Home » Bollettino Europa »Rubriche » Monnezza Campana: subito un nuovo piano rifiuti:

Monnezza Campana: subito un nuovo piano rifiuti

febbraio 7, 2011 Bollettino Europa, Rubriche

Courtesy of European Parliament 2011_Pietro Naj-OleariItalia sotto osservazione e casse europee chiuse a chiave. La monnezza campana preoccupa fortemente il Parlamento Europeo, che ha chiesto all’Italia il rispetto della legislazione comunitaria sulla gestione dei rifiuti urbani: basta ritardi, trasparenza delle procedure per contrastare il coinvolgimento del crimine organizzato e un patto di fiducia con le popolazioni locali. In parole povere un nuovo piano per la gestione dei rifiuti. Solo a questo punto i fondi regionali saranno nuovamente liberati.

Questo è quanto riportato nella risoluzione approvata giovedì 3 febbraio dall’Assemblea, con 374 voti a favore, 208 contrari e 38 astensioni. Il testo critica la decisione di aprire discariche in aree protette e ribadisce che nel caso non si risolva l’emergenza sono possibili sanzioni finanziarie. “Progressi minimi”, vengono definiti i passi compiuti dal nostro Paese, fin’ora, per la riduzione dei rifiuti e per il riciclaggio.

I fondi strutturali bloccati dalla commissione saranno liberati “non appena il piano sarà conforme alle norme”. Attualmente un piano di gestione dei rifiuti presentato dalle autorità italiane è sotto l’esame della Commissione che ne sta verificando la conformità al diritto comunitario, in particolare per la questione della gerarchia del trattamento e la sicurezza delle discariche.

Quello che i deputati domandono con forza, però, è “trasparenza e vigilanza istituzionale”. Secondo i parlamentari UE il crimine organizzato ha infatti finora approfittato della mancanza di chiarezza. Le misure straordinarie impiegate dal governo italiano per derogare alle regole sulle valutazioni d’impatto ambientale e sugli appalti pubblici per nominare i commissari straordinari, senza consultare  o informare le autorità locali, sono considerate dalla popolazione “parte del problema”. Tali misure d’emergenza sono state tuttavia cancellate dal governo italiano nel dicembre 2009, restituendo così alle autorità locali i poteri di gestione dei rifiuti.

I deputati, inoltre, hanno espresso contrarietà alla discarica di Terzigno, in quanto all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio. No quindi anche alla discarica di Cava Vitiello, anch’essa in area protetta. Infine il Parlamento Europeo ritiene che le autorità italiane non abbiano mostrato sufficiente attenzione alle proteste della popolazione contro la localizzazione dei siti di raccolta e smaltimento.

E ancora di rifiuti si è parlato nella seconda risoluzione votata giovedì, ma questa volta elettronici. Dai frigoriferi rotti ai telefonini fuori moda, il volume di scarti elettrici in Europa è in veloce aumento. Nuovi target per il riciclo, semplificazione degli obblighi amministrativi per le imprese e misure più dure contro l’esportazione illegale verso i Paesi in via di sviluppo, sono state le richieste del Parlamento. Karl-Heinz Florez (Ppe, De), relatore del testo, ha dichiarato: “Non possiamo permetterci più di sprecare i nostri rifiuti. Tutti dobbiamo fare la nostra parte per garantire la raccolta e il riciclo di una quantità maggiore dei nostri prodotti elettrici ed elettronici”. Grandi gli obiettivi di raccolta. Secondo i deputati gli Stati membri dovrebbero, dal 2016, raccogliere l’85% dei rifiuti elettrici (RAEE) che producono. Per il 2012, i deputati propongono 4 chili per abitante. Insomma si chiede un risultato di riciclo compreso fra il 50 e il 75% e una riutilizzazione del 5%. Restano fuori da questi numeri le apparecchiature fotovoltaiche, la cui gestione è già oggi affidata a professionisti e regolata da limiti specifici.

Francesca Fradelloni

Dei rifiuti campani si è occupato anche Domenico Iannacone nell’inchiesta “Spazzatura“, andata in onda il 6 febbraio 2011 nella trasmissione di Rai Tre Presa Diretta.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ecotessitrici della Sardegna, un filo che arriva fino all’arcipelago giapponese di Okinawa

giugno 28, 2017

Ecotessitrici della Sardegna, un filo che arriva fino all’arcipelago giapponese di Okinawa

Un legame stretto, nonostante 10 mila chilometri di distanza, tra la Sardegna e l’arcipelago di Okinawa in Giappone. Isole che condividono la lunga aspettativa di vita, sono tra le popolazioni  più longeve del mondo. Merito di uno stile di vita semplice e sano. Ma un altro filo che unisce  è la custodia di antiche tradizioni, come  la [...]

TrenoBus delle Dolomiti: per tutta l’estate un servizio intermodale per ciclisti e trekker

giugno 27, 2017

TrenoBus delle Dolomiti: per tutta l’estate un servizio intermodale per ciclisti e trekker

Bellezze naturali e attrazioni turistiche: sono numerosi i punti di interesse che anche quest’anno cicloturisti e trekker potranno raggiungere grazie al TrenoBus delle Dolomiti, il servizio intermodale che offre ai ciclisti e agli amanti del trekking la possibilità di percorrere le piste ciclabili dell’intero anello dolomitico e di passeggiare nel cuore dei numerosi punti di [...]

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

giugno 26, 2017

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

Cattive notizie per i viticoltori che usano glifosato. Il principio attivo, molto usato per il controllo delle malerbe sulle file, potrebbe alterare la qualità del mosto prodotto. È la conclusione a cui sono giunti ricercatori della Libera Università di Bolzano dopo uno studio sulla fermentabilità di uve di Gewürztraminer. La ricerca è stata effettuata dal gruppo [...]

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

giugno 26, 2017

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

“La perdurante scarsezza delle precipitazioni, nella primavera appena trascorsa, ha causato un abbassamento dei livelli d’acqua in fiumi, negli invasi e nelle falde sotterranee”. Lo afferma Fabio Tortorici, Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi. “A grande scala – continua Tortorici – stiamo assistendo a cambiamenti climatici che ci stanno portando verso [...]

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende