Home » Recensioni » La nuova geopolitica della scarsità alimentare secondo Lester Brown:

La nuova geopolitica della scarsità alimentare secondo Lester Brown

ottobre 26, 2012 Recensioni

Non è neanche passato un anno dal libro di Paolo De CastroCorsa alla terra. Cibo e agricoltura nell’era della nuova scarsità” (Donzelli Editore) che per i tipi di Edizioni Ambiente esce “9 miliardi di posti a tavola” di Lester R.Brown. Terra come affare, scriveva l’europarlamentare italiano, presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo. Cibo nuovo petrolio, terra nuovo oro, dice oggi Lester R. Brown. L’agricoltura, come rilevato durante l’ultima edizione del Workshop IMAGE, sarà sempre più un settore strategico, soprattutto nella sua missione primaria, ovvero la produzione di cibo. Nutrire la popolazione mondiale, che cresce ogni anno di 80 milioni di individui, diventa sempre più difficile. E allora le nazioni che possono permetterselo corrono all’estero ad accaparrarsi terre coltivabili e annesse risorse idriche. Il land grabbing rappresenta un fenomeno nuovo all’interno della geopolitica della scarsità alimentare, in cui il cibo ha assunto la stessa importanza del petrolio e il terreno agricolo è prezioso come l’oro.

Le ricadute in termini di prezzi mondiali del cibo sono sotto gli occhi di tutti. Cosa accadrà con il prossimo aumento dei prezzi? Il cibo è l’anello debole della nostra società e rischia quindi di diventare un importante fattore di instabilità politica. “Lo scopo di questo libro consiste nell’aiutare la popolazione mondiale a prendere coscienza che il tempo scarseggia. Con il presente volume il gruppo di ricerca dell’Earth Policy Institute vuole far prendere coscienza della portata della sfida che abbiamo di fronte e spingere all’azione”, scrive nella premessa Brown. “Abbiamo iniziato a scrivere questo libro nella primavera del 2012 durante la stagione della semina del mais. Gli Usa sono i principali produttori ed esportatori di mais al mondo. Una calda primavera anticipata – racconta Brown – aveva portato a una partenza eccezionale nei campi, gli analisti prevedevano il più grande raccolto di tutti i tempi. Ma il caldo record e l’assenza di precipitazioni stava disidratando il terreno. Quest’anno i dati erano stati promettenti, ma dobbiamo constatare come la sicurezza alimentare possa essere minacciata dagli eventi atmosferici che sono connessi ai cambiamenti climatici”.

Tra l’inizio di giugno e la metà di luglio, i prezzi del mais sono dunque cresciuti di un terzo. I prezzi del cibo saliranno ancora probabilmente verso nuovi record. Non è solo l’attuale situazione alimentare che si va deteriorando, ma anche lo stesso sistema globale del cibo (in discussione in questi giorni al Salone del Gusto di Torino). Brown racconta come con l’aumentare delle quotazioni, i paesi esportatori, hanno cominciato a limitare le esportazioni per tenere bassi i prezzi nei propri paesi. Di conseguenza i governi delle nazioni importatrici sono andati nel panico, e alcuni di loro hanno reagito cominciando a comprare o prendere in affitto, terreni in altre nazioni sui quali produrre cibo per il proprio consumo interno. Senza dimenticare l’altra grande contraddizione: l’impiego di una gran parte delle colture agricole per la produzione di biocarburante. E senza trascurare la crescita demografica esponenziale che ha oltrepassato quelle che sono le capacità di supporto degli ecosistemi. E poi, ancora, il picco dell’acqua e le carestie alimentari.

Tutto questo ha dato il via a una nuova geopolitica della scarsità alimentare. Così che mano a mano che gli approvvigionamenti di cibo si riducono andiamo verso una nuova era alimentare in cui ciascun paese farà per sé. Dal punto di vista alimentare il mondo si trova davvero nei guai. “Fino a che non ci muoveremo verso nuove strategie politiche, l’obiettivo del superamento della fame rimarrà un miraggio”, conclude Brown (25 lauree honoris causa), che sarà in Italia il 29 novembre prossimo in occasione del Forum del Barilla Center for Food & Nutrition a Milano.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende