Home » Rubriche »Very Important Planet » “In food we trust”. GnamBox e il ritorno al cibo di stagione:

“In food we trust”. GnamBox e il ritorno al cibo di stagione

luglio 25, 2014 Rubriche, Very Important Planet

Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi, creativi e designer per formazione, cuochi e food blogger per caso. Il loro progetto Gnam Box è nato da una passione condivisa per la cucina, ma ora sta diventando sempre più conosciuto: un blog che li ha portati a essere recensiti da riviste come Vanity Fair, collaborare con canali televisivi all’avanguardia come QVC e con editori come Mondadori, che ha recentemente pubblicato il loro primo libro In food we trust. Grazie a comunicazione diretta, belle immagini e ricette di cucina firmate da amici o personaggi famosi, il duo ha piano piano riscosso sempre più successo e attirato le attenzioni della web community. All’insegna dell’amore per il buon cibo e soprattutto per le buone relazioni sociali.

D) Com’è nata e quando la vostra passione per la cucina?

R) È sempre stata innata in entrambi. Quando poi ci siamo incontrati abbiamo iniziato a metterla in pratica organizzando spesso cene in casa con amici. Piuttosto che andare al ristorante, ci piace vivere atmosfere casalinghe, cucinare insieme, lasciare le persone che ci vengono a trovare libere di portare quello che vogliono. A tavola possono nascere amicizie e nuovi sentimenti.

D) In effetti Gnam Box ha una valenza molto social…

R) La nostra forza sta nel potere della condivisione e della comunicazione attraverso immagini. Senza i social media Gnam Box non sarebbe esistito. Ora vogliamo impegnarci ancora più seriamente per portare avanti la nostra filosofia. Oltre alle ricette e agli ospiti vogliamo iniziare a raccontare sempre di più il nostro immaginario per rafforzare il nostro messaggio: mangiamo di stagione!

D) Che rapporto avete con la natura e l’ambiente?

R) Siamo legati fortemente alla natura e ai suoi ritmi, per questo vogliamo rispettare l’ambiente, anche con piccoli gesti. Banalmente il primo passo importante per noi è fare attentamente la raccolta differenziata dei rifiuti che spesso è molto sottovalutata.

D) Quali sono le altre azioni concrete che attuate quotidianamente?

R) Come dicevo, per noi la raccolta differenziata è un punto fondamentale. Cerchiamo poi di stare attenti a livello di consumi domestici, così come all’utilizzo di elettrodomestici nelle fasce orarie consigliate. Abitiamo a Milano e come in tutte le grandi città è sicuramente difficile tenere tutto sotto controllo, ma abbiamo visto un forte aumento del bike sharing, che è già un ottimo segnale verso un orientamento green. Anche per questo da un anno abbiamo deciso di vendere la nostra auto per muoverci solo con i mezzi pubblici e in bicicletta.

D) Quale considerate sia il danno ambientale più grave e perché?

R) I danni ambientali gravi sono molti, troppi, difficile sceglierne solo uno: dall‘inquinamento allo spreco di materie prime. Nel nostro piccolo cerchiamo di gestire al meglio gli sprechi e ridurre l’inquinamento.

D) Cosa ne pensate dell’esplosione di biologico, vegetariano e vegano? Soltanto una moda o piuttosto la conferma che una certa sensibilità ambientale si sta diffondendo in modo più esteso?

R) È la conseguenza della facilità di trovare informazioni o di fare ricerca. Pensiamo che non sia legata a una moda, ma all‘aumento di sensibilità nei confronti di queste tematiche. C’è sempre più attenzione a favore dell’ambiente e siamo molto contenti di questo. L’auto-produzione in cucina sta diventando un tema non solo per pochi. L’utilizzo di prodotti biologici si sta diffondendo sempre di più, di pari passo con la maggiore attenzione dei consumatori per la propria alimentazione. Ovviamente siamo convinti che sia necessario scegliere sempre con cura i fornitori. È importante stabilire un rapporto di fiducia con le persone che ci vendono il cibo.

D) Perché secondo voi il cibo è tornato ad avere così tanta attenzione mediatica?

R) Per noi il cibo, oltre ad essere fonte di nutrimento, rappresenta uno strumento per socializzare, per esprimere il bene per se stessi e per le persone che ci circondano. Crediamo che le persone ne siano così affascinate perché sentono sempre più l’esigenza di sapere cosa mangiano e da dove arrivano i prodotti che cucinano. È un rapporto profondo e intimo quello con il cibo, che stabilisce dei legami anche con la terra.

D) Quali sono le vostre origini e qual è il piatto che più rappresenta il legame con il vostro territorio?

R) Siamo entrambi brianzoli. Ma sicuramente il piatto che più ci rappresenta è una pasta al pomodoro. Non a caso è la prima ricetta che abbiamo fotografato nel nostro blog, utilizzando dei pomodori raccolti nell’orto dei genitori di Riccardo.

D) Cosa ne pensate della filosofia “km.0″?

R) Per noi il “km.0″ si estende a tutta l’Italia. Per questo consumiamo sempre soltanto prodotti del nostro territorio nazionale, vista la grande varietà alimentare di cui dispone.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

marzo 28, 2017

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

Sfruttare al massimo l’energia generata da fonti rinnovabili, superando i limiti che le caratterizzano, quali discontinuità e picchi di sovrapproduzione. È questo l’intento di INGRID, il progetto europeo di ricerca finanziato nell’ambito del 7° Programma Quadro che offre una soluzione tecnologica che consente lo stoccaggio in forma di idrogeno allo stato solido, attraverso dei dischi [...]

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende