Home » Eventi »Rassegna Stampa » Sulla conferenza Europarc la scure dei tagli:

Sulla conferenza Europarc la scure dei tagli

settembre 29, 2010 Eventi, Rassegna Stampa

Un parco, Courtesy of Roby Ferrari, Flickr.comRilanciare gli investimenti a difesa del patrimonio naturale protetto, invertendo la rotta rispetto ai tagli operati su questo fronte da tanti paesi europei.

Sarà questo uno dei temi chiave al centro dell’edizione 2010 della Conferenza Europarc, organizzata dall’omonima federazione, che rappresenta 460 soci in 36 paesi, in apertura oggi a Pescasseroli, nel Parco nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise.

L’evento, che per quattro giorni vedrà la partecipazione di oltre 300 rappresentanti di aree protette di tutta Europa, si intitola “Vivere insieme: biodiversità e attività umane, una sfida per il futuro delle aree protette“. Tema scelto per la concomitanza con l’Anno Internazionale della Biodiversità, un anno, il 2010, che ha visto il Consiglio dei Ministri dell’Ambiente dell’Unione Europea trovare l’accordo sul nuovo obiettivo di “bloccare la perdita di biodiversità e il degrado dei servizi degli ecosistemi nell’UE entro il 2020, ripristinandoli per quanto possibile”, come cita la risoluzione.

Il paradosso è che gli Stati dell’UE, in piena crisi e impegnati in manovre di risanamento dei conti pubblici, si trovino ora a tagliare le risorse alle aree protette. In Italia la prospettiva è di dimezzare i fondi per i Parchi nazionali dal 2011, la stessa misura di cui si parla in Olanda. In Finlandia e Repubblica Ceca si stima una diminuzione di fondi del 10%, mentre sono state già effettuate riduzioni in Gran Bretagna.

Sul versante UE le risorse dei progetti Life+, principale ombrello di finanziamento sul fronte natura, è d’altra parte di appena lo 0,2% del bilancio comunitario.

Secondo i dati Europarc attualmente sono circa 68.000 le aree protette nell’UE a 27 (tra Parchi nazionali e regionali, Riserve naturali e della biosfera, aree marine e paesaggi protetti), con una superficie equivalente a circa il 19% del territorio dell’Unione, cioé la superficie di Spagna e Italia messe insieme. Complessivamente, circa un terzo della popolazione europea è quindi direttamente coinvolta dai parchi – visto che circa 150 milioni di cittadini risiedono nei comuni di queste aree. Numeri importanti per stimolare un turismo sostenibile, che sostenga la sopravvivenza dei parchi e allo stesso tempo l’economia locale.

Per i parchi nazionali e le aree naturali d’Italia si parla di un giro d’affari di 2 miliardi di euro all’anno e un fatturato pari a 9 miliardi di euro, con un’occupazione di 86.000 posti di lavoro (4.000 diretti, 17.000 per servizi, 65.000 per turismo, agricoltura, artigianato, commercio), con 2.450 centri visita, strutture culturali e circa 34 milion di visitatori ogni anno. Le aree protette italiane sono 867, con una superficie tutelata che supera il 10% del territorio nazionale. Nelle aree dei parchi nazionali si possono contare circa 1.700 centri storici, per una popolazione stimata in 901.495 abitanti, mentre il numero dei residenti in tutti i parchi italiani è di quasi 4,5 milioni. Ma nonostante le cifre di valore di questo patrimonio, le aree protette italiane, per sopravvivere, dovranno ora fare i conti con il risanamento dei conti pubblici e la scure dei tagli. Grande attesa dunque, al meeting, per la Finanziaria di fine anno, che dovrebbe recuperare, in extremis, il taglio del 50% al finanziamento dei 23 parchi nazionali.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

giugno 20, 2018

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

Ubeeqo, gestore di car sharing parte di Europcar Mobility Group, si è qualificato come operatore certificato di car sharing al bando indetto da ICS Iniziativa Car Sharing, una Convenzione di Comuni e altri Enti locali, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente. Obiettivo di ICS è quello di promuovere e sostenere la diffusione del car sharing come strumento di [...]

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

giugno 19, 2018

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi, in provincia di Verona, potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato dalla multiutility locale AGSM nel 2017. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli Veronese realizzato dalla stessa società nel 2013, e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi [...]

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

giugno 15, 2018

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

La rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato ieri un nuovo schema pilota di mutui per l’efficienza energetica. Un segnale importante da parte degli investitori, che dimostra come “l’edilizia sostenibile” stia diventando un mercato chiave per la crescita dell’Europa. Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di [...]

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

giugno 14, 2018

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

Si sono conclusi con una tavola rotonda al Politecnico di Milano i due giorni di convegno promossi da Lombardy Energy Cleantech Cluster (LE2C) sul tema “Microinquinanti emergenti”, che ha visto un’ampia partecipazione di rappresentanti delle imprese, degli enti pubblici e dell’università, attirati da un tema di grande importanza, ma ancora poco noto al pubblico e poco trattato [...]

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

giugno 14, 2018

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

E’ partita da Pescara la prima tappa del roadshow “Le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico – Incontri con il territorio” organizzato da Elettricità Futura. Un’occasione di confronto tra istituzioni e aziende del settore elettrico con un particolare focus sullo sviluppo delle rinnovabili e le opportunità di finanziamento. Questa prima tappa, organizzata in [...]

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

giugno 6, 2018

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

Si è conclusa ieri, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, la XXI edizione di Cinemambiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino dall’omonima associazione, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Legambiente, che con i propri educatori ambientali supporta Cinemambiente Junior, la sezione del Festival dedicata ai ragazzi, e che ogni anno assegna un riconoscimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende