Home » Rubriche »Very Important Planet » Una Iena più verde che nera. Intervista a Luca Argentero:

Una Iena più verde che nera. Intervista a Luca Argentero

dicembre 23, 2011 Rubriche, Very Important Planet

“Mi dai altri dieci minuti, per favore? Devo fare una telefonata e poi sono pronto”. Partiamo da qui, per l’intervista a Luca Argentero. Cortesia e franchezza, il sunto di una chiacchierata informale tutta all’insegna dell’ambiente e della solidarietà. L’attore oggi fa parte del trio di conduzione delle Iene. Il Grande Fratello ne ha consacrato la bellezza, oltre che la telegenia, Vanity Fair la fotogenia, con il noto calendario senza veli, il cinema ha fatto il resto, offrendo l’opportunità, al giovane piemontese d’adozione romana, di andare oltre al mondo patinato della televisione commerciale per curare le sue ottime doti recitative. E il suo impegno sociale.

D) Luca, partiamo dal sociale, ci puoi raccontare la tua avventura con “1 Caffé”?

R) La Onlus “1 caffè” è nata il 5 dicembre di quest’anno è conta già settemila iscritti. L’idea è semplicissima: tutto parte dall’usanza napoletana del “caffé sospeso”. Quando viene ordinato un “caffè sospeso”, il cliente paga due caffè, ma ne riceve uno solo. In questo modo, quando una persona povera entra nel bar può chiedere se c’è un caffè sospeso, e nel caso riceve un caffè gratis - come se gli fosse stato offerto dal primo cliente. Ecco, noi abbiamo abbracciato questo concetto di solidarietà semplice ma sincera per fondare l’associazione. Un’associazione che nasce e opera come strumento d’informazione, promozione e raccolta fondi a favore di coloro che agiscono in campo sociale, assistenziale e culturale, ma anche di coloro che contribuiscono, con il loro operato, alla cooperazione internazionale, per l’aiuto dei popoli nei Paesi in via di sviluppo. L’obiettivo è supportare le piccole associazioni no-profit attraverso promozione e donazioni quotidiane, utilizzando il web come strumento di raccolta di denaro e diffusione d’informazioni. Il funzionamento è facile: ogni giorno verrà presentato un diverso progetto di solidarietà legato a un’associazione no-profit italiana o internazionale. In questa sezione del sito verrà data la possibilità, tramite un semplice click e l’invio di un sms, di offrire 1 caffè”, 1 euro per il supporto del progetto.

D) Come è nato, invece, il tuo impegno per l’ambiente?

R) Tutto ha avuto inizio quando il Wwf mi ha chiesto di diventare testimonial per l’anno 2011, l’Anno Internazionale delle Foreste. Così mi è venuto in mente di essere d’aiuto alla causa utilizzando il linguaggio che conosco meglio: il cinema, l’immagine. Per i boschi da tutelare con l’iniziativa “Una nuova oasi per te”, che ha l’obiettivo di raccogliere i fondi necessari per la salvaguardia ambientale di tre boschi italiani, ho girato un cortometraggio. Un omaggio ai 50 anni del Wwf, il cartoon Il Paradiso può attendere, una ironica sceneggiatura sugli animali a rischio estinzione scritta dai bambini, realizzata da Wwf e Mondo Home Entertainment e animata dalla mia voce, quella di Gabriella Pession, Francesco Facchinetti, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, Francesco Venditti, Andrea Di Maggio. E’ frutto di una campagna per la difesa dei boschi italiani e la loro biodiversità che punta a sensibilizzare i bambini. La sceneggiatura è firmata da una classe della scuola elementare San Marone di Civitanova Marche, che ha vinto un concorso cui hanno partecipato 4.000 classi.

D) Come si può insegnare a rispettare la natura secondo te?

R) Questo è un modo, usare dei codici utilizzati dai giovani, attraverso quei linguaggi il messaggio passa più facilmente. Questo è stato l’obiettivo del corto: promuovere il valore della natura tra le nuove generazioni. Da qui bisogna iniziare per formare cittadini responsabili e rispettosi.

D) C’è qualche caso, seguito dalle Iene e legato ai temi ambientali che ti è rimasto particolarmente impresso?

R) Nessuno in particolare, ma mi è rimasta impressa, nel complesso, la quantità di casi di discariche abusive, di cui abbiamo parlato. Luoghi illegali destinati allo smaltimento dei rifiuti, per i quali abbiamo ricevuto tantissime segnalazioni di denuncia da tutt’Italia.

D) Come insegneresti, concretamente, a un bambino a rispettare l’ambiente?

R) Il buon esempio è un modo. Nelle buone pratiche di ogni giorno si può essere rivoluzionari: fare un buona differenziata, essere un consumatore responsabile ogni giorno, non sprecare, rispettare i luoghi pubblici, usare l’acqua con parsimonia, lampadine a basso consumo energetico. La corretta condotta deve essere quotidiana e nelle piccole azioni.

D) Usi i mezzi pubblici, la bici?

R) Pochissimo, lo ammetto, a Roma è molto difficile: una città con i colli non è adatta alle due ruote, ma cerco di camminare molto e usare poco l’auto.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Cento associazioni per l’idroelettrico sostenibile: “Stop agli incentivi per gli impianti che danneggiano i fiumi”

ottobre 30, 2014

Cento associazioni per l’idroelettrico sostenibile: “Stop agli incentivi per gli impianti che danneggiano i fiumi”

Fiumi senz’acqua o con una portata completamente alterata, cementificati, interrotti da un numero sempre più elevato di sbarramenti. È questa purtroppo la situazione in cui riversano troppi corsi d’acqua nel nostro Paese. A soffrire non sono solo quelli principali, ma soprattutto i torrenti e rii di montagna con sempre meno corsi d’acqua alpini che mantengono [...]

Da WakaWaka lampade fotovoltaiche per i medici impegnati contro l’Ebola

ottobre 30, 2014

Da WakaWaka lampade fotovoltaiche per i medici impegnati contro l’Ebola

Una lampada solare potrebbe non sembrare molto, ma il suo bagliore può salvare la vita. WakaWaka, l’azienda con sede nei Paesi Bassi, conosciuta per le lampade fotovoltaiche a LED per i paesi in cui vi è limitato o nessun accesso all’elettricità, è impegnata in un nuovo progetto. L’obiettivo è fornire un kit di pronto soccorso contenente [...]

Lente, lentissime e statiche: Legambiente boccia le politiche ambientali delle città italiane

ottobre 29, 2014

Lente, lentissime e statiche: Legambiente boccia le politiche ambientali delle città italiane

Inquinamento atmosferico a livelli d’emergenza e tasso di motorizzazione in crescita, gestione dei rifiuti altalenante e trasporto pubblico in crisi. Questo il quadro che emerge dalla ventunesima edizione di Ecosistema Urbano, il rapporto di Legambiente sulla vivibilità ambientale dei capoluoghi di provincia italiani, realizzato in collaborazione con Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore e [...]

“Bicocca fa la differenza”: l’università milanese lancia un photo contest sui rifiuti

ottobre 29, 2014

“Bicocca fa la differenza”: l’università milanese lancia un photo contest sui rifiuti

“Rifiuti: problema o risorsa? Raccontalo con una foto!”, questo il tema del contest lanciato oggi dall’Università di Milano-Bicocca e aperto a chiunque abbia voglia di esprimere la propria visione dei rifiuti attraverso le immagini. Il concorso, legato al convegno “Bicocca fa la differenza”, è organizzato in collaborazione con il Centro di Ricerca Polaris del Dipartimento [...]

Moto sharing, Genitori Antismog: “Scegliere mezzi elettrici, come a Barcellona”

ottobre 28, 2014

Moto sharing, Genitori Antismog: “Scegliere mezzi elettrici, come a Barcellona”

In questi giorni si è diffusa la notizia che l’assessorato alla Mobilità del Comune di Milano sta per lanciare un bando per il moto-sharing in città. “Ma è tutto oro quello che luccica?”, si chiede l’associazione Genitori Antismog. Anna Gerometta, presidente dell’associazione, esprime “grave preoccupazione per questa decisione riguardante la mobilità ed invita il Comune [...]

Da Milano a Torino: le grandi città scelgono l’illuminazione LED

ottobre 28, 2014

Da Milano a Torino: le grandi città scelgono l’illuminazione LED

A Milano è iniziato il programma di sostituzione e rinnovamento degli 85.000 punti luce. L’installazione dei nuovi apparecchi è partita questa estate con la fornitura da parte di AEC di più di 40.000 corpi illuminanti della serie ITALO.  Molte aree del centro cittadino sono già illuminate con le lampade a led AEC, tra tutte Corso [...]

Sam4cp: salvaguardare il suolo libero per un “risparmio collettivo”

ottobre 27, 2014

Sam4cp: salvaguardare il suolo libero per un “risparmio collettivo”

Una pianificazione del territorio attenta alla salvaguardia del suolo libero porta molti benefici alla comunità: in termini di tutela e sostenibilità ambientale ma anche economici. Insomma rappresenta un “risparmio complessivo”, che può essere calcolato in tutte le sue componenti. E’ questo l’obiettivo del progetto “Modelli di gestione del suolo per il bene pubblico” (Soil administration [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende

VIDEO DEL GIORNO