Home » Idee »Rassegna Stampa » Come i pellegrini medievali:

Come i pellegrini medievali

novembre 30, 2009 Idee, Rassegna Stampa

Courtesy of rozsavage.comDopo aver attraversato il Pacifico a bordo di una barca a remi per battersi contro l’innalzamento del livello di Co2, Roz Savage è ripartita per percorrere, questa volta a piedi, la distanza che separa Londra da Bruxelles. Ma la Savage non sarà sola nei suoi 322 km di cammino: ad accompagnarla la campionessa mondiale di sci estremo, Alison Gannett che porterà con sé i suoi sci e il messaggio della “Save our snow Foundation”, per mettere in guardia contro la progressiva scomparsa della neve.

“Faccio questo – ha scritto la Gannett all‘Unep – per accrescere la consapevolezza sull’importanza di salvare la neve, sia per gli sport di divertimento come lo sci, ma soprattutto perché metà del pianeta dipende dalla neve e dallo scioglimento dei ghiacci per l’acqua potabile e l’irrigazione”.

Alison Ganett per Save our Snow

Alison Ganett per Save our Snow

Le due ambientaliste, arriveranno alla stazione ferroviaria di Bruxelles il 5 dicembre per unirsi ai 400 attivisti e negoziatori a bordo del “Clima Express” diretto a Copenhagen.

Nel frattempo, altri esperti e ambientalisti percorreranno in treno 9000 km, da Tokyo alla capitale danese, passando per la Russia, con lo scopo di documentare l’impatto dei cambiamenti climatici e incontrare le autorità locali. Scegliere come mezzo di trasporto il treno non è casuale: equivale a produrre 10 volte meno di anidride carbonica rispetto all’auto o all’aereo. Le ferrovie, infatti, pur possedendo una quota del mercato del trasporto compresa tra il 7% e il 10% contribuiscono solo al 2% delle emissioni.

Pellegrinaggi a parte, grandi passi avanti sono stati compiuti, negli ultimi giorni, anche sul fronte istituzionale. L’Europarlamento ha approvato con larga maggioranza la risoluzione “Preparazione al summit di Copenhagen sul cambiamento climatico”, che richiede ai Paesi membri un impegno di 30 miliardi di euro all’anno (sui 100 complessivi) a favore dei Paesi in via di sviluppo fino al 2020, mentre dall’agenzia Reuters trapela oggi la bozza di un documento preparatorio del governo danese che propone una riduzione del 50% delle emissioni inquinanti entro il 2050 (rispetto ai livelli del 1990) e l’onere di tagliare l’80%delle emissioni inquinanti a carico dei paesi ricchi.

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende