sarà proprio destinato ai led, in cui nel 2020 saranno investiti in led 14 miliardi”.

Molte le possibilità di innovazione e risparmio energetico aperte dall’invenzione di Ecolumière: “Siamo solo all’inizio, continueremo a studiare applicazioni nuove dei nostri led intelligenti, che offrono un alto livello di personalizzazione. Bisognerà poi ascoltare anche le esigenze del mercato”. Nei parcheggi sotterranei, per esempio, “le luci perennemente accese potrebbero essere sostituite da led in grado di avvertire l’avvinarsi delle persone, creando una specie di nuvola luminosa”. Negli hotel, invece, i led smart potrebbero offrire una soluzione “anti-furto”: “Gli hotel utilizzano i led solo nelle parti comuni, perché, ci hanno spiegato i gestori di alcune strutture a 4 e 5 stelle, nelle stanze vengono rubati dai clienti. Potremmo però creare un led che, quando non si trova più circondato da altre lampade smart smette di funzionare. Una cosa che, se ben comunicata, potrebbe eliminare il problema”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende