Home » Internazionali »Politiche »Rassegna Stampa » Siglato in Canada il più grande accordo mondiale sulle rinnovabili:

Siglato in Canada il più grande accordo mondiale sulle rinnovabili

Dalton McGuinty, Premier of OntarioLa regione canadese dell’Ontario ha firmato in questi giorni un contratto che impegna una cordata coreana guidata dalla Samsung a investire 6,6 miliardi di dollari (4,7 miliardi di euro) per la creazione di centrali solari ed eoliche per un totale di 2,5 Gigawatt. In cambio di questo impegno, che prevede la creazione di 16mila posti di lavoro nella regione e contiene persino una clausola che impone l’utilizzo di acciaio prodotto in Canada, il consorzio beneficerà delle tariffe stabilizzate e degli incentivi della legge regionale sulle energie verdi, il ‘Green Energy Act‘.

L’energia elettrica prodotta, pari a quella di tre centrali nucleari di media grandezza, sarà sufficiente a coprire il fabbisogno di 580mila case (l’Ontario ha circa 13 milioni di abitanti). “Questo fa dell’Ontario ufficialmente il luogo dove produrre sistemi per l’energia pulita in Nord America”, ha affermato il premier della regione Dalton McGuinty”, mentre i rappresentanti coreani hanno sottolineato come, questo, sia solo il primo passo per la “conquista” del resto del continente.

L’accordo è già stato definito come il più grande affare sulle energie rinnovabili mai siglato al mondo, ma sul fronte degli impegni internazionali le notizie non sono altrettanto positive: Tony Clement, ministro federale per l’industria ha rivelato che il Canada, secondo paese al mondo per estensione dopo la Russia, non formalizzerà i propri obiettivi sulla riduzione di emissioni dei gas serra entro il prossimo 31 gennaio, come previsto dal documento finale di Copenhagen.

Nonostante la sensibilità della maggior parte dei canadesi sia orientata verso una rivoluzione verde e benché il Canada sembri pronto a determinare i suoi obiettivi per la lotta al riscaldamento globale, non c’é ancora un impegno definito in maniera univoca, ha dichiarato il ministro. I motivi di questo ritardo risiedono sia nella difficoltà oggettiva di trovare una posizione comune tra le 10 province (e i tre territori) che costituiscono il paese nordamericano, tra i quali l’Alberta (che basa la sua florida economia sull’estrazione del petrolio), ma anche, come ha lasciato intendere Clement, dalla necessità di aspettare gli Usa: il Canada, infatti, commercia soprattutto con gli Stati Uniti e ha un’industria fortemente legata a quella statunitense.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende