Home » Bollettino Europa »Rubriche » Monnezza Campana: subito un nuovo piano rifiuti:

Monnezza Campana: subito un nuovo piano rifiuti

febbraio 7, 2011 Bollettino Europa, Rubriche

Courtesy of European Parliament 2011_Pietro Naj-OleariItalia sotto osservazione e casse europee chiuse a chiave. La monnezza campana preoccupa fortemente il Parlamento Europeo, che ha chiesto all’Italia il rispetto della legislazione comunitaria sulla gestione dei rifiuti urbani: basta ritardi, trasparenza delle procedure per contrastare il coinvolgimento del crimine organizzato e un patto di fiducia con le popolazioni locali. In parole povere un nuovo piano per la gestione dei rifiuti. Solo a questo punto i fondi regionali saranno nuovamente liberati.

Questo è quanto riportato nella risoluzione approvata giovedì 3 febbraio dall’Assemblea, con 374 voti a favore, 208 contrari e 38 astensioni. Il testo critica la decisione di aprire discariche in aree protette e ribadisce che nel caso non si risolva l’emergenza sono possibili sanzioni finanziarie. “Progressi minimi”, vengono definiti i passi compiuti dal nostro Paese, fin’ora, per la riduzione dei rifiuti e per il riciclaggio.

I fondi strutturali bloccati dalla commissione saranno liberati “non appena il piano sarà conforme alle norme”. Attualmente un piano di gestione dei rifiuti presentato dalle autorità italiane è sotto l’esame della Commissione che ne sta verificando la conformità al diritto comunitario, in particolare per la questione della gerarchia del trattamento e la sicurezza delle discariche.

Quello che i deputati domandono con forza, però, è “trasparenza e vigilanza istituzionale”. Secondo i parlamentari UE il crimine organizzato ha infatti finora approfittato della mancanza di chiarezza. Le misure straordinarie impiegate dal governo italiano per derogare alle regole sulle valutazioni d’impatto ambientale e sugli appalti pubblici per nominare i commissari straordinari, senza consultare  o informare le autorità locali, sono considerate dalla popolazione “parte del problema”. Tali misure d’emergenza sono state tuttavia cancellate dal governo italiano nel dicembre 2009, restituendo così alle autorità locali i poteri di gestione dei rifiuti.

I deputati, inoltre, hanno espresso contrarietà alla discarica di Terzigno, in quanto all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio. No quindi anche alla discarica di Cava Vitiello, anch’essa in area protetta. Infine il Parlamento Europeo ritiene che le autorità italiane non abbiano mostrato sufficiente attenzione alle proteste della popolazione contro la localizzazione dei siti di raccolta e smaltimento.

E ancora di rifiuti si è parlato nella seconda risoluzione votata giovedì, ma questa volta elettronici. Dai frigoriferi rotti ai telefonini fuori moda, il volume di scarti elettrici in Europa è in veloce aumento. Nuovi target per il riciclo, semplificazione degli obblighi amministrativi per le imprese e misure più dure contro l’esportazione illegale verso i Paesi in via di sviluppo, sono state le richieste del Parlamento. Karl-Heinz Florez (Ppe, De), relatore del testo, ha dichiarato: “Non possiamo permetterci più di sprecare i nostri rifiuti. Tutti dobbiamo fare la nostra parte per garantire la raccolta e il riciclo di una quantità maggiore dei nostri prodotti elettrici ed elettronici”. Grandi gli obiettivi di raccolta. Secondo i deputati gli Stati membri dovrebbero, dal 2016, raccogliere l’85% dei rifiuti elettrici (RAEE) che producono. Per il 2012, i deputati propongono 4 chili per abitante. Insomma si chiede un risultato di riciclo compreso fra il 50 e il 75% e una riutilizzazione del 5%. Restano fuori da questi numeri le apparecchiature fotovoltaiche, la cui gestione è già oggi affidata a professionisti e regolata da limiti specifici.

Francesca Fradelloni

Dei rifiuti campani si è occupato anche Domenico Iannacone nell’inchiesta “Spazzatura“, andata in onda il 6 febbraio 2011 nella trasmissione di Rai Tre Presa Diretta.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

aprile 19, 2017

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

Il Ministero dell’Economia e dell’Energia della Germania ha scelto l’italiana Acea Pinerolese con il suo Polo ecologico di trattamento del rifiuto organico da raccolta differenziata come modello di best practice tra i progetti di energie rinnovabili di tutto l’Arco Alpino. Il rapporto analizza tutte le realtà dei Paesi che si affacciano sull’arco alpino che hanno [...]

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

aprile 19, 2017

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

Saranno le “destinazioni”, ossia gli esercizi commerciali che offrono prodotti e servizi (palestre, cinema, teatri, negozi ecc.) a pagare con sempre maggiore frequenza il costo dell’auto in car sharing? Ne è convinta Share’ngo, il primo operatore italiano di car sharing elettrico, che dopo le prime esperienze con Carrefour Express e Carrefour Market a Milano, renderà [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende