Home » Nazionali »Politiche »Rassegna Stampa » Approvato il decreto Ronchi: cambia la gestione delle risorse idriche:

Approvato il decreto Ronchi: cambia la gestione delle risorse idriche

novembre 20, 2009 Nazionali, Politiche, Rassegna Stampa

Acqua, Courtesy of Tomaso Marcolla, marcolla.itE’stato approvato ieri dalla Camera, in via definitiva, il decreto legge Ronchi che, tra gli altri provvedimenti, contiene la liberalizzazione dei servizi pubblici locali, compresa la gestione delle risorse idriche.

La cosiddetta “privatizzazione dell’acqua” ha scatenato pesanti reazioni da parte delle associazioni ambientaliste e dei “verdi”, mentre già in aula, alla lettura delle votazioni, l’Italia dei Lavori ha voluto polemizzare sollevando cartelli con il monito: ”Giù le mani dall’acqua!”.

Il Ministro delle Politiche Comunitarie Andrea Ronchi ha prontamente replicato dicendosi amareggiato per la strumentalizzazione politica di un provvedimento che pone fine “all’immobilismo e ai monopoli”. “L’acqua” ha voluto chiarire il ministro “è un bene pubblico” e il decreto “non ne prevede la privatizzazione“.  ”Si vogliono combattere i monopoli, le distorsioni, le inefficienze con l’obiettivo di garantire ai cittadini una qualità migliore e prezzi minori”.

Di diverso avviso Legambiente che, ricordando gli esempi negativi dei Paesi che hanno intrapreso la privatizzazione delle risorse idriche, ha commentato duramente: “con questa legge si disperde e si mercifica un patrimonio prezioso, bene comune, il cui utilizzo deve rispondere ad assoluti criteri di utilità pubblica“.  Secondo il Presidente, Vittorio Cogliati Dezza “si sta scegliendo deliberatamente di penalizzare una gestione pubblica, che molte volte ha garantito il principio delle 3 E: efficienza, efficacia, economicità”.

Anche il presidente onorario del WWF Fulco Pratesi, alla vigilia della votazione, aveva lanciato un appello ai deputati della Lega, dubbiosi circa il provvedimento: “ci rivolgiamo a voi, impegnati nel voto al decreto Ronchi, per un estremo appello affinché venga stralciato l’articolo sulla cosiddetta privatizzazione dell’acqua, che spazza via qualsiasi possibilità di partecipazione e coinvolgimento delle comunità e delle amministrazioni locali nella gestione di un bene comune e un diritto fondamentale come l’acqua“.  Ricordando che l’Italia non ha ancora applicato la Direttiva europea 2000/60, che istituisce un quadro per l’azione comunitaria in materia di acque,  il WWF sostiene inoltre che la gestione delle risorse idriche dovrebbe avvenire a livello di bacino idrografico.

Ma cosa è contenuto in realtà nel decreto Ronchi convertito in legge? Bisogna innanzitutto distinguere tra “gestione” e “proprietà”. Il bene “acqua” conserva infatti natura pubblica mentre, come ricorda Il Sole 24 Ore , viene introdotta la possibilità di cedere a operatori privati la gestione degli acquedotti, delle fognature e della depurazione delle acque. L’affidamento del servizio dovrà avvenire attraverso una gara di pubblico appalto, in cui sarà, a questo punto, rilevante verificare i requisiti richiesti a livello di investimenti, manutenzione e qualità del servizio. Tutto si gioca dunque sul corretto indirizzo e controllo da parte dell’ente pubblico, unica garanzia che le capacità industriali di un operatore privato possano effettivamente essere messe a frutto per garantire una modernizzazione del sistema e un’auspicabile riduzione dei prezzi – come dovrebbe avvenire in regime di concorrenza di mercato. Ben diverso sarebbe se ci trovassimo di fronte all’ennesima privatizzazione di un monopolio.

Andrea Gandiglio

Sulle altre novità contenute nel decreto Ronchi, tra cui il rispetto obbligatorio dei requisiti minimi europei di eco-compatibilità per lampadine e elettrodomestici, vedi “Cosa c’è nel Decreto Ronchi“, IlSole24Ore.com, 18 novembre 2009

Sulla distinzione tra “proprietà” e “gestione” si veda l’intervento dell’On. Maurizio Gasparri, “Per l’acqua il confine tra gestione e proprietà“, IlSole24ore.com, 7 novmebre 2009

Sui casi di cattiva gestione delle risorse idriche in Italia, Fabrizio Lazzaretti, “L’acqua alla gola“, Report, 15 ottobre 2006

Sulle carenze della rete idrica nazionale, E-Gazette, “Il sistema idrico colabrodo ci costa 110 miliardi di euro“, 23 novembre 2009

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

dicembre 11, 2017

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

Esiste un avamposto della biodiversità sulla Terra prima della “fine del mondo”: si chiama Global Seed Vault (GSV) e si trova nell’arcipelago delle Isole Svalbard a 1.300 chilometri dal Polo Nord. Pochi ne conoscono l’esistenza, ma si tratta del più grande deposito di semi del mondo e potrebbe essere l’ultima risorsa dell’umanità in caso di [...]

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

dicembre 7, 2017

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

Cento storie di imprese virtuose rappresentano il nucleo di partenza del primo Atlante Italiano dell’Economia Circolare – presentato nei giorni scorsi a Roma – che raccoglie esperienze basate sul riutilizzo, sulla riduzione degli sprechi, sulla diminuzione dei rifiuti, sulla reimmissione nel ciclo produttivo di materie prime recuperate (seconde). Il progetto è promosso da Ecodom, il [...]

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

dicembre 6, 2017

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

Si è svolta sabato 2 dicembre, a Parma, la “Giornata interdisciplinare di studio sull’antibiotico-resistenza” organizzata dall’Ordine dei Medici Veterinari di Parma con il sostegno di MSD Animal Health. Undici relatori, moderati dal Dr. Alberto Brizzi, organizzatore e presidente dell’Ordine, hanno illustrato, da prospettive diverse, gli impatti attuali e i rischi futuri relativi alla cosiddetta AMR [...]

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

dicembre 5, 2017

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

Secondo i dati diffusi da ANIE Rinnovabili, nei primi dieci mesi del 2017 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico hanno raggiunto complessivamente circa 726 MW (+20% rispetto allo stesso periodo del 2016). Si conferma inoltre il trend mensile del fotovoltaico, che con i 29 MW connessi a ottobre 2017 raggiunge quota 352 MW [...]

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

dicembre 5, 2017

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

Il 5 dicembre è la Giornata Mondiale del Suolo. Una celebrazione che in Italia assume un significato particolare, essendo uno dei paesi in Europa con il più alto ritmo di consumo di questa risorsa non rinnovabile. Per questo Fondazione Cariplo ha scelto di lanciare proprio oggi il nuovo portale dedicato all’Ambiente, che avrà il compito di [...]

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

dicembre 1, 2017

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

Il 13 agosto 2017 è entrata in vigore la legge 123/2017, che recepisce la direttiva UE 2015/720 e contiene la nuova normativa sulle borse di plastica, con importanti novità anche per i sacchetti ultraleggeri utilizzati per gli alimenti sfusi (es. frutta e verdura) che non rispettino i criteri di compostabilità e biodegradabilità. In particolare il testo dispone [...]

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

novembre 30, 2017

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

Una campagna all’insegna del beneficio multiplo: più efficienza energetica, risparmio, valore, comfort, attenzione per l’ambiente e salute, sono questi i sei principi cardine che hanno ispirato la creazione della nuova campagna di Rete IRENE (Imprese per la Riqualificazione Energetica negli Edifici) aderente alla Campagna nazionale per l’efficienza energetica “Italia in Classe A”. Lanciata ufficialmente nei giorni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende