Home » Bollettino Europa »Rubriche » L’italia in difesa del programma europeo di aiuti alimentari ai poveri:

L’italia in difesa del programma europeo di aiuti alimentari ai poveri

ottobre 3, 2011 Bollettino Europa, Rubriche

Cibo gratis ai poveri. L’Italia prende posizione netta sull’ipotesi di tagli al programma UE di distribuzione degli aiuti alimentari a favore di cittadini poveri e a rischio povertà. “Rappresenta uno strumento di straordinaria importanza per la sussistenza delle fasce più deboli della nostra società che non può essere intaccato in nessuna maniera”, ha sottolineato Paolo De Castro, Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo.

Il tema degli aiuti alimentari agli indigenti tramite le eccedenze di produzione resta tra i più controversi nelle discussioni comunitarie. Il 21 settembre scorso si è svolto, a Bruxelles, il Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura europei, in cui, fra i temi all’ordine del giorno, spiccava, appunto, quello del mantenimento del Programma europeo, oggetto di aspre polemiche durante tutta l’estate. L’importo stanziato fino al 2011 è stato di 500 milioni di euro, ma per il 2012 è stato ridotto a 113 milioni. Questo a seguito del veto posto da sei stati membri, Olanda, Regno Unito, Danimarca, Svezia, Repubblica Ceca e Germania, che ritengono gli aiuti sociali una materia di competenza dei singoli Paesi.  

Un severo appello era giunto, pochi giorni dopo il Consiglio, dal Commissario Europeo per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale, Dacian Ciolos. “Ho combattuto per più di un anno per difendere il programma di aiuti ai bisognosi e continuerò a farlo. L’Unione Europea deve rimanere un partner su cui le banche alimentari possono contare. Non possiamo farci aspettare mentre la crisi economica rende questo programma più necessario che mai. E’ ancora possibile per noi risolvere la situazione, ma questo richiede un’azione pronta. Chiedo agli stati membri che si sono opposti alla nostra proposta di agire responsabilmente e non giocare con la paura, per molte famiglie europee, di non ricevere abbastanza cibo nel 2012 e 2013″.

Paolo De Castro, nuovamente intervenuto sul tema, mercoledì 28 settembre, in aula a Strasburgo, ha ricordato come questo programma, oltre all’importante funzione sociale, abbia un ruolo di rilievo negli equilibri complessivi della Politica Agricola Comune, sia per la gestione delle scorte d’intervento, che per la stabilizzazione dei prezzi. “Quello messo in moto – ha spiegato De Castro – è un dispositivo che consente all’UE di distribuire ogni anno 440 mila tonnellate di cibo gratis a oltre 18 milioni di poveri e famiglie in difficoltà. Un numero, purtroppo, che comprende molti bambini e che è destinato ad aumentare. Per queste ragioni non possiamo che esprimere la massima contrarietà nei confronti della minoranza di blocco a favore dei tagli agli aiuti emerso in sede di Consiglio dei ministri dell’agricoltura, minoranza di sei paesi, cinque dei quali, tra l’altro, non partecipanti al programma“. “Mentre in Europa – ha proseguito De Castro - discutiamo se salvare o meno il futuro di un programma che vale circa 500 milioni di euro, in altri Paesi come gli Stati Uniti, gli aiuti alimentari sono una misura storica e continuano a rappresentare con successo uno dei capitoli finanziari più consistenti all’interno della politica agricola, con più di 20 miliardi di dollari annui. Ecco perché anche di fronte alle nuove sfide globali, come la volatilità dei prezzi e la sicurezza alimentare – che aumentano il disagio delle fasce sociali più deboli – è necessario l’impegno di tutto il Parlamento per evitare la scomparsa di questo fondamentale programma“.

Altrettanto deciso l’appello di Mario Mauro, presidente dei deputati Pdl al Parlamento Europeo. “Il Parlamento europeo deve mobilitare gli sforzi per rispondere al bisogno di 18 milioni di persone per le quali i propri Stati di appartenenza non riescono a provvedere”. “Vorrei aiutare a chiarire un equivoco”, ha spiegato Mauro. “Il principio di sussidiarietà difende le prerogative degli stati, ma allude anche al dovere di intervenire da parte della UE se uno Stato non è in grado di adempiere al proprio compito. La Presidenza polacca e la Commissione Europea hanno ben compreso questa questione di sostanza. Il programma va quindi ridefinito nel corso di questa Presidenza”.

Accorato e determinato, infine, anche l’invito lanciato dal presidente della Commissione Ue José Manuel Barroso in occasione del suo intervento sullo “stato dell’Unione” davanti al Parlamento UE. “Davanti all’incalzare della crisi e agli 80 milioni di europei a rischio povertà il Consiglio deve approvare la nostra proposta sugli aiuti alimentari ai più bisognosi“.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

novembre 28, 2018

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

Con la siccità che, ogni anno, coinvolge anche il nostro Paese, a causa dei cambiamenti climatici, il mare potrebbe diventare la principale risorsa idrica disponibile. La dissalazione dell’acqua marina può dunque rappresentare una valida soluzione alla crisi idrica che quasi sicuramente ci troveremo ad affrontare. Serve però una normativa specifica sul funzionamento degli impianti e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende