Home » Rassegna Stampa » Rapporto IREX: dalle rinnovabili 90.000 posti di lavoro:

Rapporto IREX: dalle rinnovabili 90.000 posti di lavoro

aprile 21, 2011 Rassegna Stampa

Le fonti di energia rinnovabile potrebbero produrre in Italia 90.000 posti di lavoro aggiuntivi, per un valore tra i 28,6 ed i 42,3 miliardi di euro entro il 2020.

È questo uno dei dati più interessanti contenuti nel Rapporto Annuale Irex sulle energie rinnovabili, elaborato dalla società di consulenza Althesys. A decidere il futuro di un comparto florido e con grandi potenzialità saranno le politiche energetiche nazionali ed internazionali e gli incentivi che gli stati membri adotteranno.

Primo aspetto su cui si sofferma lo studio, realizzato sotto la direzione di Alessandro Marangoni, riguarda gli investimenti italiani negli ultimi anni. L’immagine che ne esce è positiva e raffigura un settore dinamico, «in marcata crescita nonostante la congiuntura economica sfavorevole e le incertezze ricorrenti nel quadro regolatorio». «Nell’ultimo anno, sono state realizzate 203 operazioni (nuovi impianti e attività di finanza straordinaria) con investimenti per 12,3 miliardi di euro e 5.165 MW.  La crescita interna rappresenta, come nel 2008‐2009, quasi la metà delle operazioni mappate, quella esterna il 34% circa e le forniture, compresi i contratti EPC (cioè quelli per cui le aziende si occupano di tutte le attività e i servizi necessari per la progettazione e la costruzione di impianti, ndr), il 18% del totale. I soli investimenti in impianti equivalgono a quasi lo 0,4% del PIL italiano», si legge nella sintesi del rapporto.

Particolare è il campo del fotovoltaico, in cui le aziende con il ruolo di EPC contractor hanno scelto la strategia dell’«integrazione lungo la value chain; in misura più ridotta a monte verso la produzione delle tecnologie; più marcata a valle verso la generazione. Il progressivo consolidamento del mercato sta, invece, riducendo gli spazi per i developer e gli operatori locali che, nel lungo periodo, avranno un ruolo marginale».

Un discorso a parte merita poi la chiusura dei rubinetti del credito seguita all’incertezza legislativa degli ultimi mesi. «L’indagine presso le imprese evidenzia come il rischio, percepito o reale, dell’investimento nelle rinnovabili stia aumentando. Due terzi degli operatori dichiarano di aver ridotto gli investimenti a causa della situazione finanziaria. L’aumento del rischio ricade sulla bancabilità dei progetti: il 27% delle aziende rinuncia a oltre il 30% dei progetti in portafoglio per questioni collegate al finanziamento. Gli operatori prevedono un maggior ricorso all’equity e al leasing per finanziare i progetti, mentre si riduce l’accesso al credito bancario e al project financing», spiega lo studio.  Una considerazione che richiama anche le preoccupazioni del commissario europeo per l’Energia Günter Oettinger. Da lui è infatti arrivata in questi giorni una severa bacchettata all’Italia per l’instabilità normativa che mette a rischio anche gli investimenti già fatti dagli operatori internazionali.

Proprio sulle azioni per lo sviluppo delle rinnovabili nel quadro delle politiche  ambientali ed energetiche il dibattito è ancora aperto, sia a livello europeo che italiano. Il nodo cruciale è il saldo tra costi e benefici di queste misure. In diversi Paesi europei, i sistemi di incentivazione sono stati riconsiderati e ricalibrati, e dovranno via via scomparire con il raggiungimento della grid parity, ossia la parità di costo tra un kilowattora prodotto da fonti convenzionali e uno da fonti rinnovabili.

Le previsioni di Althesys per l’Italia sono, anche in questo caso, ottimistiche: «L’analisi costi‐benefici svolta su due sentieri di sviluppo delle FER al 2020, mostra un saldo netto positivo per l’Italia tra 24,2 e 32,3  miliardi di euro, in aumento rispetto ai calcoli del 2010. La spesa per gli incentivi (ipotizzati in calo fino ad azzerarsi con la grid parity al 2020 nel sentiero di minore crescita) è più che bilanciata dai numerosi benefici: aumento di occupazione e indotto, ricadute sul PIL, diminuzione delle emissioni, minor dipendenza energetica e fuel risk».

Grande assente nei piani di sviluppo del nostro Paese è ancora l’efficienza energetica, che «pur essendo un elemento chiave della Direttiva 20‐20‐20, non è stata finora al centro delle politiche energetiche italiane». Il report mette in guardia sui rischi e gli oneri futuri: «L’impatto del mancato raggiungimento degli obiettivi previsti in questo ambito per la componente elettrica è rilevante; il rispetto del target complessivo della Direttiva richiederebbe l’installazione di ulteriore potenza nelle rinnovabili (da 1,6 a 8,2 GW) rispetto a quanto già previsto dal Piano di azione nazionale al 2020. Ciò comporterebbe una maggior spesa per incentivi tra 14,2 e 24,4 miliardi di euro».

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

luglio 21, 2017

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, tramite il suo brand Climaveneta ha recentemente fornito due pompe di calore al District Heating di Fortum a Espoo, in Finlandia. Fortum, società energetica finlandese, aveva infatti la necessità di recuperare il calore espulso da un data center di Ericsson – multinazionale di servizi di telecomunicazione – per fornirlo alla rete [...]

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

luglio 21, 2017

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

Ieri il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e  l’Assessore Pierfrancesco Maran hanno inaugurato i lavori per la costruzione dell’asilo pubblico nell’area di CityLife, nella neonata via Demetrios Stratos. L’asilo sarà il primo realizzato interamente in legno a Milano, immerso nel nuovo grande parco urbano che, una volta ultimato, sarà di 173.000 mq complessivi e ospiterà oltre [...]

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

luglio 20, 2017

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

La storica Ferrovia del Tanaro si rimette in marcia: dopo la sospensione della circolazione ordinaria nel 2012 e la terribile ferita alluvionale del novembre 2016, la linea ferroviaria Ceva-Ormea, è di nuovo pronta a partire, grazie al progetto “Binari senza tempo” della Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Regione Piemonte, Unione Montana Alta Valle Tanaro e il [...]

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

luglio 20, 2017

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

Attenzione al consumo di risorse, utilizzo di fonti rinnovabili, alimentazione biologica e a km. zero e forme di mobilità condivisa. Sono solo alcune delle buone pratiche che decretano il successo di strutture e località turistiche, apprezzate dal 48% degli Italiani, che pare abbiano deciso di premiare, anche in vacanza, le iniziative con maggiore rispetto dell’ambiente. Sono [...]

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

luglio 17, 2017

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

L’Agenzia del Demanio e il Touring Club Italiano hanno presentato i risultati della consult@zione pubblica online del progetto “Cammini e Percorsi”, iniziativa a rete promossa da MiBACT e MIT che, nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022, punta alla riqualificazione e riuso di immobili pubblici situati lungo percorsi ciclopedonali e itinerari storico-religiosi. Il report esamina i [...]

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

luglio 17, 2017

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

“Lights on sustainability” è il nome dell’evento organizzato venerdì 14 luglio, a Roma, dal gruppo bancario ING Italia per celebrare i suoi dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili e per tracciare uno scenario dei principali trend della green economy e della sostenibilità, a livello globale e con un focus sull’Italia. La divisione wholesale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende