Home » Rassegna Stampa » Furti di crediti CO2: coinvolta anche l’Italia?:

Furti di crediti CO2: coinvolta anche l’Italia?

febbraio 7, 2011 Rassegna Stampa

Courtesy of bluenext.euLo scandalo dei furti delle quote di CO2 dell’Emission Trading Scheme, il principale strumento utilizzato in Europa per tagliare le emissioni di CO2 europee, potrebbe riguardare anche crediti italiani: venerdì scorso Bluenext, una delle principali borse europee di crediti di CO2, ha annunciato il blocco alle transazioni di alcuni crediti provenienti dal registro italiano, considerati a rischio.

E’ la prima volta in cui si precisa che il furto di quote possa riguardare anche crediti CO2 provenienti dall’Italia, anche se sulla vicenda non c’è ancora chiarezza: la notizia proviene infatti da una nota rilasciata dalla borsa stessa e non è stata ancora confermata né commentatata dal governo italiano.

Bluenext è stata la prima borsa europea a riaprire le transazioni per il mercato spot dei crediti di CO2 (gli EAU, European Allowance Unit), dopo ben due settimane in cui le transazioni erano state sospese a causa dei furti di quote dai registri europei. Venerdì sono stati anche riaperti i cinque registri nazionali che hanno passato le prove di sicurezza informatica della Commissione Europea (quelli di Olanda, Francia, Germania, Slovacchia e Gran Bretagna).

Tra le misure di sicurezza messe in atto da Bluenext per assicurare la correttezza del mercato, c’è il blocco del trasferimento di quasi 2,9 millioni di crediti considerati dubbi: 1 milione di crediti provenienti dal registro rumeno, che si credono rubati dai cementifici della Holcim, 1,3 milioni dal registro ceco, 300.000 dal greco. A questi si sommano 267.991 crediti sospettati di essere stati sottratti dal registro italiano. Sembra che i crediti siano spariti già a novembre, in concomitanza con i primi ammanchi su altri registri. In realtà il portavoce della borsa è stato cauto nel definire queste quote come rubate, e ha fatto sapere che la decisione di bloccare le quote italiane è stata presa a titolo preventivo.

Se tutti i “buchi” sospetti saranno confermati, la serie di attacchi ammonterebbe a un bottino di 3,36 milioni di crediti, per un totale di oltre 50 milioni di Euro. E potrebbe non essere finita qui: la borsa Greenx ha infatti reso nota la decisione di non riaprire alle EAU, benché alcuni registri nazionali siano tornati operativi, perché al momento non esiste una lista completa dei numeri di serie delle EAU sospette. Sulla stessa linea si è mantenuta la ICE Futures Europe.

L’Emission Trading Scheme è uno dei maggiori meccanismi utilizzati per finanziare la transizione a un’economia europea low-carbon, ma non è il solo: uno strumento importante è anche il programma Life+ 2007-2013, che ha permesso finora il finanziamento di oltre 3.000 progetti per la sostenibilità ambientale. Proprio in questi mesi la Commissione Europea ha lanciato una consultazione pubblica sul proseguimento del Life+ e su come questo programma potrà contribuire agli obiettivi ambientali dell’Europa dopo il 2014. La consultazione, disponibile online, è aperta fino al 15 febbraio: aziende, organizzazioni e cittadini possono dunque ancora contribuire, con le proprie osservazioni, a definire il nuovo programma.

Veronica Caciagli

Aggiornamento 9 febbraio 2011: il Ministero dell’Ambiente ha confermato oggi che sono stati rubati circa 270.000 crediti in data 24 novembre. Vedi anche “CO2, Italia rintraccia permessi Ue rubati su quote emissioni“, Reuters.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

giugno 20, 2018

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

Ubeeqo, gestore di car sharing parte di Europcar Mobility Group, si è qualificato come operatore certificato di car sharing al bando indetto da ICS Iniziativa Car Sharing, una Convenzione di Comuni e altri Enti locali, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente. Obiettivo di ICS è quello di promuovere e sostenere la diffusione del car sharing come strumento di [...]

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

giugno 19, 2018

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi, in provincia di Verona, potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato dalla multiutility locale AGSM nel 2017. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli Veronese realizzato dalla stessa società nel 2013, e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi [...]

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

giugno 15, 2018

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

La rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato ieri un nuovo schema pilota di mutui per l’efficienza energetica. Un segnale importante da parte degli investitori, che dimostra come “l’edilizia sostenibile” stia diventando un mercato chiave per la crescita dell’Europa. Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di [...]

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

giugno 14, 2018

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

Si sono conclusi con una tavola rotonda al Politecnico di Milano i due giorni di convegno promossi da Lombardy Energy Cleantech Cluster (LE2C) sul tema “Microinquinanti emergenti”, che ha visto un’ampia partecipazione di rappresentanti delle imprese, degli enti pubblici e dell’università, attirati da un tema di grande importanza, ma ancora poco noto al pubblico e poco trattato [...]

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

giugno 14, 2018

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

E’ partita da Pescara la prima tappa del roadshow “Le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico – Incontri con il territorio” organizzato da Elettricità Futura. Un’occasione di confronto tra istituzioni e aziende del settore elettrico con un particolare focus sullo sviluppo delle rinnovabili e le opportunità di finanziamento. Questa prima tappa, organizzata in [...]

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

giugno 6, 2018

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

Si è conclusa ieri, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, la XXI edizione di Cinemambiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino dall’omonima associazione, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Legambiente, che con i propri educatori ambientali supporta Cinemambiente Junior, la sezione del Festival dedicata ai ragazzi, e che ogni anno assegna un riconoscimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende