Home » Idee »Progetti »Rassegna Stampa » Al mare…in un click!:

Al mare…in un click!

marzo 12, 2010 Idee, Progetti, Rassegna Stampa

Courtesy of Gigi62 (Flickr)“…Un’estate al mare
Voglia di remare
Fare il bagno al largo
Per vedere da lontano gli ombrelloni-oni-oni…”

Così intonava un noto motivetto di qualche decennio fa, omaggio alla passione degli italiani per il mare e le spiagge che circondano lo stivale. Passione che resta immutata nel tempo, lo dimostrano le lunghe code ai caselli anche solo per brevi fine settimana non appena il sole fa capolino tra le nuvole. Passione che coinvolge anche gli europei del Nord che cercano conforto e calore dopo le lunghe stagioni rigide proprio sulle nostre coste.

Nulla di meglio allora per promuovere il turismo e nello stesso tempo monitorare le nostre amate acque dell’iniziativa del ministero della Salute: il “Portale acque” che indicherà con un semplice click lo stato e la composizione microbiologica delle acque di una determinata località. Dunque da maggio, mese in cui il portale diverrà operativo a tutti gli effetti, sarà possibile stabilire il semaforo rosso o verde per la balneazione.

L’iniziativa, realizzata con l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, è stata presentata ieri a Parma nell’ambito della seconda giornata della V Conferenza Ministeriale Ambiente e Salute organizzata dai Ministeri dell’Ambiente e della Salute Italiani e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) Europa.

La vera novità consiste nella rapidità con cui vengono aggiornate le informazioni: il portale utilizza  Google map, motore di ricerca che servendosi della tecnologia satellitare, potrà fornire all’utente dati precisi, analisi, valori ma soprattutto  individuerà se le acque della località presa in esame sono “eccellenti”, “buone”, “sufficienti” o “scarse”. Il tutto avverrà in tempo reale e sarà collegato con le Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente (Arpa) che inseriranno i risultati del monitoraggio e che potranno anche modificarne la cartografie.

Gli ultimi dati disponibili ci dicono che l’Italia possiede quasi il 34% di tutti i siti di balneazione europei di cui il 92,8% conformi alla balneazione. In particolare 4.917 siti sui 14.551 di tutti i siti di balneazione europei. Segue la Grecia con 2.088, la Francia con 1.968, la Spagna con 1.899.

Un numero cospicuo. Supereranno tutti il test della balneabilità? Lo sapremo a maggio.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

aprile 19, 2017

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

Il Ministero dell’Economia e dell’Energia della Germania ha scelto l’italiana Acea Pinerolese con il suo Polo ecologico di trattamento del rifiuto organico da raccolta differenziata come modello di best practice tra i progetti di energie rinnovabili di tutto l’Arco Alpino. Il rapporto analizza tutte le realtà dei Paesi che si affacciano sull’arco alpino che hanno [...]

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

aprile 19, 2017

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

Saranno le “destinazioni”, ossia gli esercizi commerciali che offrono prodotti e servizi (palestre, cinema, teatri, negozi ecc.) a pagare con sempre maggiore frequenza il costo dell’auto in car sharing? Ne è convinta Share’ngo, il primo operatore italiano di car sharing elettrico, che dopo le prime esperienze con Carrefour Express e Carrefour Market a Milano, renderà [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende