Home » Nazionali »Politiche »Rassegna Stampa » Zaia apre a McDonald’s ma blocca gli OGM:

Zaia apre a McDonald’s ma blocca gli OGM

Il Ministro Zaia e l'AD di McDonald's Italia alla presentazione del McItaly, Courtesy of Dissapore.comDopo il noto (e contestatissimo) morso al panino della McDonald’s interamente Made in Italy, il Ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia torna alla difesa del suolo nazionale e sceglie questa volta la via dura contro la liberalizzazione agli Organismi Geneticamente Modificati voluta dalla Commissione UE, che lo scorso 2 marzo ne ha autorizzato la coltivazione, dopo 12 anni di moratoria. “Sono certo di riuscire ad interpretare il volere del 75% degli italiani”, ha detto. “Fino a quando sarò ministro in Italia non passeranno”.

Venerdì 19 il passaggio dalle parole ai fatti: Zaia ha firmato, davanti alle telecamere, un decreto che blocca ogni coltivazione del mais Ogm, in deciso contrasto con le decisioni della Commissione, che invece autorizzava il transgenico della Monsanto in Italia. Le strade per opporsi erano due: esercitare la clausola di salvaguardia che spetta di diritto a ogni membro della UE, per svincolarsi rispetto alle direttive centrali, o fare un gesto plateale, in questo caso un decreto, non strettamente necessario, ma altamente dimostrativo.

L’Italia è la culla della biodiversità, con 4500 prodotti tipici frutto di secoli e secoli di storia – ha affermato Zaia. “E poi non è dimostrato che i coltivatori guadagneranno di più vendendo Ogm, che coprono l’1% della produzione in Europa, e sono prodotti per l’80% in Spagna”. Il Ministro ha infine aggiunto: “che utilità hanno? Non servono mica per decreto a sfamare i paesi poveri del mondo? L’Italia, con un loro ingresso, sarebbe presto in preda alle multinazionali, che speculano sui brevetti, anziché sulla coltivazione”.

La posizione del Belpaese sembra chiara ed omogenea, fedele agli umori interni. C’è però un punto che resta ancora poco chiaro: perché il Ministro Zaia non interviene sull’uso della farina di mais geneticamente modificata, impiegata per produrre ogni anno 14 milioni di tonnellate di mangime, con cui si sfamano i bovini e i suini che finiscono sulle nostre tavole? Quelli, per intenderci, che saranno i prosciutti e i salami (e non solo) dell’eccellenza gastronomica italiana. In qualche modo, si può dire, gli Ogm escono dalla porta ma rientrano dalla finestra delle nostre più tradizionali diete alimentari.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Maledetto telefonino! L’invadenza degli smartphone nella vita quotidiana secondo il report di Deloitte

gennaio 24, 2017

Maledetto telefonino! L’invadenza degli smartphone nella vita quotidiana secondo il report di Deloitte

La società di consulting e advisory Deloitte ha presentato la Global Mobile Consumers Survey 2016, una ricerca che coinvolge 31 Paesi tra i principali al mondo e delinea le tendenze relative alle abitudini e ai comportamenti degli utenti connessi tramite Smartphone e Tablet. Dai dati della survey emerge che, almeno una volta al mese, quasi [...]

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

gennaio 23, 2017

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

Dal lunedì al venerdì (escluso il periodo di Pasqua dal 24 al 29 marzo) tutti coloro che si recheranno a sciare nella stazione piemontese di Bardonecchia, utilizzando i treni in partenza da Torino potranno ritirare l’”ecoskipass” al prezzo speciale di 26€, anziché 36€. Sarà sufficiente presentare il biglietto del treno all’ufficio skipass di Piazza Europa (proprio di fronte [...]

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

gennaio 20, 2017

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

Ieri a Roma, presso la sede di rappresentanza della Regione Puglia, la Presidente di Marevivo Rosalba Giugni e il Presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio, hanno consegnato ufficialmente, al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il testo della petizione lanciata a dicembre da Marevivo e che ha già raccolto, sulla piattaforma Change.org, 45 mila firme nel [...]

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

gennaio 20, 2017

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

La multinazionale Procter & Gamble ha annunciato ieri che Head & Shoulders, il proprio brand n. 1 al mondo per lo shampoo, produrrà il primo flacone riciclabile al mondo, nel settore hair care, realizzato con una percentuale fino al 25& di plastica proveniente dalla raccolta sulle spiagge. In partnership con gli esperti di TerraCycle – [...]

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende