Home » Rubriche »Very Important Planet » “In food we trust”. GnamBox e il ritorno al cibo di stagione:

“In food we trust”. GnamBox e il ritorno al cibo di stagione

luglio 25, 2014 Rubriche, Very Important Planet

Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi, creativi e designer per formazione, cuochi e food blogger per caso. Il loro progetto Gnam Box è nato da una passione condivisa per la cucina, ma ora sta diventando sempre più conosciuto: un blog che li ha portati a essere recensiti da riviste come Vanity Fair, collaborare con canali televisivi all’avanguardia come QVC e con editori come Mondadori, che ha recentemente pubblicato il loro primo libro In food we trust. Grazie a comunicazione diretta, belle immagini e ricette di cucina firmate da amici o personaggi famosi, il duo ha piano piano riscosso sempre più successo e attirato le attenzioni della web community. All’insegna dell’amore per il buon cibo e soprattutto per le buone relazioni sociali.

D) Com’è nata e quando la vostra passione per la cucina?

R) È sempre stata innata in entrambi. Quando poi ci siamo incontrati abbiamo iniziato a metterla in pratica organizzando spesso cene in casa con amici. Piuttosto che andare al ristorante, ci piace vivere atmosfere casalinghe, cucinare insieme, lasciare le persone che ci vengono a trovare libere di portare quello che vogliono. A tavola possono nascere amicizie e nuovi sentimenti.

D) In effetti Gnam Box ha una valenza molto social…

R) La nostra forza sta nel potere della condivisione e della comunicazione attraverso immagini. Senza i social media Gnam Box non sarebbe esistito. Ora vogliamo impegnarci ancora più seriamente per portare avanti la nostra filosofia. Oltre alle ricette e agli ospiti vogliamo iniziare a raccontare sempre di più il nostro immaginario per rafforzare il nostro messaggio: mangiamo di stagione!

D) Che rapporto avete con la natura e l’ambiente?

R) Siamo legati fortemente alla natura e ai suoi ritmi, per questo vogliamo rispettare l’ambiente, anche con piccoli gesti. Banalmente il primo passo importante per noi è fare attentamente la raccolta differenziata dei rifiuti che spesso è molto sottovalutata.

D) Quali sono le altre azioni concrete che attuate quotidianamente?

R) Come dicevo, per noi la raccolta differenziata è un punto fondamentale. Cerchiamo poi di stare attenti a livello di consumi domestici, così come all’utilizzo di elettrodomestici nelle fasce orarie consigliate. Abitiamo a Milano e come in tutte le grandi città è sicuramente difficile tenere tutto sotto controllo, ma abbiamo visto un forte aumento del bike sharing, che è già un ottimo segnale verso un orientamento green. Anche per questo da un anno abbiamo deciso di vendere la nostra auto per muoverci solo con i mezzi pubblici e in bicicletta.

D) Quale considerate sia il danno ambientale più grave e perché?

R) I danni ambientali gravi sono molti, troppi, difficile sceglierne solo uno: dall‘inquinamento allo spreco di materie prime. Nel nostro piccolo cerchiamo di gestire al meglio gli sprechi e ridurre l’inquinamento.

D) Cosa ne pensate dell’esplosione di biologico, vegetariano e vegano? Soltanto una moda o piuttosto la conferma che una certa sensibilità ambientale si sta diffondendo in modo più esteso?

R) È la conseguenza della facilità di trovare informazioni o di fare ricerca. Pensiamo che non sia legata a una moda, ma all‘aumento di sensibilità nei confronti di queste tematiche. C’è sempre più attenzione a favore dell’ambiente e siamo molto contenti di questo. L’auto-produzione in cucina sta diventando un tema non solo per pochi. L’utilizzo di prodotti biologici si sta diffondendo sempre di più, di pari passo con la maggiore attenzione dei consumatori per la propria alimentazione. Ovviamente siamo convinti che sia necessario scegliere sempre con cura i fornitori. È importante stabilire un rapporto di fiducia con le persone che ci vendono il cibo.

D) Perché secondo voi il cibo è tornato ad avere così tanta attenzione mediatica?

R) Per noi il cibo, oltre ad essere fonte di nutrimento, rappresenta uno strumento per socializzare, per esprimere il bene per se stessi e per le persone che ci circondano. Crediamo che le persone ne siano così affascinate perché sentono sempre più l’esigenza di sapere cosa mangiano e da dove arrivano i prodotti che cucinano. È un rapporto profondo e intimo quello con il cibo, che stabilisce dei legami anche con la terra.

D) Quali sono le vostre origini e qual è il piatto che più rappresenta il legame con il vostro territorio?

R) Siamo entrambi brianzoli. Ma sicuramente il piatto che più ci rappresenta è una pasta al pomodoro. Non a caso è la prima ricetta che abbiamo fotografato nel nostro blog, utilizzando dei pomodori raccolti nell’orto dei genitori di Riccardo.

D) Cosa ne pensate della filosofia “km.0″?

R) Per noi il “km.0″ si estende a tutta l’Italia. Per questo consumiamo sempre soltanto prodotti del nostro territorio nazionale, vista la grande varietà alimentare di cui dispone.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende