Home » Rassegna Stampa » Google investe 5 miliardi nell’eolico off-shore:

Google investe 5 miliardi nell’eolico off-shore

ottobre 13, 2010 Rassegna Stampa

impianto eolico off-shore, Courtesy of ecologiae.comDopo i motori di ricerca, i servizi di posta elettronica, i sistemi operativi per smartphone,Google promette di rivoluzionare il sistema dell’energia eolica. La compagnia di Palo Alto, insieme con il gruppo finanziario americano Good Energies, ha infatti presentato un piano da5 miliardi di dollari per un progetto assolutamente innovativo: la costruzione dell’Atlantic Wind Connection, una mega-linea elettrica di 600 chilometri, che scorrerà sotto il mare lungo la costa atlantica degli Stati Unitidal New Jersey fino alla Virginia, e che servirà per trasportare l’energia prodotta da centrali elettriche off-shore. Questa dorsale marina avrà una capacità di 6 mila megawatt, l’equivalente di quanto prodotto da cinque grandi centrali nucleari, e verrà posata a circa 30 chilometri dalla costa. Il primo tratto dovrebbe essere completato nel 2016 mentre il progetto intero dovrebbe essere pronto nel 2021.

Ad oggi però, nel tratto di costa atlantica interessato dalla linea, non esistano centrali eoliche off-shore: esiste un solo progetto esecutivo, quello della Bluewater Wind off nel Delawareper costruire una centrale da 450 megawatts, ma i tempi di costruzione sono per ora incerti.

Che senso ha allora questo massiccio investimento?Per prima cosa, la linea avrà il vantaggio di favorire il trasferimento dell’energia dalla Virginia, dove i costi di produzione sono minori, fino al New Jersey, abbattendo i prezzi per i consumatori del nord.

Poi, come ha spiegato al New York Times Richard L. Needham, direttore del Green business operations group di Google’s “è un’opportunità per far decollare l’industria eolica e, nel lungo termine, fornire un’opportunità agli stati che si affacciano sulla costa atlantica di raggiungere i loro obiettivi per la produzione di energia rinnovabile”.

Mentre per ora il prezzo di mercato dell’energia prodotta da centrali eoliche off-shore è di circa il 50% maggiore rispetto a quella prodotta dal carbone o dal gas naturale, l’ Atlantic Wind Connection dovrebbe consentire una sensibile riduzione dei costi: dall’allacciamento alla rete alle economie di scala, dalla semplificazione logistica alla possibilità di entrare in un network a cui possono attingere quasi decine di milioni di abitanti. Per rendere vantaggiosa l’energia eolica off-shore basterebbe poi un cambiamento delle condizioni di mercato, un incremento del prezzo del gas naturale, o anche l’adozione, da parte dell’amministrazione federale, di una tassa sulle emissioni carboniche.

Un altro vantaggio che verrebbe garantito dalla linea atlantica, il cui progetto è stato salutato con favore da tutti i governatori degli stati interessati, è quello di rendere il flusso di energia eolica più stabile e prevedibile: “Lungo la costa atlantica vi sono il vento segue traiettorie più o meno stabili – ha dichiarato al New York Times l’esperto di energie rinnovabili Willett Kempton dell’Università del Delaware – Se venerdì soffia in Virginia, sabato dovrebbe essere in Delawere e domenica in New Jersey. Quindi la lunga dorsale dovrebbe assicurare che il flusso di energia in arrivo sulla terraferma sia più o meno costante”.

Infine, la costruzione stessa della dorsale incoraggerà lo sviluppo della filiera industriale che produce componenti specializzati nell’offshore eolico.

L’operazione, dal punto di vista finanziario, ha visto Google e il gruppo Good Energies acquisire rispettivamente il 37,5% delle quote del progetto, al quale partecipano anche altre società, tra cui la giapponese Marubeni. Già nei mesi scorsi Google aveva cominciato a investire nelle rinnovabili acquistando attraverso la controllata Google Energy due impianti di energia eolica del Nord Dakota per quasi 39 milioni di dollari.

Marco Bobbio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende