Home » Rassegna Stampa » L’ombra dell’ecomafia sulla morte di Vassallo:

L’ombra dell’ecomafia sulla morte di Vassallo

settembre 8, 2010 Rassegna Stampa

Angelo Vassallo, Courtesy of varese7press.itLo chiamavano il sindaco-pescatoreAngelo Vassallo, 57 anni, primo cittadino di Pollica, comune del Cilento, è stato ucciso lunedì con 7 colpi di pistola. É stato freddato lungo la strada che portava all’impianto depuratore di Acciaroli, mentre stava rincasando in auto da un pomeriggio trascorso con altri primi cittadini della comunità Parco del Cilento.

Proveniente da una famiglia di pescatori, Vassallo lasciò il suo amato mare per dedicarsi alla politica, battendosi sempre in difesa dell’ambiente, tanto da riuscire a trasformare la sua Acciaroli nella Positano del Cilento. Durante i suoi anni di permanenza al governo della città, questa piccola frazione di Pollica si è trasformata infatti in una moderna località turistica, ricca di infrastrutture da far invidia alle più note località italiane: un porto turistico in grado di ospitare ben 300 barche, la ristrutturazione del centro storico, il depuratore e la raccolta differenziata. Proprio per aver trasformato il suo territorio in un luogo così attraente, la paura degli investigatori è subito ricaduta sugli appetiti speculativi e camorristici.

Secondo gli inquirenti, la direzione distrettuale antimafia di Salerno, che indaga sull’omicidio, una delle piste porterebbe all’ecomafia. Gli appalti al porto infatti, potrebbero aver fatto da richiamo ai malviventi: i 4 milioni e mezzo di euro in sospeso per l’appalto per il secondo lotto dei lavori al porto, non ancora assegnati per via di un’offerta anomala, supportano le ipotesi.

Un’altra strada che sta prendendo sempre più piede è anche quella della droga. Il sindaco, colpevole d’aver combattuto contro la criminalità nei locali pubblici, cercando di impedire lo spaccio di droghe e vigilando sulle infiltrazioni criminali, potrebbe aver pagato con la vita la sua opposizione a “certe richieste”. Probabilmente tutte le sue attenzioni a comprendere le dinamiche del territorio, il suo essere “paladino della legalità“, e il suo aver detto qualche “no” di troppo lo hanno trascinato in qualche mal affare che potrebbe riguardare i clan.

Ieri sera in suo onore è stata organizzata una fiaccolata a Pollica. Migliaia di persone sono giunte al porto della cittadina di solo 700 abitanti, con i simboli rappresentativi di Vassallo, ovvero la zappa e la conchiglia, cioè la terra e il mare, emblemi di ciò che lui ha sempre così tanto amato.

Benedetta Musso

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende