Home » Eventi »Idee » Milano, premiate le innovazioni “amiche dell’ambiente”:

Milano, premiate le innovazioni “amiche dell’ambiente”

novembre 25, 2011 Eventi, Idee

A sorpresa, agricoltura, edilizia e trasporti sono, in Italia, i settori dove si innova di più, secondo i criteri della sostenibilità. Lo ha rilevato l’XI edizione del Premio all’Inovazione Amica dell’Ambiente, svoltasi oggi a Milano, che ha messo sotto i riflettori processi e prodotti aziendali nati negli ultimi mesi con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita, nel pieno rispetto dell’ambiente.

Anche in questa edizione, le innovazioni più numerose tra le 160 presentate e votate dalla giuria di Legambiente, promotrice dell’evento di cui Greenews.info è media partner, sono state quelle nel settore dell’energia (efficienza e rinnovabili): il 49% del totale, a dimostrazione di una tendenza ormai consolidata di sviluppo del settore. Il 22% dei progetti, invece, ha riguardato l’abitare, a parimerito mobilità (15%) e agricoltura (14%).

Il premio – consegnato da Filippo Solibello, uno dei tre conduttori della trasmissione radiofonica Caterpillar -  è stato anticipato da una tavola rotonda sul tema ‘Sostenibilità oggi: città verdi, reti intelligenti, risorse rinnovabili’, condotta da Andrea Poggio, presidente della Fondazione Legambiente Innovazione; hanno partecipato al dibattito Vittorio Cogliati Dezza, presidente Legambiente, Marcello Raimondi, assessore all’Ambiente della Lombardia, Marco Frey, consigliere della Fondazione Cariplo, Paolo Guaitamacchi, della Camera di Commercio di Milano, Massimo Beccarello, vicedirettore delle Politiche industriali di Confindustria, ed Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola. Insomma, un tavolo a più voci attorno al quale per la prima volta, ha sottolineato Poggio, “soggetti diversi si riuniscono per premiare la sostenibilità”.

A livello geografico, la consegna dei premi ha dimostrato che, anche quest’anno, il nord è sempre in testa alla classifica (con il 68% di proposte innovative sostenibili), seguita a grande distanza dal centro (19%) e dal sud (13%). In particolare, è ancora la Lombardia a confermarsi campione di innovazione, con 53 progetti presentati (34%), seguita dall’Emilia Romagna. Ma l’aspetto più rilevante è che, in questa edizione, sono arrivati lavori da 18 regioni su 20, segno che la green economy è ormai un fenomeno diffuso in tutta Italia. Nonostante le difficoltà. Non ha usato mezzi termini Marco Frey quando ha evidenziato: “Nel nostro Paese non c’è stata una politica lungimirante che ha saputo accompagnare i processi di sostenibilità”. Per dirla con parole ancora più chiare, se mai ci fosse stato bisogno, Paolo Guaitamacchi ha aggiunto che “l’ostacolo per uno sviluppo più veloce alla green economy è stata la carenza di una politica nazionale appropriata”. Tutti sperano nel nuovo governo e anche Confindustria, con Beccarello, rilancia la sfida: “Bisogna fare di più e giocare una partita strategica anche in sede europea”.

Intanto, mentre attende di agganciare l’Europa, l’Italia valorizza le proprie risorse. Prima di tutto, appunto, l’agricoltura che, proprio in questo periodo di catastrofi ambientali, “è stata fondamentale – ha rimarcato il presidente Legambiente – per prevenire il dissesto. Inoltre, il settore ha incrementato l’occupazione, senza cedere alle chimere degli Ogm ma puntando sul modello di eccellenza e tipicità italiana”. È per questo, secondo Legambiente, che bisogna investire sul territorio, “anche se, a volte, il rischio è quello di vedere contrapposta la doverosa tutela del paesaggio al suo utilizzo consapevole”. Lo ha detto Paolo Guaitamacchi, lanciando una frecciatina alle Sovrintendenze e trovando un sostenitore in Realacci. Polemiche a parte, c’è però un fatto che è emerso con chiarezza durante la cerimonia di consegna dei premi. Lo ha evidenziato Vittorio Cogliati Dezza: “L’energia verde e la sostenibilità delle produzioni rappresentano le chiavi giuste per uscire dalla crisi che attanaglia la società”. Anche attraverso la valorizzazione dei ‘cervelli’ italiani e delle loro innovazioni in chiave dii sostenibilità.

Il Premio Legambiente rivolto all’innovazione di impresa in campo ambientale, dà diritto all’uso del logo “Innovazione Amica dell’Ambiente”, (la lampadina dalla foglia verde affiancata al Cigno di Legambiente), nella comunicazione del prodotto o servizio premiato, per la durata di un anno.

La Giuria ha riconosciuto un carattere di eccellenza a:

E ha segnalato come esempi di buone pratiche ambientali:

Agnese Pellegrini

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

novembre 23, 2017

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

Energia e rifiuti: è questo il fulcro delle contestazioni secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Media Permanente Nimby Forum, il database nazionale che dal 2004 monitora in maniera puntuale la situazione delle opposizioni contro opere di “pubblica utilità” e insediamenti industriali in costruzione o ancora in progetto. Presentata il 21 novembre a Roma, la nuova edizione dell’Osservatorio [...]

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

novembre 23, 2017

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

Una transizione completa a un’economia circolare in Europa potrebbe generare risparmi per circa 2.000 miliardi di euro entro il 2030; un aumento del 7% del PIL dell’UE, con un aumento dell’11% del potere d’acquisto delle famiglie e 3 milioni di nuovi posti di lavoro. Sono i dati da cui è partito ieri il primo EcoForum per [...]

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

novembre 23, 2017

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

L’organismo di certificazione italiano CCPB, in merito al nuovo Regolamento Europeo sul Biologico – a cui ieri la Commissione Agricoltura del Parlamento UE ha dato approvazione definitiva – ha comunicato di condividere la posizione critica di EOCC (The European Organic Certifiers Council), associazione che raggruppa i principali organismi di certificazione europei. Secondo EOCC i punti critici [...]

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende