Home » Comunicati Stampa » I Paesi più attraenti per gli investimenti nelle rinnovabili:

I Paesi più attraenti per gli investimenti nelle rinnovabili

settembre 26, 2011 Comunicati Stampa

È ancora la Cina il Paese più attraente per gli investimenti in fonti rinnovabili. Il grande Paese asiatico conferma la sua posizione, sopravanzando di parecchi punti gli USA, la Germania e l’India, rispettivamente al secondo, terzo e quarto posto. La classifica delle top ten vede poi a pari merito, al quinto posto, Italia e Gran Bretagna, seguite da Francia, Canada, Spagna e Svezia.

È quanto emerge dall’ultima edizione del Renewable Energy Country Attractiveness Index realizzato da Ernst & Young, il quale, pur non registrando stravolgimenti rispetto al precedente Indice, dello scorso maggio, rileva alcune novità interessanti.

In primo luogo viene evidenziato, per la prima volta in cinque anni di rilevazioni, una riduzione record del livello di attrattività in almeno 20 Paesi (compresa la Cina) su 35 analizzati.
La contrazione è stata particolarmente evidente per gli Stati Uniti, dove – nonostante l’interesse per gli investimenti sia cresciuto in seguito all’entrata in vigore dello “Energy Improvement and Extension Act”, che prevede la proroga degli sgravi fiscali per gli investimenti in energia rinnovabile – la crisi economica ha avuto forti ripercussioni.
Questa situazione ha permesso alla Germania di assumere quasi automaticamente il ruolo di destinazione più attraente tra i Paesi occidentali, soprattutto come conseguenza della tariffazione speciale in vigore nel Paese, che rende il mercato più flessibile.

Significativa la performance dell’Italia, che resta stabile al quinto posto ma migliora di due punti il proprio indice.
In miglioramento di una posizione anche la Gran Bretagna, dove l’interesse per gli investimenti è cresciuto in seguito all’annunciata proroga fino al 2037 dell’impegno per le rinnovabili, unitamente alla prevista entrata in vigore di una nuova tariffa speciale a favore dei piccoli impianti eolici, fino a 5 MW di potenza.

Secondo la rilevazione di Ernst & Young, comunque, a livello mondiale la crescita delle rinnovabili appare destinata a proseguire, sebbene a ritmo meno sostenuto del passato, e sempre che gli Stati Uniti non frenino vistosamente sui piani previsti, come invece i più recenti orientamenti dell’amministrazione USA lasciano temere. In tal caso le ripercussioni su tutto il settore potrebbero essere molto pesanti.

Da segnalare la performance della Romania, che scala 5 posizioni grazie all’introduzione di nuovi meccanismi di incentivazione.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende