Home » Internazionali »Politiche »Rassegna Stampa » Siglato in Canada il più grande accordo mondiale sulle rinnovabili:

Siglato in Canada il più grande accordo mondiale sulle rinnovabili

Dalton McGuinty, Premier of OntarioLa regione canadese dell’Ontario ha firmato in questi giorni un contratto che impegna una cordata coreana guidata dalla Samsung a investire 6,6 miliardi di dollari (4,7 miliardi di euro) per la creazione di centrali solari ed eoliche per un totale di 2,5 Gigawatt. In cambio di questo impegno, che prevede la creazione di 16mila posti di lavoro nella regione e contiene persino una clausola che impone l’utilizzo di acciaio prodotto in Canada, il consorzio beneficerà delle tariffe stabilizzate e degli incentivi della legge regionale sulle energie verdi, il ‘Green Energy Act‘.

L’energia elettrica prodotta, pari a quella di tre centrali nucleari di media grandezza, sarà sufficiente a coprire il fabbisogno di 580mila case (l’Ontario ha circa 13 milioni di abitanti). “Questo fa dell’Ontario ufficialmente il luogo dove produrre sistemi per l’energia pulita in Nord America”, ha affermato il premier della regione Dalton McGuinty”, mentre i rappresentanti coreani hanno sottolineato come, questo, sia solo il primo passo per la “conquista” del resto del continente.

L’accordo è già stato definito come il più grande affare sulle energie rinnovabili mai siglato al mondo, ma sul fronte degli impegni internazionali le notizie non sono altrettanto positive: Tony Clement, ministro federale per l’industria ha rivelato che il Canada, secondo paese al mondo per estensione dopo la Russia, non formalizzerà i propri obiettivi sulla riduzione di emissioni dei gas serra entro il prossimo 31 gennaio, come previsto dal documento finale di Copenhagen.

Nonostante la sensibilità della maggior parte dei canadesi sia orientata verso una rivoluzione verde e benché il Canada sembri pronto a determinare i suoi obiettivi per la lotta al riscaldamento globale, non c’é ancora un impegno definito in maniera univoca, ha dichiarato il ministro. I motivi di questo ritardo risiedono sia nella difficoltà oggettiva di trovare una posizione comune tra le 10 province (e i tre territori) che costituiscono il paese nordamericano, tra i quali l’Alberta (che basa la sua florida economia sull’estrazione del petrolio), ma anche, come ha lasciato intendere Clement, dalla necessità di aspettare gli Usa: il Canada, infatti, commercia soprattutto con gli Stati Uniti e ha un’industria fortemente legata a quella statunitense.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

dicembre 8, 2016

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

Banca Etica, la prima e tutt’ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, ha espresso apprezzamento per l’articolo dedicato alla finanza etica all’interno della Legge di Bilancio, appena approvata ​dal Senato in via definitiva​. “È importante che vi sia il riconoscimento legislativo del valore sociale e ambientale, oltre che economico e finanziario, della finanza [...]

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende