Home » Bollettino Europa »Rubriche » L’italia in difesa del programma europeo di aiuti alimentari ai poveri:

L’italia in difesa del programma europeo di aiuti alimentari ai poveri

ottobre 3, 2011 Bollettino Europa, Rubriche

Cibo gratis ai poveri. L’Italia prende posizione netta sull’ipotesi di tagli al programma UE di distribuzione degli aiuti alimentari a favore di cittadini poveri e a rischio povertà. “Rappresenta uno strumento di straordinaria importanza per la sussistenza delle fasce più deboli della nostra società che non può essere intaccato in nessuna maniera”, ha sottolineato Paolo De Castro, Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo.

Il tema degli aiuti alimentari agli indigenti tramite le eccedenze di produzione resta tra i più controversi nelle discussioni comunitarie. Il 21 settembre scorso si è svolto, a Bruxelles, il Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura europei, in cui, fra i temi all’ordine del giorno, spiccava, appunto, quello del mantenimento del Programma europeo, oggetto di aspre polemiche durante tutta l’estate. L’importo stanziato fino al 2011 è stato di 500 milioni di euro, ma per il 2012 è stato ridotto a 113 milioni. Questo a seguito del veto posto da sei stati membri, Olanda, Regno Unito, Danimarca, Svezia, Repubblica Ceca e Germania, che ritengono gli aiuti sociali una materia di competenza dei singoli Paesi.  

Un severo appello era giunto, pochi giorni dopo il Consiglio, dal Commissario Europeo per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale, Dacian Ciolos. “Ho combattuto per più di un anno per difendere il programma di aiuti ai bisognosi e continuerò a farlo. L’Unione Europea deve rimanere un partner su cui le banche alimentari possono contare. Non possiamo farci aspettare mentre la crisi economica rende questo programma più necessario che mai. E’ ancora possibile per noi risolvere la situazione, ma questo richiede un’azione pronta. Chiedo agli stati membri che si sono opposti alla nostra proposta di agire responsabilmente e non giocare con la paura, per molte famiglie europee, di non ricevere abbastanza cibo nel 2012 e 2013″.

Paolo De Castro, nuovamente intervenuto sul tema, mercoledì 28 settembre, in aula a Strasburgo, ha ricordato come questo programma, oltre all’importante funzione sociale, abbia un ruolo di rilievo negli equilibri complessivi della Politica Agricola Comune, sia per la gestione delle scorte d’intervento, che per la stabilizzazione dei prezzi. “Quello messo in moto – ha spiegato De Castro – è un dispositivo che consente all’UE di distribuire ogni anno 440 mila tonnellate di cibo gratis a oltre 18 milioni di poveri e famiglie in difficoltà. Un numero, purtroppo, che comprende molti bambini e che è destinato ad aumentare. Per queste ragioni non possiamo che esprimere la massima contrarietà nei confronti della minoranza di blocco a favore dei tagli agli aiuti emerso in sede di Consiglio dei ministri dell’agricoltura, minoranza di sei paesi, cinque dei quali, tra l’altro, non partecipanti al programma“. “Mentre in Europa – ha proseguito De Castro - discutiamo se salvare o meno il futuro di un programma che vale circa 500 milioni di euro, in altri Paesi come gli Stati Uniti, gli aiuti alimentari sono una misura storica e continuano a rappresentare con successo uno dei capitoli finanziari più consistenti all’interno della politica agricola, con più di 20 miliardi di dollari annui. Ecco perché anche di fronte alle nuove sfide globali, come la volatilità dei prezzi e la sicurezza alimentare – che aumentano il disagio delle fasce sociali più deboli – è necessario l’impegno di tutto il Parlamento per evitare la scomparsa di questo fondamentale programma“.

Altrettanto deciso l’appello di Mario Mauro, presidente dei deputati Pdl al Parlamento Europeo. “Il Parlamento europeo deve mobilitare gli sforzi per rispondere al bisogno di 18 milioni di persone per le quali i propri Stati di appartenenza non riescono a provvedere”. “Vorrei aiutare a chiarire un equivoco”, ha spiegato Mauro. “Il principio di sussidiarietà difende le prerogative degli stati, ma allude anche al dovere di intervenire da parte della UE se uno Stato non è in grado di adempiere al proprio compito. La Presidenza polacca e la Commissione Europea hanno ben compreso questa questione di sostanza. Il programma va quindi ridefinito nel corso di questa Presidenza”.

Accorato e determinato, infine, anche l’invito lanciato dal presidente della Commissione Ue José Manuel Barroso in occasione del suo intervento sullo “stato dell’Unione” davanti al Parlamento UE. “Davanti all’incalzare della crisi e agli 80 milioni di europei a rischio povertà il Consiglio deve approvare la nostra proposta sugli aiuti alimentari ai più bisognosi“.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende