Home » Nazionali »Off the Green »Politiche »Rubriche » Referendum trivelle: il quorum non c’è, ma hanno votato 16 milioni di Italiani:

Referendum trivelle: il quorum non c’è, ma hanno votato 16 milioni di Italiani

Matteo Renzi ha perso un’altra buona occasione per tacere. Non pago della magra figura internazionale di venerdì, per essersi assunto il merito del tunnel svizzero del San Gottardo, il premier si è “annesso”, ieri sera, anche il mancato raggiungimento del quorum nel referendum sulle trivelle. E’già triste, di per sé, che un presidente del consiglio brindi al fallimento di una consultazione popolare, ma è ancora più squallido a fronte di un quesito (il primo nella storia della Repubblica) richiesto da 10 Regioni e votato da quasi 16 milioni di Italiani, che sono comunque andati a votare in una domenica d’aprile qualsiasi, nonostante il mancato accorpamento con le elezioni amministrative e la propaganda governativa a favore dell’astensionismo. Di questi votanti, l’85% (più di 13 milioni), ha votato sì, per l’abrogazione di una norma scellerata di estensione “all’infinito” delle concessioni petrolifere, che resta comunque oggetto di un esposto alla Corte dei Conti avanzato dai Verdi.

Come ha ben spiegato Marco Boato, infatti, quasi la metà delle 88 piattaforme interessate dal referendum, risulta già inattiva, ovvero sta in mezzo al mare ad arrugginire, mentre gran parte delle altre estrae così poco da rimanere sotto la franchigia che esenta i petrolieri dal pagamento delle royalties! Altro che “levare il calice” con “quelle oltre diecimila persone che hanno conservato il posto di lavoro“, come ha dichiarato Renzi. Gli unici che oggi brinderanno sono i titolari delle concessioni, che grazie a quell’articoletto del decreto “Sblocca Italia” risparmieranno circa 25 milioni di euro per ogni piattaforma non bonificata, per un totale di circa 800 milioni di euro, che andranno in conto all’ambiente marino o, nel caso se ne faccia carico lo Stato-Pantalone, ai contribuenti italiani. Di nuovo chi inquina non paga, in barba al principio che il Governo vanta di aver introdotto con la legge sugli “ecoreati“.

Ma al presidente del consiglio, seriamente malato di egotismo, interessa solamente il proprio pallottoliere delle “vittorie”, non importa quale sia la posta in gioco per il Paese e per la salute degli Italiani. Un vezzo che ci è costato 320 milioni di euro, per il mancato accorpamento del referendum alle elezioni amministrative di giugno (che avrebbero ovviamente garantito il quorum e la vittoria del ). Giusto per chiarire, i 10.000 ingegneri e operai (numeri farlocchi) che Renzi dice di aver difeso grazie al boicottaggio del referendum sulle trivelle, e che oggi “torneranno alle loro piattaforme sapendo di aver conservato il posto di lavoro“, sarebbero serenamente tornati al lavoro anche se avesse vinto il sì. Una vittoria di Pirro che, come abbiamo già scritto alla vigilia del referendum, traghetta definitivamente il premier “sul lato sbagliato della Storia”, proprio a pochi giorni dalla ratifica dell’accordo di Parigi.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sappada, primo Comune d’Italia a certificare la “gestione sostenibile della comunità”

maggio 28, 2018

Sappada, primo Comune d’Italia a certificare la “gestione sostenibile della comunità”

Il 10 maggio scorso al Comune di Sappada, in Friuli, è stata attribuita la prima certificazione ISO 37101 “Gestione sostenibile delle comunità”, uno standard nato per aiutare le Comunità ad attuare una strategia di sviluppo sostenibile includendo il contesto economico, sociale e ambientale. Il protocollo definisce, in sostanza, le azioni che una Comunità deve mettere in campo [...]

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

maggio 26, 2018

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

Le associazioni CioCheVale, Fiab-MuovitiChieri, Il Tuo Parco e Asset, hanno comunicato che il 27 maggio 2018 alle ore 17.00 a Moriondo Torinese, verrà inaugurato il primo tratto della ciclovia su strade bianche del progetto “Pistaaa: La Blue Way Piemontese“, che permette di collegare i Comuni di Moriondo Torinese e Buttigliera d’Asti. Si tratta di un primo piccolo tratto, ma dal [...]

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende