Home » Internazionali »Politiche » Budget 2011: la ricetta britannica per green economy e stabilità:

Budget 2011: la ricetta britannica per green economy e stabilità

aprile 7, 2011 Internazionali, Politiche

“Il piano di budget contiene un segnale chiaro e di lungo termine per gli investitori nel settore dell’energia: una Green Investment Bank con più capitali e capacità di prestito e un prezzo della CO2 più forte e stabile mettono gli investiventi in tecnologie verdi al cuore della strategia della coalizione, per una crescita economica sostenibile e bilanciata.”

Queste le parole di Chris Huhne, a capo del Ministero per l’Energia e i Cambiamenti Climatici, sulle novità introdotte dal nuovo Budget, la “finanziaria” britannica.

Alcune nuove tasse, accesso al credito. Riguardo alla green economy, il governo britannico si muove in due direzioni: assicurare che chi vuole investire in tecnologie pulite abbia i capitali e dare un segnale duraturo alle scelte di investimento. La Green Investment Bank è una parte cruciale di questa strategia: nel nuovo budget figura una capitalizzazione iniziale di 3 miliardi di sterline, a cominciare dal 2012. Il contrario, a quanto pare, di quanto sta avvenendo in Italia, dove il recente decreto sulle rinnovabili ha messo in crisi l’industria del fotovoltaico.

Inoltre, il governo ha introdotto un prezzo minimo della CO2 derivante dalla produzione di energia, in vigore dall’aprile 2013, in concomitanza con il III periodo di applicazione dell’Emission Trading Scheme: inizialmente il costo minimo sarà di 16 sterline per tonnellata di anidride carbonica, fino ad arrivare a ben 30 sterline nel 2020. Le aziende energetiche britanniche quindi, se emetteranno più del loro limite, non solo dovranno acquistare crediti di CO2, i cui ricavati vanno alle imprese virtuose; ma se il prezzo dei crediti risulta inferiore al limite stabilito, dovranno pagare la tassa al governo. Già al secondo anno di applicazione, con la nuova tassa il Ministero incasserà 1 miliardo di sterline, che saranno riutilizzati per diffondere tecnologie low-carbon.

Nelle nuove disposizioni ci sono tuttavia alcuni punti ancora irrisolti: primo fra tutti l’incognita su quali delle nuove tecnologie avranno accesso ai fondi messi a disposizione. Alcuni temono che il ricavato della nuova tassa ssrà interamente devoluto a impianti per la cattura e stoccaggio della CO2 (CCS), non trasformando quindi il sistema di produzione dell’energia. Secondo il WWF, le misure contenute nel nuovo budget sono ancora troppo poco per un governo che aveva annunciato di voler diventare the Greenest Government ever, il governo più verde della storia: non solo la Green Investment Bank inizierà a dare credito solo nel 2015, ma nel nuovo Budget non ci sono misure sufficienti per realizzare il piano “zero carbon houses” nel 2016.

Viste con gli occhi italiani (ormai abituati al buio), le iniziative britanniche sembrano comunque di lungo periodo e di entità importante. Nel nostro paese siamo infatti regrediti a una dimensione ben più primordiale: si tratta ancora di capire come, se e quando evolverà la green economy italiana.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

dicembre 8, 2016

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

Banca Etica, la prima e tutt’ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, ha espresso apprezzamento per l’articolo dedicato alla finanza etica all’interno della Legge di Bilancio, appena approvata ​dal Senato in via definitiva​. “È importante che vi sia il riconoscimento legislativo del valore sociale e ambientale, oltre che economico e finanziario, della finanza [...]

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende