Home » Rassegna Stampa » Furti di crediti CO2: coinvolta anche l’Italia?:

Furti di crediti CO2: coinvolta anche l’Italia?

febbraio 7, 2011 Rassegna Stampa

Courtesy of bluenext.euLo scandalo dei furti delle quote di CO2 dell’Emission Trading Scheme, il principale strumento utilizzato in Europa per tagliare le emissioni di CO2 europee, potrebbe riguardare anche crediti italiani: venerdì scorso Bluenext, una delle principali borse europee di crediti di CO2, ha annunciato il blocco alle transazioni di alcuni crediti provenienti dal registro italiano, considerati a rischio.

E’ la prima volta in cui si precisa che il furto di quote possa riguardare anche crediti CO2 provenienti dall’Italia, anche se sulla vicenda non c’è ancora chiarezza: la notizia proviene infatti da una nota rilasciata dalla borsa stessa e non è stata ancora confermata né commentatata dal governo italiano.

Bluenext è stata la prima borsa europea a riaprire le transazioni per il mercato spot dei crediti di CO2 (gli EAU, European Allowance Unit), dopo ben due settimane in cui le transazioni erano state sospese a causa dei furti di quote dai registri europei. Venerdì sono stati anche riaperti i cinque registri nazionali che hanno passato le prove di sicurezza informatica della Commissione Europea (quelli di Olanda, Francia, Germania, Slovacchia e Gran Bretagna).

Tra le misure di sicurezza messe in atto da Bluenext per assicurare la correttezza del mercato, c’è il blocco del trasferimento di quasi 2,9 millioni di crediti considerati dubbi: 1 milione di crediti provenienti dal registro rumeno, che si credono rubati dai cementifici della Holcim, 1,3 milioni dal registro ceco, 300.000 dal greco. A questi si sommano 267.991 crediti sospettati di essere stati sottratti dal registro italiano. Sembra che i crediti siano spariti già a novembre, in concomitanza con i primi ammanchi su altri registri. In realtà il portavoce della borsa è stato cauto nel definire queste quote come rubate, e ha fatto sapere che la decisione di bloccare le quote italiane è stata presa a titolo preventivo.

Se tutti i “buchi” sospetti saranno confermati, la serie di attacchi ammonterebbe a un bottino di 3,36 milioni di crediti, per un totale di oltre 50 milioni di Euro. E potrebbe non essere finita qui: la borsa Greenx ha infatti reso nota la decisione di non riaprire alle EAU, benché alcuni registri nazionali siano tornati operativi, perché al momento non esiste una lista completa dei numeri di serie delle EAU sospette. Sulla stessa linea si è mantenuta la ICE Futures Europe.

L’Emission Trading Scheme è uno dei maggiori meccanismi utilizzati per finanziare la transizione a un’economia europea low-carbon, ma non è il solo: uno strumento importante è anche il programma Life+ 2007-2013, che ha permesso finora il finanziamento di oltre 3.000 progetti per la sostenibilità ambientale. Proprio in questi mesi la Commissione Europea ha lanciato una consultazione pubblica sul proseguimento del Life+ e su come questo programma potrà contribuire agli obiettivi ambientali dell’Europa dopo il 2014. La consultazione, disponibile online, è aperta fino al 15 febbraio: aziende, organizzazioni e cittadini possono dunque ancora contribuire, con le proprie osservazioni, a definire il nuovo programma.

Veronica Caciagli

Aggiornamento 9 febbraio 2011: il Ministero dell’Ambiente ha confermato oggi che sono stati rubati circa 270.000 crediti in data 24 novembre. Vedi anche “CO2, Italia rintraccia permessi Ue rubati su quote emissioni“, Reuters.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

gennaio 23, 2017

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

Dal lunedì al venerdì (escluso il periodo di Pasqua dal 24 al 29 marzo) tutti coloro che si recheranno a sciare nella stazione piemontese di Bardonecchia, utilizzando i treni in partenza da Torino potranno ritirare l’”ecoskipass” al prezzo speciale di 26€, anziché 36€. Sarà sufficiente presentare il biglietto del treno all’ufficio skipass di Piazza Europa (proprio di fronte [...]

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

gennaio 20, 2017

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

Ieri a Roma, presso la sede di rappresentanza della Regione Puglia, la Presidente di Marevivo Rosalba Giugni e il Presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio, hanno consegnato ufficialmente, al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il testo della petizione lanciata a dicembre da Marevivo e che ha già raccolto, sulla piattaforma Change.org, 45 mila firme nel [...]

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

gennaio 20, 2017

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

La multinazionale Procter & Gamble ha annunciato ieri che Head & Shoulders, il proprio brand n. 1 al mondo per lo shampoo, produrrà il primo flacone riciclabile al mondo, nel settore hair care, realizzato con una percentuale fino al 25& di plastica proveniente dalla raccolta sulle spiagge. In partnership con gli esperti di TerraCycle – [...]

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende